La Gevi Napoli Basket è nella storia: festa incredibile con i tifosi | VIDEO

Basket  
La Gevi Napoli Basket è nella storia: festa incredibile con i tifosi | VIDEO

La Generazione Vincente Napoli Basket è nella storia. La squadra di Milicic dopo 18 anni si aggiudica la finale di Coppa Italia superando i campioni d'Italia della EA7 Emporio Armani Milano con il punteggio di 72-77, ed alza la Coppa con merito dopo l'emozionante e meravigliosa avventura vissuta a Torino. La squadra di Milicic, dopo aver superato nei quarti di finale la capolista del campionato di serie A Germani Brescia, e battuto all'over-time in semifinale la UnaHotels Reggio Emilia, ha sconfitto in finale anche i campioni d'Italia della EA7 Emporio Armani Milano.

Parte subito forte Milano con la bomba di Melli. E' di Sokolowski con un'azione da tre punti il primo canestro di Napoli. Ancora Melli e Zubcic dopo 3 minuti, fissano il punteggio in parità 6-6. Ennis e Zubcic firmano il sorpasso 6-11. Il play azzurro a metà primo quarto firma il canestro del più 7 Gevi Napoli costringendo Messina al time out. Ennis e Sokolowski sono scientifici, è ancora più 7 con il punteggio di 14-21 a due dalla fine del primo periodo.

Mirotic riporta a meno due Milano con una bomba, ma Ennis, con 11 punti realizzati nel primo quarto, chiude il periodo con la Gevi avanti 19-24 Inizia bene il secondo quarto la Gevi con Pullen ed Ennis che portano gli azzurri a più 9. Milano però reagisce con un parziale 7-0. Brown commette il terzo fallo, e sul 26-28 Milicic chiama il primo time out Gevi. Anche Melli commette il terzo fallo. La squadra di Milicic risponde con un contro parziale 0-4 e ritorna a metà periodo sul 26-32. Ennis ispiratissimo con 15 punti segnati riporta Napoli a più 6.

La Gevi difende fortissimo e Pullen trova la sua prima bomba. Messina chiama time out con gli azzurri a più 7 sul 32-39. Il tedesco Voigtmann segna 4 punti, e consente Milano di accorciare a meno 4. L'assist sontuoso di Pullen dietro la schiena per De Nicolao che segna i suoi primi due punti, e Pullen in lunetta regalano alla Gevi nuovamente il più 7. All'intervallo lungo Napoli è avanti 36-43.

Partenza a razzo di Napoli nel terzo quarto con la schiacciata di Owens, e la bomba di Zubcic. La Gevi vola subito a più 12 sul 36-48 Messina chiama subito time out. Melli trova 6 punti consecutivi, e Milano arriva a meno 8. Brown commette il quarto fallo. Milano piazza un parziale 5-0, e torna a meno 3 sul punteggio di 47-50 a quattro muniti dal termine del terzo periodo. Owens sblocca la Gevi sull'assist di Pullen, ed due liberi di Zubcic riportano Napoli avanti di 7.

La squadra di Milicic torna a difendere fortissimo. Il terzo quarto si chiude con la Gevi sempre avanti nel punteggio 53-60. E' di Mirotic il primo canestro dell'ultimo e decisivo quarto. La tensione è altissima. Molti errori da una parte e dall'altra. Milano torna a meno 3 con Melli dalla lunetta. Sokolowski è un leone, ma Melli è scatenato e tiene in vita Milano. Brown con 4 punti consecutivi riporta Napoli a più 7 a metà dell'ultimo quarto. La schiacciata di Owens fissa il punteggio di 62-68 a tre minuti dalla fine.

Ennis firma il più 8 Napoli. Ma Mirotic e Shields con due clamorose bombe accorciano a meno 2 ad un minuto dalla fine. Milicic chiama time out. E' il momento decisivo della finale. Shields firma il sorpasso Milano con un'altra bomba, ma Pullen sempre lui a 14 secondi dalla fine segna la bomba del controsorpasso. 71-73 Gevi Napoli avanti con Messina che chiama time out per l'ultima azione. Ma Milano perde palla Sokolowski, MVP della partita, ed Ennis in lunetta firmano i liberi decisivi che regalano a Napoli con merito la Coppa Italia. Napoli è nella storia.

Ennis è stato il miglior marcatore della gara, 21 i suoi punti. In doppia cifra anche Sokolowski e Pullen con 14 e 13 punti. Zubcic 11, Ennis 21, Pullen 14 , De Nicolao 2, Owens 10, Lever, Sokolowski 13, Brown 6, Dut Mabor, Ebeling n.e, Bamba n.e, Sinagra n.e.

Dichiarazione del Presidente del Napoli Basket Federico Grassi: "Dopo la partita di ieri pensavo fosse un'impresa impossibile. Invece abbiamo scritto la storia della nostra città. E' un grande orgoglio per i tifosi, per la città di Napoli e per i miei soci Alfredo Amoroso e Francesco Tavassi. Abbiamo scritto la storia e riportare la Coppa Italia a casa dopo 18 anni è semplicemente meraviglioso."

Dichiarazione dell'Amministratore Delegato Alessandro Dalla Salda: "Abbiamo vinto una Coppa Italia inaspettata, ma strameritata. Abbiamo giocato benissimo contro tutte le grandi squadre, con una incredibile voglia di arrivare al traguardo finale. Abbiamo un pò bruciato le tappe, ma un'occasione del genere non puoi fartela sfuggire. Siamo nelle prime otto dall'inizio della stagione in campionato, ed abbiamo una città ed i tifosi che ci spingono a questi successi così importanti."

Le dichiarazioni di Coach Igor Milicic: "Abbiamo fatto qualcosa che la città di Napoli ricorderà per sempre. E' un successo anche per i nostri tifosi e per la nostra società. E' stato un grande traguardo per la squadra."

Dichiarazione di Pedro Llompart, Responsabile Area Tecnica Sportiva: "Complimenti per tutta la città di Napoli, per la società e per la nostra proprietà. E' un successo storico siamo molto felici. Non ho davvero parole, ma voglio solo pensare che questo è l'inizio di un grande percorso.

Dichiarazione di Tyler Ennis: "Abbiamo una grandissima chimica ed una fortissima squadra. Ci credevamo 24 ore fa, e ci abbiamo creduto anche oggi" Dichiarazione di Michal Sokolowski: "Siamo contenti di aver fatto felice il popolo di Napoli. Loro ci sono sempre. la vittoria, e la Coppa Italia è tutta per il popolo di Napoli"

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
  • #1

  • #2

  • #3

  • #4

  • #5

Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    83

    32
    26
    5
    1
  • logo MilanMilanCL

    69

    32
    21
    6
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    64

    33
    18
    10
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    59

    32
    16
    11
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo LazioLazioECL

    52

    33
    16
    4
    13
  • logo AtalantaAtalanta

    51

    31
    15
    6
    10
  • logo NapoliNapoli

    49

    33
    13
    10
    10
  • logo TorinoTorino

    45

    32
    11
    12
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    44

    31
    12
    8
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    43

    32
    11
    10
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    39

    33
    9
    12
    12
  • 13º

    logo LecceLecce

    32

    32
    7
    11
    14
  • 14º

    logo CagliariCagliari

    32

    33
    7
    11
    15
  • 15º

    logo VeronaVerona

    31

    33
    7
    10
    16
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    31

    33
    8
    7
    18
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    28

    32
    4
    16
    12
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    27

    32
    6
    9
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    26

    32
    6
    8
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    32
    2
    9
    21
Back To Top