Pagelle Parma-Napoli, i voti: Osimhen impressionante, Lozano si fa sentire! Demme e Fabian da rivedere, Koulibaly professionale

Le Pagelle  
Pagelle Parma-Napoli, i voti: Osimhen impressionante, Lozano si fa sentire! Demme e Fabian da rivedere, Koulibaly professionale

Pagelle Parma Napoli, i voti Parma Napoli di CalcioNapoli24 per il match di Serie A della prima giornata tra gli emiliani e gli azzurri. Si inizia con un big match

Pagelle Parma-Napoli - Termina il match del Tardini della 1a giornata di Serie A con Parma-Napoli. Le pagelle di Parma-Napoli su CalcioNapoli24, con i voti e la spiegazione dettagliata per ogni singolo calciatore azzurro. Voti Parma Napoli.

Gattuso

Pagelle Parma-Napoli, i voti

Ospina 6,5 - La prima tocca a lui, lo si nota per una presa alta al 28’ in mezzo a tante teste. In avvio di ripresa non si fa molti problemi a gettarsi in aria, pur atterrando in modo scomposto. Nel finale uscita bassa seppur su azione poi annullata per fuorigioco, rischia tantissimo con un sombrero a Karamoh.

Di Lorenzo 6 - Spinge meno di Hysaj nel primo tempo, cercando maggiormente il filtrante per Fabian

Manolas 6 - Buon tempismo nella chiusura su Pezzella al 7’, attento anche ad arginare Kucka in affondo in avvio di ripresa. Nel finale rischia il giallo per un calcione in ritardo su Karamoh.

Koulibaly 6.5 - In attesa di capire se resterà o meno al Napoli, fa a sportellate con Cornelius e chiude quando serve. Tiene fede alla sua professionalità.

Hysaj 6 - Qualche spazio sulla fascia lo trova, accompagna Insigne quando gli libera la corsia.

Zielinski 6 - Gli avversari non lesinano contrasti duri pur di arginarlo, coinvolto nel sostenere Demme provando a far intravedere qualità. Un timido dribbling in avvio di secondo tempo. (Dall’88’ Lobotka SV)

Demme 5 - Il Parma gli crea una gabbia attorno che lo costringe alla ricezione qualche metro più indietro: lento nella gestione, non gli si può chiedere qualità. (Dal 62’ Osimhen 7 - Dentro per movimentare un po’ un gioco abulico, al primo pallone che gli arriva attorno, il Napoli segna. Alla seconda giocata, Insigne colpisce il palo. Fisicamente imponente, la sua presenza si fa sentire eccome. Sullo scatto è impressionante)

Fabian 5,5 - Toccato duro dopo 14’, giocando sul centro destra può accentrarsi ed alzare lo sguardo. È suo l’unico tiro del primo tempo, altissimo e nebuloso come la sua prestazione. (Dall’84’ Elmas SV)

Lozano 6,5 - Che sia una nuova partenza per Hirving? Dopo tre minuti semina Pezzella ma il contrasto in area non viene giudicato falloso. Nella prima frazione di gioco è quello che convince di più, almeno ci prova e nella ripresa regala un piccolo sunto del suo dribbling al 59’. Da un suo cross arriva il gol del vantaggio, da un suo tiro in contropiede arriva lo 0-2. (Dall’84’ Politano SV - Chiama Sepe all’intervento basso su di un sinistro dal limite dell’area)

Mertens 6 - Intelligente il velo all’11’, peccato nessuno sia alle sue spalle. Non trovando spazi centrali, trasloca sulla fascia ma comunque non trova la giusta dimensione. Gli serve l’ingresso di Osimhen per riempire l’area e trovare il pallone giusto.  (Dall’88’ Petagna SV)

Insigne 6 - Partita numero 350 con la maglia del Napoli, duetta con Mertens - con risultati alterni - ma quando prova il lancio in obliquo non sempre è preciso, e nemmeno fortunato nel dribbling. Con l’ingresso di Osimhen si aprono spazi anche per lui, ed è liberissimo di battere verso la porta e colpire - sfortunatamente - il palo. Cinico nel farsi trovare nel posto giusto al momento dello 0-2.

Gattuso 6,5 - Si affida alle certezze e riparte da chi lo convinceva già qualche mese fa e da chi lo ha convinto in questo inizio di stagione. Liverani gli chiude sin da subito gli spazi centrali, nel giro di dieci minuti i suoi già arrivano in area di rigore per vie esterne. Non ci sono enormi chance, le emozioni latitano - l’efficienza dei filtranti pure -,ed il Napoli non impegna mai direttamente Sepe. Nella ripresa il canovaccio non cambia, il gioco manca e gli spazi pure - il caldo e la condizione incidono in maniera relativa. Serve una scossa, l’ingresso di Osimhen è illuminante: il 4-2-3-1 riempie l’area, apre spazi, arriva un gol ed un palo. Il Napoli cambia totalmente faccia, il Parma si sfalda e Lozano punisce con il contropiede che porta allo 0-2 di Insigne. Ha osato con il cambio modulo, il risultato è il massimo. C’è da capire quando impianterà un gioco più verticale, e da questo punto di vista un centrocampista più difensivo della coppia Fabian-Zielinski serve eccome.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    12

    4
    4
    0
    0
  • logo SassuoloSassuoloCL

    10

    4
    3
    1
    0
  • logo AtalantaAtalantaCL

    9

    4
    3
    0
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    8

    4
    3
    0
    1
  • logo JuventusJuventusEL

    8

    4
    2
    2
    0
  • logo InterInterEL

    7

    4
    2
    1
    1
  • logo VeronaVerona

    7

    4
    2
    1
    1
  • logo RomaRoma

    7

    4
    2
    1
    1
  • logo SampdoriaSampdoria

    6

    4
    2
    0
    2
  • 10º

    logo BeneventoBenevento

    6

    4
    2
    0
    2
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    4

    3
    1
    1
    1
  • 12º

    logo FiorentinaFiorentina

    4

    4
    1
    1
    2
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    4

    4
    1
    1
    2
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    4

    4
    1
    1
    2
  • 15º

    logo LazioLazio

    4

    4
    1
    1
    2
  • 16º

    logo BolognaBologna

    3

    2
    1
    0
    1
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    3

    4
    1
    0
    3
  • 18º

    logo ParmaParmaR

    3

    4
    1
    0
    3
  • 19º

    logo CrotoneCrotoneR

    1

    4
    0
    1
    3
  • 20º

    logo TorinoTorinoR

    0

    3
    0
    0
    3
Back To Top