Legge Melandri e nuovi criteri minutaggio giovani sui diritti Tv: quanto può incassare il Napoli | FOCUS

Primo Piano  
Legge Melandri e nuovi criteri minutaggio giovani sui diritti Tv: quanto può incassare il Napoli | FOCUS

Il nuovo DPCM ha stabilito i nuovi criteri di minutaggio giovani in serie A per i prossimi 36 mesi.

“La Melandri ha distrutto prima il cinema e poi il calcio” disse Aurelio De Laurentiis il 2 marzo 2023 in una lunga intervista rilasciata a Radio 24. Il presidente del Napoli, non è un mistero, è sempre stato promotore della modifica tout court della Legge Melandri che regola i diritti televisivi del nostro calcio. Nel 2017 e 2018, la Legge fu modificata rispetto ai criteri esistenti. 

Nel 2017, la ‘nuova’ Legge Melandri prevedeva la distrubUnione dei ricavi televisivi su questa base:  

  • 50% in parti uguali tra tutti i club;
  • 30% in base ai risultati sportivi (15% legata ai risultati dell’ultimo campionato, 10% sui risultati degli ultimi 5 campionati precedenti all’ultimo, 5% legati ai risultati storici);
  • 20% in base al radicamento sociale (8% audience tv e 12% spettatori allo stadio).

Nel 2019 ci fu un’altra modifica del procedimento di distribuzione dei proventi televisivi. Venne integrato anche il minutaggio dei giovani. Una novità che inseriva una quota pari ad almeno l’1,1% dei ricavi complessivi - si legge su Calcio e Finanza - da distribuire in base ai “minuti giocati nel campionato di serie A da giocatori di età compresa tra 15 e 23 anni, formati nei settori giovanili italiani e che siano tesserati da almeno trentasei mesi ininterrotti per la società presso la quale prestano l’attività sportiva, comprendendo nel computo eventuali periodi di cessione a titolo temporaneo a favore di altre società partecipanti ai campionati di serie A o di serie B o delle seconde squadre partecipanti al campionato di serie”. 

Attualmente la Legge prevede i seguenti criteri di ripartizione ricavi tv della Serie A:

  • 50% in parti uguali tra tutti i club;
  • 28% in base ai risultati sportivi;
  • 22% in base al radicamento sociale (di cui almeno il 5% del 22% legato al minutaggio dei giovani).

 

Nuovo Dpcm sul minutaggio giovani Legge Melandri

Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ha stabilito quali sono i nuovi criteri per il minutaggio dei giovani (già valido per il girone di ritorno di questa annata) che inciderà sulla ripartizione dei diritti televisivi. Dal conteggio sono esclusi i minuti di recupero e le ultime 3 giornate di serie A. Sulla base dei criteri sopra descritti si procede alla determinazione dei minuti giocati (minutaggio complessivo), per ciascuna delle stagioni sportive ricomprese nei 36 mesi, stilando una graduatoria delle singole squadre. Ecco i nuovi criteri del minutaggio giovani:

  • per i calciatori che, nella stagione di riferimento, rientrano nella categoria Under 18 si considera il 100% dei minuti giocati;
  • per i calciatori che, nella stagione di riferimento, rientrano nella categoria Under 19 si considera il 90% dei minuti giocati;
  • per i calciatori che, nella stagione di riferimento, rientrano nella categoria Under 20 si considera l’80% dei minuti giocati;
  • per i calciatori che, nella stagione di riferimento, rientrano nella categoria Under 21 si considera il 70% dei minuti giocati;
  • per i calciatori che, nella stagione di riferimento, rientrano nelle categorie Under 22 e Under 23 si considera il 50% dei minuti giocati;
  • per i giovani calciatori convocati dalla Nazionale Italiana, sia Nazionale A che Under 21, nella stagione di riferimento, la quota di minuti giocati, determinata ai sensi del presente decreto, è incrementata del 30%”.

In chiave Napoli, tenendo conto dei nuovi criteri minutaggio giovani italiani in vigore da questo girone di ritorno e validi per i prossimi 36 mesi, rientrano per questa stagione: Raspadori (U-23 - 359’), Zanoli (U-23 - 420’ alla Salernitana), Gaetano (U-23 - 99’ con il Napoli e 356’ Cagliari), Caprile (U-22 - 1080' Empoli),  Ambrosino (U-20 - 886' Catanzaro).

Quanto si può ricavare con il minutaggio giovani? L’attuale Legge prevede una somma complessiva di 12 milioni di euro. Al primo classificato va il 10% (1,2 milioni) mentre all’ultimo 240mila euro. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    92

    36
    29
    5
    2
  • logo MilanMilanCL

    74

    36
    22
    8
    6
  • logo BolognaBolognaCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo AtalantaAtalantaEL

    63

    35
    19
    6
    10
  • logo RomaRomaECL

    60

    36
    17
    9
    10
  • logo LazioLazio

    59

    36
    18
    5
    13
  • logo FiorentinaFiorentina

    54

    36
    15
    9
    12
  • logo NapoliNapoli

    52

    37
    13
    13
    11
  • 10º

    logo TorinoTorino

    50

    36
    12
    14
    10
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    46

    36
    11
    13
    12
  • 12º

    logo MonzaMonza

    45

    36
    11
    12
    13
  • 13º

    logo LecceLecce

    37

    36
    8
    13
    15
  • 14º

    logo VeronaVerona

    34

    36
    8
    10
    18
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    33

    36
    5
    18
    13
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    33

    36
    7
    12
    17
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    32

    36
    8
    8
    20
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    32

    36
    7
    11
    18
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    29

    36
    7
    8
    21
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    16

    36
    2
    10
    24
Back To Top