Feralpisalò, Caracciolo: "Siamo stanchi di vedere vincere la Juve, credo nel Napoli. Hamsik? Era molto magro ma che giocatore! Milik lo rivoglio al fantacalcio e su Baronio..." [VIDEO CN24]

Esclusive fonte : dai nostri inviati Guadagno, Guardasole, Novellino e Scala
Andrea Caracciolo, attaccante del Feralpisalò, a Calcio Napoli 24 TVAndrea Caracciolo, attaccante del Feralpisalò, a Calcio Napoli 24 TV

PINZOLO (TN) - Intervista ad Andrea Caracciolo in esclusiva per CalcioNapoli24 TV, attaccante del Feralpisalò. Tanti argomenti per CalcioNapoli24 TV

PINZOLO (TN) - Intervista Andrea Caracciolo ai microfoni di CalcioNapoli24TV. L'attaccante del Feralpisalò, Andrea Caracciolo, si confessa ai microfoni di Calcio Napoli 24.

Andrea Caracciolo, intervista a Calcio Napoli 24 dell'attaccante del Feralpisalò

Andrea Caracciolo in esclusiva ai nostri microfoni racconta del suo passato al Brescia, ma anche del rapporto con Roberto Baronio, allenatore della Primavera del Napoli e di Marek Hamsik, ex attaccante azzurro. Poi dice la sua anche su Tonali.

Napoli-Feralpisalo, cosa può dire questa gara amichevole di oggi?

"Il Napoli, rispetto al passato, è cresciuto molto come società ed obiettivi. E' l'unica squadra che è stata in grado di tenere testa alla Juventus. Siamo a luglio, non troveremo gli azzurri in forma, come non lo siamo noi. Sarà una partita con due categorie di differenza. Ci sarà, per noi, solo da osservare e da imparare".

Cosa ti ha spinto, in età avanzata, ad accettare una nuova sfida con il Feralpisalo?

"Nel momento in cui a Brescia non facevo più parte del progetto, tra le varie offerte ricevute, quella del Feralpi era quella che più mi stuzzicava. Ho parlato con il presidente, ho letto la sua emozione e mi sono emozionato con lui".

Quanti anni vuoi ancora giocare?

"Mi resta un altro anno di contratto. Vediamo come arrivo alla fine e poi decideremo".

Le tue aspettative per il futuro? Ti vedi più allenatore o più dirigente?

"Dovessi fare una scelta, sceglierei di fare il dirigente. Mi piacerebbe studiare per fare l'agente o il direttore sportivo".

Mi spieghi dove nasce il gesto dell’'Airone' come esultanza?

"E' nato nel 2002, ero al Perugia, primo gol in casa contro il Torino. In settimana ci furono dei giornali locali e si leggeva 'gol-Airone'. Da lì con Baronio, Grosso e Sogliano cominciò per scherzo, poi è diventata cosa seria".

Sei stato mai vicino al Napoli?

"No, vicino al Napoli no. Ci sono state vicinanze con top club italiani, ma non con gli azzurri".

In B marcatore da 132 reti, quale quella che ricordi con più affetto?

"Oggi sono terzo, ho abbandonato il record a tre gol dalla vetta. Con più affetto ricordo il gol in finale playoff col Torino, ero a Brescia. L'emozione di calciare quel calcio di rigore era talmente forte che mi tremavano le gambe. Sono riuscito a metterla all'incrocio, era il 2-0 e andammo in serie A".

Tonali può essere giocatore da grande club? E' stato anche vicino al Napoli...

"L'ho visto crescere, due anni fa, quando è stato con noi e ci ha dato una grossa mano a centrocampo. E' stata la nostra fortuna. Giocava da veterano. Nell'ultima stagione ho visto una grande crescita. Questa stagione di A lo aiuterà a crescere ancora. E' da top club".

Hai giocato con Marek Hamsik, che giocatore era quel giovane che veniva dalla Slovacchia? Raccontaci un aneddoto di spogliatoio che lo riguarda 

"Lui è arrivato, ma non giocava ancora quando c'ero io. Era magro, molto magro. Non parlava neanche la lingua. Poi io cambiai maglia e lui cominciò ad esplodere. Il Napoli è stato fortunato ad averlo in rosa tutti questi anni".

Sei stato allenato in Nazionale maggiore da Donadoni. Lui è stato anche allenatore del Napoli, secondo te cosa non funzionò in azzurro?

"Napoli è una piazza difficile. Ha tifosi calorosi e gente che segue la squadra ovunque. Come ti muovi si sa tutto e tutti tifano. Non è facile e serve fortuna, anche nei giocatori".

Alto, forte di testa, ma nonostante la stazza sei anche calciatore tecnico. Attaccante completo, rivedi un po’ Milik in te?

"L'ho avuto al fantacalcio, ha fatto 17 gol. Mi piace e spero di riprenderlo al fantacalcio. Spero, quindi, che possa migliorare il suo bottino".

Ai tempi del Perugia, il tuo presidente è stato per una stagione Gaucci. Era vicino al Napoli, poi tutto saltò. Cosa avrebbe potuto portare agli azzurri? O credi che forse non era la piazza adatta per lui?

"L'ho avuto un anno al Perugia ed era focoso: facile e difficile allo stesso tempo da gestire. Non lo so, ma il Napoli è stato fortunato ad avere De Laurentiis. Ha costruito una grande società e ha portato questa squadra in Europa a battagliare con i club più forti che ci sono".

Hai giocato anche con Baronio, oggi alla primavera del Napoli. Era già allora un allenatore in campo? Quanto credi possa dare ai giovani per farmi crescere?

"Ci ho giocato a Perugia e a Brescia. L'ho incontrato in vacanza, bravissimo ragazzo e conosce il calcio. Mi ha parlato molto bene dei suoi ragazzi e del lavoro che ha fatto. Credo che sia un allenatore bravo e che può fare bene".

Il Napoli di Ancelotti dove può arrivare?

"Mi auguro che possa battere la Juve, siamo un po' tutti stanchi di vedere vincere i bianconeri".

Sei più per James o per Icardi?

"Non saprei, quando fai il dirigente, devi conoscerli bene e capire i propri atteggiamenti anche fuori dal campo. Quando vuoi ottenere traguardi importanti, hai bisogno prima di tutto di uomini".

RIPRODUZIONE RISERVATA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: CALCIONAPOLI24 TV

VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo AtalantaAtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo InterInterCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo MilanMilanEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo RomaRomaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo TorinoTorino

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo LazioLazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo SampdoriaSampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo BolognaBologna

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo SpalSpal

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo ParmaParma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo CagliariCagliari

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    logo FiorentinaFiorentina

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    logo LecceLecceR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    logo H.VeronaH.VeronaR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    0

    0
    0
    0
    0
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare