Mancherai. Eccome se mancherai

Editoriale  
Raul Albiol NapoliRaul Albiol Napoli

E' ufficiale il passaggio di Raul Albiol al Villarreal: cosa perde il Napoli con l'addio del difensore spagnolo

Dopo sei anni, altrettanti gol e 234 partite è giunto il momento per la SSC Napoli e Raul Albiol di dirsi addio. La notizia era nell'aria da diverso tempo e nella giornata di ieri è arrivata l'ufficialità: l'ex Real Madrid è un nuovo calciatore del Villarreal, che ha depositato nelle casse del club partenopeo la cifra pari a 4 milioni di euro prevista dalla clausola presente nel suo contratto. Giuntoli e la dirigenza napoletana tutta non si è fatta trovare impreparato dalla sua partenza e lo ha prontamente rimpiazzato, prendendo dalla Roma uno dei migliori difensori in circolazione: Kostas Manolas. Eppure si ha l'impressione che qualcosa la squadra di Ancelotti possa perderlo con l'addio dello spagnolo.

Raul Albiol via, cosa perde il Napoli?

Dal punto di vista tecnico, ha senza ombra di dubbio delle caretteristiche differenti rispetto al greco: meno aggressivo ed impetuoso, il centrale di Vilamarxant predilige l'uscita palla al piede ed il palleggio ed ha una soglia d'attenzione al di sopra della media. Senza ovviamente dimenticare la sua capacità di leggere lo sviluppo dell'azione come pochi, con questo aspetto che rende inevitabilmente più facile il lavoro di tutti i compagni di reparto. Come se non bastasse, era un punto di riferimento di notevole spessore anche all'interno dello spogliatoio per i giovani. Tanti giocatori di belle speranze sono diventati, anche grazie a lui, stelle di livello internazionale ed i messaggi sui social di Koulibaly e di Ghoulam sono lì a dimostrarlo. Una leadership riconosciuta ed indiscutibile.

Raul Albiol Napoli
Raul Albiol Napoli

Anche per quanto concerne l'aspetto caratteriale, infatti, la sua partenza rappresenta inevitabilmente un'incognita. Il greco ha più volte dimostrato di essere fumantino ed irascibile. Certamente è cresciuto rispetto ad alcuni colpi di testa che hanno caratterizzato la sua carriera (la rissa con il compagno di squadra alla Roma Dzeko in una gara tra Grecia e Bosnia è emblematica in tal senso), ma "El Chori" non ha mai fatto esplodere una grana nello spogliatoio azzurro e, per di più, è riuscito spesso anche a disinnescarle con la sua calma ed il suo carisma. In più, mai una parola fuori posto ed una condotta fuori dal campo praticamente impeccabile. Senza ombra di dubbio la sua assenza sarà un silenzio rumorosissimo. La speranza è che Manolas possa far sentire in meno possibile la sua mancanza.

Buena suerte, Raul!

RIPRODUZIONE RISERVATA (c)

Ultimissime Notizie
I più letti
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Rai - James-Napoli, ADL deve far capire che si tratta di un prestito 'camuffato'. Reiterate telefonate con Ancelotti: filtra ottimismo, c'è da aspettare un mese