Marco Ferrante: "Insigne una conferma, Osimhen una sorpresa. ADL ha sbagliato a mettere in discussione Gattuso. Conte? Non fa la differenza"

Le Interviste  
marco ferrantemarco ferrante

Marco Ferrante parla del Napoli

Napoli - “Veder vincere sempre la Juventus, negli ultimi anni, aveva reso la Serie A un po’ noiosa. Grazie all’avvento di Conte è cambiato qualcosa nella mentalità dell’Inter che ha portato alla conquista dello Scudetto - queste le parole di Marco Ferrante, ex calciatore, fra le tante, di Napoli ed Inter, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione in onda su 1 Station Radio -. Ad Antonio è stato allestito un organico importantissimo, e nonostante abbia vinto il campionato, ha fatto uno scivolone clamoroso non superando i gironi di Champions. Alcuni allenatori possono fare la differenza, ma questo non riguarda Conte. A mio avviso, in Italia c’è solo Gasperini che fa la differenza. Torino? Ormai sono anni che milita nelle zone basse della classifica, anche l’anno scorso si è salvato per demeriti delle altre, un po’ come sta accadendo col Benevento in questa stagione. Alcune decisioni arbitrali non hanno aiutato i giallorossi, ci sono stati degli episodi contestabili, ma c’è da fare anche un mea culpa per il crollo avuto nel girone di ritorno. Se Simone Inzaghi facesse un regalo a suo fratello Pippo, stasera, i campani si giocherebbero tutto nello spareggio dell’ultima di campionato contro i granata. Io credo che la Lazio non regalerà nulla al Torino, non c’è nulla di scontato. In chiave salvezza, ottimo il colpo di coda dello Spezia. Napoli-Verona? Non sarà una passeggiata per gli azzurri, Milan-Cagliarifa scuola. I sardi, ormai già salvi, hanno festeggiato bevendo birra prima del match e, a mente sgombra, hanno bloccato i rossoneri sul pareggio. Gattuso? Ci starebbe una sua conferma, viste le cose importanti che ha fatto. A Napoli si è parlato troppo di tanti allenatori, e, per me, l’errore non sarebbe stato confermare il calabrese, bensì mettere in discussione Rino a metà stagione. I panni sporchi si lavano in famiglia e questa è una delle pecche di De Laurentiis. Il presidente ha destabilizzato l’ambiente e ha fatto perdere 4-5 punti. Se Ringhio dovesse andar via, lo farebbe da vincitore. Milan-Atalanta? Ancora una volta, la fortuna aiuta la Juve, anche se nulla è scontato visto che domani c’è la finale di Coppa Italia. Insigne? Lui non è una sorpresa, ma una conferma. Chi mi ha sorpreso è stato Osimhen: mi sembra anarchico ed imprevedibile come lo era Lavezzi, ma dalla sua ha una struttura fisica imponente e sono convinto che migliorerà tantissimo”.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • logo MilanMilanCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo JuventusJuventusCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo NapoliNapoliEL

    77

    38
    24
    5
    9
  • logo LazioLazioEL

    68

    38
    21
    5
    12
  • logo RomaRoma

    62

    38
    18
    8
    12
  • logo SassuoloSassuolo

    62

    38
    17
    11
    10
  • logo SampdoriaSampdoria

    52

    38
    15
    7
    16
  • 10º

    logo VeronaVerona

    45

    38
    11
    12
    15
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    42

    38
    10
    12
    16
  • 12º

    logo BolognaBologna

    41

    38
    10
    11
    17
  • 13º

    logo UdineseUdinese

    40

    38
    10
    10
    18
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    38
    9
    13
    16
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    39

    38
    9
    12
    17
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    37

    38
    9
    10
    19
  • 17º

    logo TorinoTorino

    37

    38
    7
    16
    15
  • 18º

    logo BeneventoBeneventoR

    33

    38
    7
    12
    19
  • 19º

    logo CrotoneCrotoneR

    23

    38
    6
    5
    27
  • 20º

    logo ParmaParmaR

    20

    38
    3
    11
    24
Back To Top