Ricomincio da qui...

Primo Piano  
Ricomincio da qui...

Cosa ci lascia la Supercoppa in Arabia Saudita in chiave Napoli.

Napoli Calcio - Cosa ci lasciano questi giorni in terra d'Arabia per il Napoli? Se riavvolgiamo il nastro bisogna dire, con molta onestà intellettuale, che nemmeno il più inguaribile degli ottimisti si sarebbe aspettato due prestazioni così cazzute degli azzurri. La rete di Lautaro nel finale di gara ha tolto lo sfizio della lotteria dei rigori che avrebbe anche potuto premiare chissà i partenopei. Dal fischio finale di ieri, il 99% di tifosi ed addetti ai lavori ha scelto di focalizzarsi su Rapuano anziché valutare i passi in avanti fatti nel complesso dalla squadra.

Mazzarri, lo abbiamo detto già qualche tempo fa, ha finalmente capito che il copia e incolla nel calcio non esiste. Anche lo stesso presidente De Laurentiis, facendo l'esempio della carta carbone, ha di fatto confermato ciò che da settimane abbiamo spiegato con molta franchezza. Il bicchiere è dunque mezzo pieno perché questa squadra, al netto di assenze pesanti e scelte di mercato, ha mostrato di avere almeno un'anima pur non risultando esteticamente gradevole. Per il circo, il possesso palla e altro c'è tempo. Il Napoli adesso ha bisogno di essere semplice, veloce e senza troppi ghirigori.

Dall'Arabia Saudita ne esce un Napoli con delle certezze. La difesa a tre o cinque - bisognerebbe spiegare a chi ama i numeri che esistono due fasi di gioco, le scalate che a volte ti fanno mettere a quattro e così via - ha in qualche modo arginato la vulnerabilità di una squadra che stava troppo alta con la linea non avendo però calciatori in grado di coprire la profondità. Si è visto un gioco più essenziale con ripartenze di mazzarriana memoria tipo quella storica che portò al gol di Cavani in quel Manchester City-Napoli nella prima Champions League dell'era ADL. 

Può bastare? Per adesso è già tanto se consideriamo in quale stato si trovava il Napoli. Si può certamente crescere anche con i nuovi innesti ed i ritorni di Osimhen e Anguissa (due di non poco conto). Le basi ci sono, bisogna solo proseguire su questa strada. Il Napoli ha capito che ora come ora non serve lo smoking, ma un qualcosa casual. Bisogna dunque ricominciare da qui. Sprecare tempo e fiato su Rapuano e presunti complotti è un esercizio che non aiuta. C'è una zona Champions da agguantare, possibilmente senza piangersi addosso ma con l'orgoglio di chi vuole giocarsela fino alla fine.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    82

    31
    26
    4
    1
  • logo MilanMilanCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    62

    31
    18
    8
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    58

    31
    16
    10
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo AtalantaAtalantaECL

    50

    30
    15
    5
    10
  • logo NapoliNapoli

    48

    31
    13
    9
    9
  • logo LazioLazio

    46

    31
    14
    4
    13
  • logo TorinoTorino

    44

    31
    11
    11
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    43

    30
    12
    7
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    42

    31
    11
    9
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    38

    31
    9
    11
    11
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    30

    31
    7
    9
    15
  • 14º

    logo LecceLecce

    29

    31
    6
    11
    14
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    28

    31
    4
    16
    11
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    28

    31
    7
    7
    17
  • 17º

    logo VeronaVerona

    27

    31
    6
    9
    16
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    26

    31
    6
    8
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    25

    31
    6
    7
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    31
    2
    9
    20
Back To Top