Lasciamo fuori il concetto di maglia dalle trattative per i rinnovi di contratto

Primo Piano  
Lasciamo fuori il concetto di maglia dalle trattative per i rinnovi di contratto

De Laurentiis ieri ha dichiarato che a breve si vedrà chi davvero tiene al Napoli riferendosi ai rinnovi di contratto di altri calciatori a scadenza.

Calcio Napoli - De Laurentiis è un uomo di spettacolo, utilizza spesso frasi ad effetto per mandare messaggi criptici ai diretti interessati. In questi anni abbiamo assistito a delle vere e proprie battaglie mediatiche con botta e risposta sul futuro di calciatori importanti per il progetto tecnico. Nella serata di ieri, il numero uno della SSC Napoli ha dichiarato: "Da domani i rinnovi ed i prolungamenti continuano e lì vedremo che davvero ama il Napoli e chi aspira ad altri lidi. Sono orgoglioso di aver avuto l'intuito e la capacità di sintesi ed in nove giorni avere qui con noi il nostro nuovo allenatore. A Castel di Sangro saranno giorni duri anche di mercato, verso il 12 di agosto vi diremo dove potremo arrivare". Una dichiarazione che riconduce ad una vecchia strategia mediatica del passato secondo cui chi non accetta le condizioni contrattuali proposte dalla società diventa automaticamente nemico del Napoli e di Napoli.

De Laurentiis fa bene a far rispettare i contratti e tenere i conti in ordine. Magari nel calcio italiano vi fossero altri presidenti così. Sicuramente non ci ritroveremmo in una serie A travolta da debiti, senza progettualità e con dei diritti tv svenduti sempre di più. Tuttavia, la frase sibillina di ADL che prova a buttarla sull'appartenenza alla maglia di calciatori una riflessione. I calciatori sono professionisti, anche se risultano lavoratori dipendenti delle società (anche qui si dovrebbe riformare un po' il tutto), per cui sono liberi di accettare oppure no un rinnovo di contratto così come il Napoli può decidere di portarli a scadenza. Parlare di appartenenza alla maglia nel 2023, dove il business regna sovrano, è un discorso superato perchè ognuno fa i suoi legittimi interessi. Non accettare un rinnovo non significa non amare Napoli. L'amore per la città è una cosa, gli affari sono affari e non si fanno con il cuore.

De Laurentiis mette pressione su chi dovrà scegliere se restare oppure no. In questo modo, chi opterà per altri lidi verrà automaticamente, per riprendere un vecchio film di Paolo Villaggio, crocifisso in sala mensa davanti a tutti. Il presidente ha ripetuto più volte in passato l'espressione "Ce ne faremo una ragione" quando qualcuno gli faceva domande su calciatori o allenatori in odore di addio. Ragion per cui, il concetto di tenere alla maglia va a farsi benedire. Nel calcio, come nella vita, tutto ha un inizio ed una fine. Tizio rinnova? Siamo tutti felici. Vuole andare via? Lo si ringrazia senza fare guerre o altro cercando di tirare in ballo l'appartenenza alla maglia che, a nostro giudizio, è un concetto più elevato che non ha ingaggi, contratti e clausole rescissorie. Si può amare Napoli pur non accettando un rinnovo? Assolutamente sì.  

RIPRODUZIONE RISERVATA

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    82

    31
    26
    4
    1
  • logo MilanMilanCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    62

    31
    18
    8
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    58

    31
    16
    10
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo AtalantaAtalantaECL

    50

    30
    15
    5
    10
  • logo NapoliNapoli

    48

    31
    13
    9
    9
  • logo LazioLazio

    46

    31
    14
    4
    13
  • logo TorinoTorino

    44

    31
    11
    11
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    43

    30
    12
    7
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    42

    31
    11
    9
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    38

    31
    9
    11
    11
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    30

    31
    7
    9
    15
  • 14º

    logo LecceLecce

    29

    31
    6
    11
    14
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    28

    31
    4
    16
    11
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    28

    31
    7
    7
    17
  • 17º

    logo VeronaVerona

    27

    31
    6
    9
    16
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    26

    31
    6
    8
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    25

    31
    6
    7
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    31
    2
    9
    20
Back To Top