Salernitana in Serie A, Repubblica: ecco la mossa di Lotito per controllare i due club, spunta un trust

Rassegna Stampa  
Salernitana in Serie A, Repubblica: ecco la mossa di Lotito per controllare i due club, spunta un trust

Ultime notizie Serie A - Mossa di Lotito per controllare sia Salernitana che Lazio: i dettagli dall'edizione odierna di Repubblica

Ultimissime notizie Serie ATrionfo della Salernitana, la seconda neopromossa dopo l'Empoli. Lotito dopo dieci anni dall'acquisizione del club granata, che era in Serie D, ha conquistato il massimo campionato italiano, dove però ha già la Lazio.

L'edizione odierna di Repubblica, in tal senso, scrive:

"Lotito, n.1 anche della Lazio, come chiunque altro non può infatti controllare due club nella stessa categoria, né esserne azionista. Lo dice l’articolo 16 bis delle Noif: il conflitto va risolto entro 30 giorni. In realtà la sanzione scatterebbe solo al momento dell’iscrizione al campionato: entro fine giugno dovrà vendere una squadra. Il caso farà scuola anche per il futuro, visto che il Bari di De Laurentiis è potenzialmente nella stessa situazione. Per le Noif, “le società oggetto di controllo non sono ammesse al Campionato di competenza”. Se non vendesse, quindi, entrambe le squadre sarebbero escluse dal campionato: il legislatore non ha voluto scegliere chi debba perdere la categoria. Ma è evidente che il problema sia la Salernitana: semplicemente, alla Figc basterebbe iscrivere una delle squadre in Serie A e l’altra in Serie B. A quel punto, però, la B si troverebbe con 21 società. Un cul de sac, ma non sarà il presidente della Federcalcio Gravina a concedere vie d’uscita: «Non si possono avere due club nello stesso campionato, no a qualsiasi deroga».

In realtà, una deroga è all’origine del “caso”. Lo Statuto Figc infatti vieta partecipazioni in due società professionistiche. Nel 2013 però la Salernitana fu promossa tra i professionisti: in quel momento Lotito avrebbe dovuto vendere. Ma l’allora presidente della Figc Abete decise di concedere una deroga di 12 mesi. E poi di sdoganare la doppia proprietà con una norma fumosa, che considerava la promozione “un atto che prescinde dalla volontà” dei suoi azionisti. L’effetto è che Lazio e Salernitana giocano da anni la stessa competizione: la Coppa Italia.

La gioia folle per la promozione, a Salerno, ha coperto ieri ogni pensiero. Ora però serve una soluzione: si parla di trattative con cordate locali, o con un imprenditore romano. Dovrà cedere anche Marco Mezzaroma, perché cognato di Lotito. Magari il presidente laziale studierà un trust con l’ingresso di un fondo di investimento per non risultare formalmente proprietario. Di certo, non vorrebbe mollare. Solo nel 2020, la Lazio ha garantito alla Salernitana 11 milioni tra mercato e marketing".

Lotito, presidente di Lazio e Salernitana
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • logo MilanMilanCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo JuventusJuventusCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo NapoliNapoliEL

    77

    38
    24
    5
    9
  • logo LazioLazioEL

    68

    38
    21
    5
    12
  • logo RomaRoma

    62

    38
    18
    8
    12
  • logo SassuoloSassuolo

    62

    38
    17
    11
    10
  • logo SampdoriaSampdoria

    52

    38
    15
    7
    16
  • 10º

    logo VeronaVerona

    45

    38
    11
    12
    15
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    42

    38
    10
    12
    16
  • 12º

    logo BolognaBologna

    41

    38
    10
    11
    17
  • 13º

    logo UdineseUdinese

    40

    38
    10
    10
    18
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    38
    9
    13
    16
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    39

    38
    9
    12
    17
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    37

    38
    9
    10
    19
  • 17º

    logo TorinoTorino

    37

    38
    7
    16
    15
  • 18º

    logo BeneventoBeneventoR

    33

    38
    7
    12
    19
  • 19º

    logo CrotoneCrotoneR

    23

    38
    6
    5
    27
  • 20º

    logo ParmaParmaR

    20

    38
    3
    11
    24
Back To Top