Il Mattino - A Bologna la rinascita di Lozano: Spalletti ha ritrovato il Chucky

Rassegna Stampa  
LozanoLozano

Ultimissime sul Napoli calcio di Spalletti che ritrova Lozano con una doppietta a Bologna dopo l'espulsione in Coppa Italia in pochi minuti contro la Fiorentina

Ultimissime sul Napoli calcio di Spalletti che ritrova Lozano con una doppietta a Bologna dopo l'espulsione in Coppa Italia in pochi minuti contro la Fiorentina.

A Bologna la rinascia di Lozano

Il Mattino fa l'analisi dettagliata su Lozano che torna a sorprendere nel Napoli:

È il pomeriggio dell’orgoglio ritrovato per Lozano. Ma anche per tutto il Napoli. Dopo il disastro combinato in Coppa Italia, la squadra lasciata in dieci dopo appena venti minuti dal suo ingresso in campo, eccola la rinascita del Chucky che nello stadio (quasi) vuoto di Bologna ritrova se stesso, libero dal Covid e da un bel po’ di altre sciagure. Una doppietta (l’ultima ai tempi del Psv, al Vitesse: il 7 aprile 2019), lui che non segnava un gol dal 3 ottobre con la Fiorentina, e che in questi mesi si era un po’ spento, nonostante la fiducia illimitata che Lucianone gli ha sempre concesso. 106 giorni senza segnare in campionato. Non un digiuno, di più. Certo, nel mezzo quel golletto al Legia Varsavia. Ma in fondo poca roba, spicciola. Bentornato Chucky, in fondo era pure ora che tornasse a segnare e ad essere decisivo. E non fa nulla per quella rete divorata nel primo tempo e il contropiede sciupato sul 2-0. Terminale offensivo del gioco a tutto campo del Napoli spettacolare che ha dominato il povero Mihajlovic. C’è tanta magia in questo Lozano che aveva voglia di rifarsi e che adesso si capisce che il sangue in quelle vene è cambiato, ed è bollente, incandescente come lava. Una grande reazione. Certo, come è più facile la vita quando hai a disposizione Zielinski, Fabian, Mario Rui, e puoi concederti di avere finalmente tra i convocati tutti e tre gli attaccanti. Sì, la notte è passata. La strada è ritrovata, con il ritorno di un bel po’ di gente, le combinazioni a tutto campo tra quelli che fino ad adesso non c’erano e erano a pezzi, col fiatone. Tutto il peso su pochi ma il Napoli ritorna a volare. E ora non deve più fermarsi. «È stata una serata perfetta - dice Lozano - la squadra ha giocato benissimo e noi dobbiamo pensare una partita alla volta. Siamo tornati in tanti, ho vissuto questo rientro in maniera difficile perché sono tanti 15 giorni fermi: ora devo lavorare di più, la gamba è stanca, ma va bene così. Lo scudetto? Pensiamo solo che il campionato è lungo e dobbiamo pensare alla prossima gara, con la Salernitana. Non è stato facile col Bologna, il campo era brutto. Io erede di Insigne? Decide Spalletti cosa dovrò fare. Ma sono contento per Osimhen, so quello che ha passato, l’ho vissuto anche io, non è semplice giocare con la maschera e con la paura. Deve abituarsi e supererà questo momento», dice ai microfoni di Dazn. 

Di lotta e di governo, di manovra e di chiusura. Perché mica è solo due gol (non male considerando che è un attaccante), ma anche attitudine difensiva. La partita di Lozano è stata completa, gagliarda, precisa e intelligente. Sono stati minuti lunghissimi quelli che hanno visto trascorrere sul tabellone luminoso del Dall’Ara sia Hickey sia, soprattutto, Theate. Il Chucky partiva sempre con il tempo giusto, bon coperto da Di Lorenzo che ha, volontariamente, limitato il suo raggio d’azione, facendo da scudiero al messicano. Sia nel primo sia nel secondo gol c’è la qualità nel movimento a rientrare verso la trequarti centrale e l’area di rigore, approfittando anche dei metri aperti da Mertens. Hickey e Theate, semplicemente, non lo tengono: è l’uomo del match. Oltre alle due reti, altri due tiri verso lo specchio, ben 11 duelli di cui 7 vinti: vanno aggiunti anche 4 tackle difensivi vinti.

Tutte le news sul calciomercato Napoli e sul Napoli

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    86

    38
    26
    8
    4
  • logo InterInterCL

    84

    38
    25
    9
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo JuventusJuventusCL

    70

    38
    20
    10
    8
  • logo LazioLazioEL

    64

    38
    18
    10
    10
  • logo RomaRomaECL

    63

    38
    18
    9
    11
  • logo FiorentinaFiorentina

    62

    38
    19
    5
    14
  • logo AtalantaAtalanta

    59

    38
    16
    11
    11
  • logo VeronaVerona

    53

    38
    14
    11
    13
  • 10º

    logo TorinoTorino

    50

    38
    13
    11
    14
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    50

    38
    13
    11
    14
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    47

    38
    11
    14
    13
  • 13º

    logo BolognaBologna

    46

    38
    12
    10
    16
  • 14º

    logo EmpoliEmpoli

    41

    38
    10
    11
    17
  • 15º

    logo SampdoriaSampdoria

    36

    38
    10
    6
    22
  • 16º

    logo SpeziaSpezia

    36

    38
    10
    6
    22
  • 17º

    logo SalernitanaSalernitana

    31

    38
    7
    10
    21
  • 18º

    logo CagliariCagliariR

    30

    38
    6
    12
    20
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    28

    38
    4
    16
    18
  • 20º

    logo VeneziaVeneziaR

    27

    38
    6
    9
    23
Back To Top