Bucchioni: "Il 20 giugno riparte un campionato falsato: resta la paura della quarantena e un nuovo stop. Sky tratta sul chiaro, oggi il calendario"

Notizie  
Bucchioni: Il 20 giugno riparte un campionato falsato: resta la paura della quarantena e un nuovo stop. Sky tratta sul chiaro, oggi il calendario

News calcio, Bucchioni sulla ripresa del campionato

Ultime calcio - Scrive Enzo Bucchioni nel suo editoriale per Tuttomercatoweb:

Bucchioni

"Dunque il venti giugno ripartono, come sapete, la A e la B. La massima serie ricomincia dai quattro recuperi per sistemare la classifica. Tutto il campionato vero e proprio con dodici giornate da giocare, riaccenderà i motori il 23 e il 24 giugno, poi via a tutta randa, domenica, mercoledì, domenica, fino alla fine di luglio. Poi, in agosto, scenderanno in campo Champions ed Europa League.

E che Dio ce la mandi buona e senza vento, diceva quello. I dubbi e le perplessità infatti restano, le incertezze pure, ma in un Paese che sta cercando di ripartire e di ritrovarsi era giusto che ci provasse anche il calcio.

E se saltasse fuori qualche positivo?

La domanda è sempre la stessa e la commissione tecnica scientifica non ha voluto sentire ragioni (almeno per ora), nel caso, tutta la squadra del contagiato dovrà andare in quarantena per due settimane. A quel punto il campionato dovrebbe fermarsi di nuovo passando alla formula Play-off, Play-out. Se anche così non ci fossero possibilità di giocare, la classifica sarebbe cristallizzata al momento dello stop. Queste le garanzie offerte dal calcio a Spadafora, assieme a un rigido protocollo che prevede gare a porte chiuse, al massimo 300 ammessi fra tutti gli addetti ai lavori, distanziamento negli spogliatoi e in campo, vietati abbracci e contatti, tutti a distanza arbitro compreso, staff medico con mascherine, tamponi ogni tre giorni, controlli a tappeto.

Per ripartire era logico accettare qualsiasi condizione, ma sappiamo benissimo che riprende un campionato falsato in nome e per conto del Dio Denaro. Niente sarà come prima, ovvio. Sarà impossibile ritrovare la stessa condizione fisica e mentale di marzo, di sicuro ci saranno sorprese nel rendimento con gare ogni tre giorni e il caldo, senza pubblico, senza intensità, senza adrenalina, con le partite che sembrano allenamenti si avvantaggeranno di sicuro i giocatori più tecnici. Giocando spesso ci guadagnerà chi avrà la panchina lunga. E poi il rischio di infortuni è alto e le incognite sulla preparazione pure. Non scommetto un centesimo sulla conferma dei valori espressi fino a inizio marzo. Se questo non è un campionato falsato, cos’è? Tornando a noi, oggi conosceremo esattamente il calendario di questa estate di pallone. Orari compresi. E le polemiche stanno già scoppiando. Non si può giocare alle 17 in giugno e soprattutto luglio, dicono in tanti. C’è chi spinge per andare in campo alle 19, alle 21 e alle 23.

Poi c’è anche chi, come il Milan, s’è già scagliato contro le semifinali di ritorno di coppa Italia il 13 e il 14 giugno con finale il 17. Intravede un vantaggio per la Juve che dopo tre mesi di stop con squadre in rodaggio, avrà dalla sua la qualità dell’organico. Ma le polemiche non finiscono qui e nella riunione di Lega di oggi ci saranno scintille, della quarantena che in molti volevano di una settimana ho già detto, ma c’è anche il problema Pay Tv che (per ora) non hanno pagato l’ultima rata del contratto. Anche loro dicono che il campionato è falsato, ma c’è qualcosa che non torna. Non s’è fatto di tutto per tornare a giocare proprio per incassare i soldi delle televisioni? Mettetevi d’accordo, e non è un modo di dire. A questo proposito nella discussione dovrebbe entrare anche la proposta ministeriale di avere un canale in chiaro, tipo diretta gol, per evitare il rischio di assembramenti fuori dagli stadi o nei locali pubblici. Si parlerà anche di questo e le pay-tv, ovvio, chiederanno in cambio sconti a go-go. E forse ipoteche sul rinnovo dei diritti televisivi del prossimo triennio. Fra i presidenti della serie A circola la proposta di giocare soltanto 19 giornate, in pratica un girone, per poi affidarsi ai play-off per le prime dieci e ai play-out per le ultime dieci. Una sorta di roulette russa, vediamo se passerà. Per rimanere al caro tema mercato, anche qui una domanda: quando si farà? Probabilmente nel mese di settembre. In attesa, c’è chi si mette avanti. L’Inter ha fatto sapere al Barcellona che per Lautaro non vuole giocatori in cambio, ma la clausola da 111 milioni di euro. Al massimo, questo lo dico io, Marotta e Ausilio sarebbe disposti ad accettare 90 milioni più un giocatore da venti, di sicuro non quei 3-4 proposti dai blaugrana con poco cash".

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    75

    31
    24
    3
    4
  • logo LazioLazioCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo AtalantaAtalantaCL

    66

    31
    20
    6
    5
  • logo InterInterCL

    64

    30
    19
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    51

    31
    15
    6
    10
  • logo NapoliNapoliEL

    51

    31
    15
    6
    10
  • logo MilanMilan

    49

    31
    14
    7
    10
  • logo SassuoloSassuolo

    43

    31
    12
    7
    12
  • logo VeronaVerona

    42

    30
    11
    9
    10
  • 10º

    logo BolognaBologna

    41

    31
    11
    8
    12
  • 11º

    logo CagliariCagliari

    40

    31
    10
    10
    11
  • 12º

    logo ParmaParma

    39

    31
    11
    6
    14
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    35

    31
    8
    11
    12
  • 14º

    logo TorinoTorino

    34

    31
    10
    4
    17
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    32

    30
    8
    8
    14
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    32

    31
    9
    5
    17
  • 17º

    logo LecceLecce

    28

    31
    7
    7
    17
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    27

    32
    6
    10
    16
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    21

    31
    5
    6
    20
  • 20º

    logo SpalSpalR

    19

    30
    5
    4
    21
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top