Pagelle Verona-Napoli: Zielinski tremendo, Insigne cresce! Ospina sicuro, l'asse Ghoulam-Lozano chi se l'aspettava?

Le Pagelle  
Pagelle Verona-Napoli: Zielinski tremendo, Insigne cresce! Ospina sicuro, l'asse Ghoulam-Lozano chi se l'aspettava?

Pagelle Verona-Napoli 0-2, le pagelle di CalcioNapoli24 per il match di Serie a della 27a giornata di Serie A

Serie A - Pagelle Verona-Napoli. Vittoria degli azzurri per 0-2 al Bentegodi, arrivano le pagelle della squadra di Gattuso a match finito. Le pagelle di CalcioNapoli24.it sul Napoli.

Lozano

Pagelle Verona-Napoli Serie A

Ospina 6,5 - Ritorna tra i pali dopo essersi perso la finale dell’Olimpico, Verre lo grazia a porta vuota. Pronto sul sinistro di Di Carmine e volo plastico su Veloso, preciso quando lancia con i piedi. In due tempi su Veloso al 53’, centrale, e coraggioso in uscita su Di Carmine.

Di Lorenzo 5,5 - Lazovic non gli permette di attaccare quanto potrebbe, ma dopo la mezz’ora va in diagonale e trova maggiori spazi. Verso l’ora di gioco il Verona lo prende di mira e passa con inaspettata facilità.

Maksimovic 6 - L’uomo più in forma del momento non ha davanti a se un vero attaccante di ruolo, non ha molti punti di riferimento. Con l’ingresso di Pazzini, gli prende le misure e lo chiude in maniera pazzesca al 76’.

Koulibaly 6,5 - Si prende subito cura di Di Carmine, sembra un duello facile ma in realtà non è così: gli dà un contentino dal punto di vista dello spazio e delle occasioni, poi amministra.

Hysaj 6 - Gattuso gli dà fiducia e lo manda in un ruolo non propriamente suo, al 22’ il pallone è nella sua zona ma lui è da tutt’altra parte dopo gli sviluppi dell’azione. Tolto questo, accompagna l’azione con continuità. (Dal 67’ Ghoulam 6,5 - Rivederlo in campo dopo 261 giorni, otto mesi e 21 giorni, è già qualcosa. Il piedino sul corner dello 0-2 è una delizia, cosa ci siamo persi in questi anni)

Zielinski 7,5 - Agisce da mezz’ala sinistra, Veloso lo tocca duro dopo 10’, poi aiuta la manovra quando Demme è impossibilitato. Sgusciante al 18’ quando arriva al tiro ed impegna Silvestri, fluido e poderoso quando accelera e taglia il campo. Una prestazione tremenda a cui il giudizio testuale non può rendere giustizia.

Demme 6 - Il triangolo formato da Veloso, Verre ed Amrabat lo mette nella condizione di dover demandare compiti di costruzione ad Allan e Zielinski. Quando si spinge verso l’area, non gli lesinano tackle duri. (Dal 72’ Lobotka 6 - Rispetto a Demme è più dinamico, evita l’ardore di Amrabat)

Allan 6,5 - Si rivede dal 1’ dopo lo scarno quarto d’ora in Coppa Italia, rischia qualcosa andando a deviare il corner di Veloso. Col passare dei minuti dimostra di avere gamba anche per andare a pressare gli avversari. Silvestri gli chiude la porta ad inizio ripresa. (Dal 67’ Fabian 6 - Gattuso lo sfrutta per aumentare la pericolosità offensiva e per cercare di abbassare il baricentro veronese)

Politano 6,5 - Inoperoso per metà primo tempo - 16 palloni toccati al 45’ -, si mette in moto tagliando verso il centro e mette la sua firma grazie al corner per Milik. Incisivo quando può rientrare sul sinistro, cercare suggerimenti per i compagni o anche arrivare al tiro. (Dall’84’ Lozano 6 - Un primo, piccolo, gesto di distensione da parte di Gattuso nei confronti della popolazione messicana. Al posto giusto nel momento giusto, e torna al gol e al sorriso. Si divora il raddoppio, e meno male che non influisce sul risultato)

Milik 6,5 - Al Bentegodi si presenta forte del fatto che il Verona sia la squadra contro cui ha la miglior media minuti/gol in Serie A (uno ogni 47’): non benissimo quando prova le sponde strette con Insigne, cerca di tirar fuori un centrale avversario andando incontro alla palla. Preciso con la testata del vantaggio, minimo contributo massimo rendimento. (Dal 72’ Mertens 6 - Cerca la profondità, trotterella anche perchè il finale è di marca veronese)

Insigne 7 - Non si dedica al dribbling forsennato sulla fascia, bensì fronte alla porta tenta la giocata per vie centrali con risultati onesti. Amrabat gli nega sulla linea di porta il vantaggio, era di un filo in offside. Forse tocca pochi palloni nel primo tempo (solo Milik e Politano ne toccano di meno), ma la qualità non ne risente. Ammirevole la volata al 71’ di 50 metri, nel finale è più nel centro del gioco e peccato che non inquadri lo specchio. Cresce in maniera esponenziale.

Gattuso 7 - Cambia mezza squadra dopo la Coppa Italia, alla ricerca della quinta vittoria nelle prime sei trasferte di A sulla panchina del Napoli: nessuno c’è mai riuscito. A differenza di Inter e Juventus, l’inizio è arrembante con tanto di primo pressing più che accennato sui tre difensori dell’Hellas - ricambiato dagli uomini di Juric. Quando trova il varco giusto, i suoi riescono anche ad arrivare al tiro concretizzando il 73% di possesso a metà primo tempo. Si lamenta per qualche calcione di troppo, battibeccando con Juric, ma mantenendo al tempo stesso le distanze tra i reparti, l’organizzazione difensiva. Il gol permette agli azzurri di giocare con maggiore scioltezza senza momenti di relax, nonostante i ritmi non eccezionali le trame di gioco sono interessanti e fluide - soprattutto ad inizio ripresa sulla fascia destra. Dopo l’ora di gioco il Verona tenta l’assalto, ma la squadra conferma la bontà nel sapersi sacrificare senza sbracare. Gestione ottimale di tutti i cambi, lo 0-2 confezionato sull’asse Ghoulam-Lozano è un cioccolatino.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo GenoaGenoaCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo VeronaVeronaCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo JuventusJuventusCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo MilanMilanEL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo FiorentinaFiorentinaEL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo CagliariCagliari

    1

    1
    0
    1
    0
  • logo SassuoloSassuolo

    1

    1
    0
    1
    0
  • logo AtalantaAtalanta

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo BeneventoBenevento

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo InterInter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo LazioLazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo SpeziaSpezia

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo TorinoTorino

    0

    1
    0
    0
    1
  • 16º

    logo BolognaBologna

    0

    1
    0
    0
    1
  • 17º

    logo ParmaParma

    0

    1
    0
    0
    1
  • 18º

    logo CrotoneCrotoneR

    0

    1
    0
    0
    1
  • 19º

    logo RomaRomaR

    0

    1
    0
    0
    1
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    0

    1
    0
    0
    1
Back To Top