De Laurentiis: "Stasera ringrazierò la squadra. Mercato? Ancelotti ha lavorato nel Real, sarà una bella lotta. Insigne, ricordate Quagliarella?"

Le Interviste  
Carlo Alvino con Aurelio De Laurentiis alla stazione di NapoliCarlo Alvino con Aurelio De Laurentiis alla stazione di Napoli

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni a Tv Luna poche ore prima della cena di fine anno Ssc Napoli che si terrà a villa D'Angelo

Notizie calcio Napoli - Aurelio De Laurentiis ha rilasciato un'intervista ai microfoni di TV Luna, ecco un'anticipazione fornita da Carlo Alvino

Cena Ssc Napoli 2019 di fine anno, atteso discorso di ADL alla squadra

De Laurentiis: "Stasera ringrazierò Ancelotti ed i ragazzi perché hanno fatto molto bene. Non era facile passare dal gioco di Sarri a quello del nuovo tecnico".

Intervista a De Laurentiis

"Come sto? Benissimo! Stasera ci sarà la cena con la squadra: cosa dirò? Non posso che ringraziarli, hanno fatto bene. C'è un altro allenatore con un cambio di gioco: hanno fatto benissimo. Dopo Sarri che è un grandissimo allenatore, i ragazzi dovevano digerire questa nuova modalità di gioco, diverso.

Merito a Carlo Ancelotti che ha utilizzato nuovi giocatori e quelli che erano poco utilizzati. In tutto ciò può capitare di perdere punti. E' chiaro che i punti che abbiamo dato alle altre, Milan, Inter e Roma la dice lunga, ma non ci si può rimproverare nulla. Poi c'è la Juve che è lassù e sarà complicato competere con chi investe tanto, o contro chi si indebita. Noi non abbiamo un euro di debito con le banche".

"Quando sono entarto nel mondo del calcio c'erano delle regole con le società per azioni e i conti devono stare a posto. Noi abbiamo sempre rispettato la regola del fair play finanziario: ho sempre giocato rispettando le regole

Il Governo nel calcio? E' latitante e assente da 50 anni: questo è il paese più invidiato da tutti, ma ci ritroviamo non in una buona situazione. Dobbiamo dire grazie ai signori politici che ci servono così.

Mercato? Noi abbiamo sempre rispettato le indicazioni di quei tecnici che volevano entrare nel merito. Con Sarri non era possibile perchè non voleva entrare nel merito, Ancelotti è rispettoso dei bilanci ed entra nel merito del mercato. Ancelotti ha lavorato nel Real Madrid che fattura cifre ben diverse dalle nostre: quindi sarà una bella lotta.

Insigne? Per i napoletani è sempre stato scomodo questo territorio. Ricordate Quagliarella? Poi abbiamo scoperto l'arcano. Questo è un territorio, a mio avviso il più ricco d'Italia ma è anche beffardo. Non ti regala nulla. Dopo il dito si prendono il braccio e poi tutto. E' il limite di noi napoletani. Quagliarella è un signor calciatore ma sentiva il peso di una condizione vigliacca".

Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Napoli, offerta per Pèpè: 50 milioni più Ounas. Gazzetta: c'è una forte concorrenza da battere