Albertini: "Non tutti remano nella stessa direzione. Rino ha denunciato un malessere di squadra che va oltre la sconfitta"

Le Interviste  
Albertini: Non tutti remano nella stessa direzione. Rino ha denunciato un malessere di squadra che va oltre la sconfitta

Albertini su Gattuso e il Napoli

Ultime calcio Napoli - Demetrio Albertini ha parlato di Gattuso e della sfida col Milan al Corriere del Mezzogiorno:

Albertini

Lei che conosce bene il tecnico del Napoli, ci aiuta a decriptare il suo sfogo?

«Rino è un allenatore di temperamento, ha costruito una squadra d’attacco e ormai ha accumulato grande esperienza. Ricordiamoci che è subentrato alla guida di questa squadra in un momento di difficoltà e ha ricostruito il gruppo. Le sue dichiarazioni vanno contestualizzate».

Facciamolo.

«Il calcio è lo sport più individualista fra gli sport di squadra. Nelle difficoltà occorre pensare con una testa unica, da team, lasciando dietro le problematiche personali. Conoscendo i propri giocatori, Gattuso che sente ogni discorso nello spogliatoio, avrà pensato che qualcuno era distratto».

L’atteggiamento può soffocare la qualità, indubbia, degli uomini del Napoli?

«Non basta la tecnica per vincere, lo ha detto anche Rino. Ha parlato di approccio, perciò non ritengo che il suo monito fosse diretto esclusivamente alla sfida con il Milan. Mi pareva mirato alle ambizioni dell’intera stagione. Tanti buoni giocatori non necessariamente creano una squadra: ci vuole un pensiero comune. Questo credo intendesse denunciare».

Il Napoli, al di là della battuta d’arresto, resta una delle principali accreditate al successo finale?

«Assolutamente sì. Le frasi di Gattuso erano una sorta di avviso ai naviganti. Ben consapevole che sulla stessa barca, anche se ci sono bravi rematori, occorre che tutti spingano nella stessa direzione. Conoscendolo, domenica notte avrà rosicato ma dal giorno dopo era già sul pezzo per far mutare atteggiamento a chi non era allineato».

Ma lei come spiega questo mancato salto di qualità ogniqualvolta l’asticella si alza?

«I meccanismi si sono conoscono solo dall’interno. Ogni piazza ha le proprie peculiarità».

A suo avviso, Gattuso abituato per tanti anni a una piazza come Milano, più distaccata ma anche più organizzata ha sofferto l’inserimento in un nuovo ambiente?

«Napoli è certamente una piazza volubile, umorale. È difficile starle dietro fra euforia e depressione, entrambe elevate all’ennesima potenza. Ma ripeto, penso che Rino al di là dei tre punti persi con il Milan, abbia voluto inviare un messaggio in bottiglia per il futuro. Avete notato che degli aspetti relativi alla singola partita non ha rimarcato nulla? Avrebbe potuto dire mille altre cose. Ha semplicemente intercettato malessere o distrazione fra qualche suo uomo. E li ha avvertiti, tutto qui»

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    43

    18
    13
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo RomaRomaCL

    34

    18
    10
    4
    4
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    33

    18
    9
    6
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    21

    18
    6
    3
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo SpeziaSpezia

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    17

    18
    4
    5
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    18
    3
    5
    10
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top