Pagelle Sampdoria-Napoli: Demme 10543 giorni dopo Diego! Lobotka preciso, Manolas negativo! Meret insicuro

Le Pagelle  
Pagelle Sampdoria-Napoli: Demme 10543 giorni dopo <i>Diego</i>! Lobotka preciso, Manolas negativo! Meret insicuro

Sampdoria Napoli pagelle CN24, i voti di CN24 alla prestazione degli azzurri

Sampdoria Napoli pagelle CN24, i voti di CN24 alla prestazione degli azzurri

Sampdoria Napoli 2-4 pagelle

Sampdoria-Napoli 2-4 pagelle

Meret 5,5 - Sicuro sulla girata blanda di Quagliarella al 13’, poi vola sul destro violento dello stabiese si distende ma - pur toccandola - non evita il gol. Salvato dal palo e dalla voglia di Ramirez di essere a tutti i costi elegante e non efficiente. Rischio nel gioco di piede ad inizio ripresa, se la cava ma è un aspetto che rischierà di penalizzarlo in futuro. Sul rigore tocca nulla di più.

Hysaj 5,5 - Scivola sul gol di Quagliarella, lasciandogli quei centimetri fondamentali per coordinarsi alla perfezione. Dubbioso quando viene pressato vicino l’area, non regala sensazioni di totale e completa sicurezza.

Manolas 5 - Non è suo Quagliarella in occasione del gol, sporca una sua conclusione fornendo involontariamente un quasi-assist a Ramirez. Un po’ lento nel cambiare gioco, Gattuso glielo fa notare. Quagliarella lo anticipa di testa in avvio di secondo tempo, Ramirez - sul 2-2 annullato - lo aggira e lo tiene a distanza: l’antifona della prova negativa, certificata dal rigore causato su Quagliarella.

Di Lorenzo 6 - Contro la Sampdoria un gol e un assist in A in tre partite: stavolta però è centrale e non terzino come ad Empoli, ma spizza la palla che porta allo 0-2. Tiene bene la posizione

Mario Rui 6 - Insigne gli lascia spazi per tagliare verso l’interno, difensivamente l’agilità di Ramirez lo mette alla prova. Vederlo crossare, discretamente, col destro è una immagine che difficilmente rivedremo ancora. Sovrastato da Gabbiadini sul cross che porta al 2-2.

Elmas 6 - Si fa trovare prontissimo sulla spizzata di Di Lorenzo, primo gol con la maglia del Napoli. Scaltro nel muoversi sempre in relazione a Jankto, per sfuggirgli. Al 36’ Milik non lo nota, era in buona posizione. Graziato da La Penna nel finale di primo tempo, quando va faccia e faccia con Jankto. Nel secondo tempo soffre come tutti. (Dal 79’ Politano SV - Dentro nel rush finale, ammonito per simulazione anche se viene colpito in volo)

Lobotka 6,5 - La Sampdoria non lo pressa con voracità, Stani si gira bene e con personalità per distribuire palloni a destra e sinistra (non sbaglia nessun passaggio, 35 in tutto). Poteva pressare maggiormente nell’azione dell’1-2? Difficile, era troppo lontano. Ramirez lo lascia sul posto prima di prendere il palo, qualche pallone gestito è rivedibile ma nel complesso non demerita. (Dal 61’ Demme 7 - Gattuso lo getta dentro per riportare ordine, il rigore del pari arriva con la palla che gira in altre zone. Avevamo elogiato i suoi posizionamenti in fase difensiva, oggi lo facciamo per quelli offensivi: è al posto giusto nel momento giusto. L’ultima volta che un Diego segnò con la maglia del Napoli, si chiamava Maradona: sempre contro la Sampdoria, 10543 giorni fa - il 24 marzo 1991. Abbonato alle ammonizioni)

Zielinski 6,5 - Piotr si presenta a Marassi tra i primi tre di A che hanno partecipato attivamente a più azioni che sono terminate con un tiro nelle prime 21 giornate: gliene basta una per far segnare Milik, poi quando ha spazio si distende. Trova il gol, ma è in fuorigioco di un piede.

Callejon 5,5 - José ha fornito cinque assist contro la Sampdoria da quando è in Italia, oggi gioca in coppia con Elmas e nei movimenti appaiono abbastanza fluidi ma non certo efficaci. (Dal 73’ Mertens 6 - Rientra dopo un mese e mezzo, non gli si può chiedere di spaccare il mondo. Però di mettere la parola fine al match con un tocco preciso, quello sì)

Pagelle Samp Napoli 2-4

Milik 6,5 - Prima girata di testa, abbastanza in solitaria, e palla alle spalle di Audero (15 dei 35 gol in A sono arrivati con il suo primo tiro dell’incontro). Lo impegna subito dopo, di piede, sempre poco marcato. Colley gli prende le misure solo al 36’ sull’ennesima girata, poco dopo si inarca angolandola un po’ troppo. Pericoloso quando coinvolto, è in fuorigioco nell’unica vera chance della ripresa.

Insigne 6,5 - Lorenzo ha realizzato sei gol contro la Sampdoria, la sua vittima preferita in Serie A al pari di Fiorentina e Milan: avvia l’azione del vantaggio di Milik, la veronica al 37’ con cui si libera dell’avversario è elegante. Non disdegna più di un rientro chilometrico in difesa, perde il pallone che favorisce l’azione del pari - annullato. Entra nell’azione del 2-3 definitivo.

Gattuso 6 - Aveva vinto due delle tre sfide da allenatore contro i blucerchiati in A, perdendo la sua unica gara al Ferraris: la sblocca all’inizio col primo tiro in porta, sembrava averla relativamente al sicuro con la seconda. Una squadra che gioca con lucidità, che mette in mostra dei meccanismi di gioco che, dopo quasi due mesi, sembrano essere entrati nelle corde degli azzurri. Due gol nei primi venti minuti, prima volta stagionale, poi ennesimo regalo - e perla di Quagliarella, va detto. Fa rinculare i suoi nel finale di primo tempo per contenere i blucerchiati, ma pur controllando il gioco ed il pallone (67% di possesso nel primo tempo) i suoi lasciano spazi notevoli in ripartenza. Nella ripresa le squadre si allungano, la Samp diventa più aggressiva ed il Napoli tutto ad un tratto soffre ed anche tanto: la squadra si schiaccia nella trequarti, scompare dal campo e finisce preda degli avversari. Il pareggio è meritato, inammissibile uscire mentalmente dopo poco più di mezz’ora e rinunciare ad attaccare per gran parte della ripresa. Poi il calcio è fatto di episodi, e devi essere in grado di sfruttarli a tuo favore: il primo tiro in porta è quello che vale la vittoria, difesa con i denti.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    63

    26
    20
    3
    3
  • logo LazioLazioCL

    62

    26
    19
    5
    2
  • logo InterInterCL

    54

    25
    16
    6
    3
  • logo AtalantaAtalantaCL

    48

    25
    14
    6
    5
  • logo RomaRomaEL

    45

    26
    13
    6
    7
  • logo NapoliNapoliEL

    39

    26
    11
    6
    9
  • logo MilanMilan

    36

    26
    10
    6
    10
  • logo VeronaVerona

    35

    25
    9
    8
    8
  • logo ParmaParma

    35

    25
    10
    5
    10
  • 10º

    logo BolognaBologna

    34

    26
    9
    7
    10
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    32

    25
    9
    5
    11
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    32

    25
    8
    8
    9
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    30

    26
    7
    9
    10
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    28

    26
    7
    7
    12
  • 15º

    logo TorinoTorino

    27

    25
    8
    3
    14
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    26

    25
    7
    5
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    25

    26
    6
    7
    13
  • 18º

    logo LecceLecceR

    25

    26
    6
    7
    13
  • 19º

    logo SpalSpalR

    18

    26
    5
    3
    18
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    16

    26
    4
    4
    18
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top