Martedi 31 Marzo 2015, 20:03

Primo Piano | pubblicato da il

Serie A, frattura in Lega. Napoli contrario allo slittamento del campionato. Il dg della Roma Baldini furioso: "Situazione ridicola"

Sarà un apposito Consiglio straordinario della Lega di serie A, convocato per domani alle 18, a decidere le modalità di recupero

stampa l'articolo riduci la dimensione del testo ingrandisci la dimensione del testo
Sarà un apposito Consiglio straordinario della Lega di serie A, convocato per domani alle 18, a decidere le modalità di recupero

Sarà un apposito Consiglio straordinario della Lega di serie A, convocato per domani alle 18, a decidere le modalità di recupero - sulle quali non vi è per ora consenso tra i club - della 33/a giornata di campionato rinviata ieri per la morte di Piermario Morosini. A quanto si apprende, i consiglieri che non riusciranno ad arrivare a Milano parteciperanno in collegamento telefonico.

Le opzioni in esame sono due: far slittare due giornate di campionato, in modo che si giochino tra sabato e domenica prossimi le partite in programma ieri e oggi (33/a giornata), e che si spostino a mercoledì 25 aprile quelle previste in origine per il prossimo fine settimana (34/a giornata); oppure procedere seguendo il calendario e recuperando il 25 aprile la 33/a giornata. Va osservato in ogni caso che il 25 aprile, giornata festiva, la partite possono essere disputate in tre fasce orarie - alle 12.30, alle 15 e alle 18 - ma non alle 20.45, quando la Uefa lo impedisce perché si gioca la semifinale di Champions League fra Real Madrid e Bayern Monaco. Tra ieri e oggi, per limitarsi alle prime tre in classifica, erano in programma Milan-Genoa, Cesena-Juventus e Novara-Lazio.

Il 34/o turno comprende invece Juventus-Roma, Milan-Bologna e Lazio-Lecce.

In queste ore i dirigenti della Lega di A e quelli delle 20 squadre si stanno confrontando sule due ipotesi (slittamento contestuale di due turni oppure recupero solo di quello saltato tra ieri e oggi), ma al momento non c'è unanimità. L'intenzione della Lega è di conservare la sequenza originaria delle partite, facendo giocare quindi la 33/a giornata e poi la 34/a; ma è forte la resistenza di alcuni club - a quanto si apprende, Udinese, Napoli, Inter e Genoa - che si appellano al regolamento secondo cui le gare rinviate vanno disputate nella prima data disponibile.

RABBIA BALDINI - "Riusciamo ogni volta a dimostrare quello che siamo: persone che anche nelle situazioni più tragiche, come quella a cui è dovuta la sospensione del campionato, non riescono a non cadere nel ridicolo". Franco Baldini, dg della Roma, è durissimo nel commentare, in una dichiarazione all'ANSA, le difficoltà della serie A nel decidere quando recuperare la 33/a giornata di campionato, rinviata ieri per la morte di Piermario Morosini. "Per noi va bene tutto, ma è evidente che la Lega è delegittimata". "Dopo più di un giorno e mezzo passato in frenetiche consultazioni telefoniche con le proprie società affiliate - afferma nella sua dichiarazione Baldini - una Lega Calcio evidentemente delegittimata in quelle che dovrebbero essere le sue funzioni, non è ancora in grado di prendere una decisione in merito alla giornata di campionato che avrebbe dovuto svolgersi tra ieri ed oggi". "Posto che la Roma avrebbe accettato, così come accetterà, qualsiasi decisione la Lega sia in grado di prendere, la stessa società, consultata al riguardo, aveva dato parere favorevole alla proposta della stessa Lega di far 'slittare' la giornata di campionato piuttosto che ad un rinvio della stessa - prosegue il dirigente della Roma -, anche per non prestare il fianco ad eventuali polemiche riguardo la regolarità del campionato. Parere, ci è stato detto, condiviso dalla stragrande maggioranza degli altri Club. Eppure, nemmeno in presenza di questi elementi, la Lega è in grado di prendere decisioni, impegnata com'è a fronteggiare o che privilegiano i propri interessi particolari rispetto ad ogni altra considerazione".

Fonte : Corriere dello Sport

Diventa subito fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!

 » Classifiche
  • Juventus

    67

  • Roma

    53

  • Lazio

    52

  • Sampdoria

    48

  • Napoli

    47

  • Fiorentina

    46

  • Torino

    39

  • Milan

    38

  • Inter

    37

  • Genoa (-1)

    37

  • Palermo

    35

  • Empoli

    33

  • Udinese (-1)

    33

  • Sassuolo

    32

  • Chievo

    32

  • H.Verona

    32

  • Atalanta

    26

  • Cagliari

    21

  • Cesena

    21

  • Parma (-2)

    9

  • Carlos Tévez

    16

  • Mauro Icardi

    15

  • Jérémy Menez

    15

  • Gonzalo Higuaín

    13

  • Luca Toni

    13

  • Paulo Dybala

    12

  • Antonio Di Natale

    10

  • Manolo Gabbiadini

    10

  • Fabio Quagliarella

    10

  • José Callejón

    9

  • Éder

    9

  • Felipe Anderson

    9

  • Cyril Théréau

    8

  • Miroslav Klose

    8

  • Adem Ljajic

    8

  • Stefano Mauri

    8

  • Simone Zaza

    8

  • Domenico Berardi

    8

  • Filip Djordjevic

    7

  • Franco Vazquez

    7