Volpecina: "Sono spesso a Torino, ma non collaboro con la Juve: mi avrebbero tolto la pelle di dosso. Rispetto si, ma paura no..."

Le Interviste  
Volpecina, ex calciatore del NapoliVolpecina, ex calciatore del Napoli

Trent'anni fa giocò, segnò e vinse. Altri tempi, altro calcio, altre squadre d'accordo ma le sensazioni e il tipo di partita più o meno si somigliano. Peppe Volpecina, terzino di fascia sinistra con il Napoli scudettato di Maradona, oggi ha un legame particolare con la città di Torino, un legame calcistico e a Il Mattino dichiara: «Ci vado spesso perché lavoro, faccio l'osservatore. Segnalo i ragazzi più in gamba, ma al Torino non alla Juventus. Amici e familiari mi avrebbero tolto la pelle di dosso se avessi collaborato con i bianconeri, dalle mie parti esiste il Napoli e basta. Trasferta storicamente tabù per noi ma da quella volta niente fu più come prima, né per noi né per loro. Tant'è vero che due campionati dopo il Napoli fece cinque gol ai bianconeri».

Il 3-1 nella stagione del primo scudetto è impossibile da dimenticare:

«Esatto, provocò la nostra reazione, anzi la nostra rabbia. In effetti si è sempre detto che senza quella rete non ci sarebbe stata la risposta del Napoli. Che fu veemente, immediata perché sapevamo che in un modo o nell'altro quel match avrebbe segnato la storia del campionato. Non ci fu partita nel secondo tempo, segnammo tre volte ma oltre alle reti il ricordo più nitido che ho sono le parate di Tacconi: evitò almeno altri due gol. Eravamo a pochi secondi dalla fine, partì il nostro contropiede con Carnevale e Ferrara e su una deviazione fortuita mi arrivò la palla: avevo il guardalinee alle spalle, non vidi niente di anomalo, tirai con il sinistro a occhi chiusi e andò bene». 

Andarsi a giocare lo scudetto in casa della Juventus potrebbe far venire la tremarella a qualcuno?

«Dico una frase fatta: rispetto sì, paura no. Come facemmo noi: loro erano molto forti ma in cuor nostro sapevamo di avere Maradona che poteva cambiare il risultato quando e come voleva. Oggi la Juventus ha un tasso tecnico indiscutibilmente superiore, il fuoriclasse del Napoli si chiama gioco. Che magari non è quello di un mese fa però resta di un'altra qualità rispetto a quello bianconero».

Altre Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    56

    20
    18
    2
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    47

    20
    15
    2
    3
  • logo InterInterCL

    40

    20
    12
    4
    4
  • logo MilanMilanCL

    34

    20
    9
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    33

    20
    9
    6
    5
  • logo LazioLazioEL

    32

    20
    9
    5
    6
  • logo AtalantaAtalanta

    31

    20
    9
    4
    7
  • logo SampdoriaSampdoria

    30

    20
    8
    6
    6
  • logo ParmaParma

    28

    20
    8
    4
    8
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    27

    20
    6
    9
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    27

    20
    6
    9
    5
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    26

    20
    6
    8
    6
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    21

    20
    4
    9
    7
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    20

    20
    5
    5
    10
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    18

    20
    4
    6
    10
  • 16º

    logo SpalSpal

    18

    20
    4
    6
    10
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    17

    20
    4
    5
    11
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    14

    20
    2
    8
    10
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    10

    20
    1
    7
    12
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    8

    20
    1
    8
    11
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top