Gazzetta - Otto nomi per sostituire Ventura: ci sono anche Cannavaro e Vialli

Rassegna Stampa  

Secondo l'edizione di oggi della Gazzetta dello Sport, è logico che adesso tutta Italia voglia per la Nazionale un allenatore vincente, e in questo momento, per antonomasia, lo sono Carlo Ancelotti – il preferito – ed Antonio Conte. Il primo è libero ma bisogna vincere la concorrenza dell’Arsenal, che lo vuole per il dopo Wenger, mentre il secondo – pur legato al Chelsea – a fine stagione vorrebbe tornare in patria. Facile quindi? Non proprio. Entrambi viaggiano su ingaggi altissimi, e non sappiamo quanto un nuovo «escamotage» con gli sponsor, in stile Conte 1.0, possa essere vincente. Insomma, 4 milioni potrebbero essere messi (faticosamente) sul piatto. Di più si fa un po’ dura.

ALLEGRI E MANCINI Il ritorno di Conte avrebbe le stesse difficoltà che ricoprono altri due profili che piacciono: Allegri e Mancini (non più osteggiato da Lotito), entrambi un filo più convinti da una esperienza come c.t. Tutti e due sono legati a società (Juve e Zenit), ma non è detto che al richiamo della Patria vogliano sottrarsi, soprattutto in presenza di un ingaggio da top e non in stile Ventura (1,5 milioni tutto compreso).

DI BIAGIO Tre scelte su quattro prevedrebbero un periodo di traghettamento della panchina (magari a Gigig Di Biagio, commissario tecnico dell’Under 21) con nobile vetrina, visto che in primavera giocheremo contro Inghilterra e Argentina, per poi in estate affidarsi a un peso massimo. «Io possibile traghettatore? Faccio parte della federazione – ha detto ieri Di Biagio –. Non devono neppure contattarmi». Proprio vero. Scontato però che nove mesi di lavoro si possono perdere solo avendo la certezza che uno dei tre accetterà (Ancelotti sarebbe pronto subito), altrimenti sprecare tutto quel tempo sarebbe un delitto per chi ne ha già poco. Quindi da oggi i telefoni saranno bollenti.

INCOGNITE Le scelte dipenderanno dai traballanti vertici federali, visto che è il presidente che alla fine dei giochi sceglie. Per questo le manovre di palazzo e le elezioni politiche previste a marzo 2018 potrebbero influire. Dunque è probabile che decisioni rapide non ce ne siano. A meno che non si scelga la strada dei quadri interni (Di Biagio), di suggestioni gradite al pubblico (Gianluca Vialli) o di ex campioni del mondo in carriera (Gattuso o la clamorosa ipotesi Cannavaro, anche se gli ingaggi cinesi non sono comparabili). Una cosa è certa: la rivoluzione è cominciata, ma i sicuri vincitori ancora non sono chiaramente all’orizzonte.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    35

    13
    11
    2
    0
  • JuventusCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • RomaCL

    30

    12
    10
    0
    2
  • InterCL

    30

    12
    9
    3
    0
  • LazioEL

    28

    12
    9
    1
    2
  • SampdoriaEL

    23

    11
    7
    2
    2
  • Milan

    19

    13
    6
    1
    6
  • Torino

    17

    12
    4
    5
    3
  • Fiorentina

    16

    12
    5
    1
    6
  • 10º

    Atalanta

    16

    12
    4
    4
    4
  • 11º

    Chievo

    16

    12
    4
    4
    4
  • 12º

    Bologna

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    Udinese

    12

    11
    4
    0
    7
  • 14º

    Cagliari

    12

    12
    4
    0
    8
  • 15º

    Crotone

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    Spal

    9

    12
    2
    3
    7
  • 17º

    Sassuolo

    8

    11
    2
    2
    7
  • 18º

    GenoaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 19º

    VeronaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 20º

    BeneventoR

    0

    12
    0
    0
    12
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Vigorito choc: "De Laurentiis vuole il Benevento in B? Meglio Napoli fuori in Champions, tanto non passa..."