Perché le menate sul bel gioco non servono al Napoli (per ora)

Primo Piano  
Perché le menate sul bel gioco non servono al Napoli (per ora)

Mai come in questo momento conta solo vincere per il Napoli. Pretendere di essere anche belli sembra essere francamente troppo per chi come Walter Mazzarri ha dovuto mettere mano prima alla rigenerazione mentale e poi tattica di una squadra spaesata. La vittoria con il Cagliari deve essere accolta per quella che è e senza trionfalismi del caso. Questo Napoli è convalescente, c'è ancora tanto da lavorare. Nessuno si offenderà se diciamo che l'hanno decisa i singoli più che il collettivo, ma in questa fase conta fare punti di riffa o di raffa. La bellezza può aspettare con buona pace di chi sembra non debba esistere calcio senza estetica o possesso palla ipnotico. Ieri il Napoli, per esempio, ha avuto una percentuale altissima di possesso palla (67%) ma è stato fine a se stesso. 
 
Nel corso di queste settimane abbiamo letto molto della condizione atletica migliorata con Pondrelli. Non sappiamo se davvero il nuovo preparatore atletico ha apportato delle piccole modifiche rispetto a Rongoni. Sarebbe però singolare cambiare in corsa una preparazione atletica anche perché questa estate in ritiro si è sempre detto che la squadra ha messo benzina per il cosiddetto fondo afinché potesse durare a lungo con un calendario diverso rispetto lo scorso anno. Certamente Pondrelli ha messo o metterà qualcosa di suo, ma la questione atletica sembra essere leggermente migliorata. Anche qui il dato relativo al recupero palla ci dice che la squadra è un pizzico più reattiva e 'cazzuta' nelle riaggressioni una volta persa la conquista della sfera. Ieri sono state 53 le volte che gli azzurri hanno riconquistato subito palla. 
 
Resta il dato allarmante legato alle conclusioni verso lo specchio della porta avversaria. Anche ieri la squadra partenopea ha tirato  21 volte centrando i pali difesi da Scuffetti soltanto 5 volte. Praticamente la squadra di Mazzarri centra la porta una volta ogni quattro tentativi o poco più. Un rapporto decisamente deficitario che rischia di pesare sull'economia di una gara. Ora come ora conta vincere per guadagnare autostima e migliorare la classifica. Il resto può anche aspettare.
 
RIPRODUZIONE RISERVATA
CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    82

    31
    26
    4
    1
  • logo MilanMilanCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    63

    32
    18
    9
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    59

    32
    16
    11
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo AtalantaAtalantaECL

    50

    30
    15
    5
    10
  • logo LazioLazio

    49

    32
    15
    4
    13
  • logo NapoliNapoli

    49

    32
    13
    10
    9
  • logo TorinoTorino

    45

    32
    11
    12
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    43

    30
    12
    7
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    43

    32
    11
    10
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    38

    31
    9
    11
    11
  • 13º

    logo LecceLecce

    32

    32
    7
    11
    14
  • 14º

    logo CagliariCagliari

    30

    31
    7
    9
    15
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    28

    31
    4
    16
    11
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    28

    32
    7
    7
    18
  • 17º

    logo VeronaVerona

    27

    31
    6
    9
    16
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    27

    32
    6
    9
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    25

    31
    6
    7
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    32
    2
    9
    21
Back To Top