Ranking UEFA, nonostante il ko il Napoli resta al 12° posto in Europa

Notizie  
Finita la terza giornata di Champions League, questo è il ranking UEFA per club aggiornato. Napoli ancora dodicesimo, nonostante la sconfitta ottenuta all'Etihad Stadium contro il Manchester City.
 
  1. Real Madrid 157.685
  2. Atlético Madrid 136.685
  3. Barcellona 135685
  4. Bayern Monaco 126.942
  5. Juventus 124.083
  6. Siviglia 117.685
  7. Paris Saint-Germain 109.916
  8. Manchester City 101.521
  9. Borussia Dortmund 96.942
  10. Arsenal 89.521
  11. Benfica 88.449
  12. Napoli 87.083
  13. Chelsea 86.521
  14. Manchester United 85.521
  15. Porto 83.449
  16. Bayer Leverkusen 78.942
  17. Shakhtar Donetsk 77.386
  18. Zenit San Pietroburgo 77.356
  19. Schalke 04 74.942
  20. Tottenham Hotspur 68.521
Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    51

    20
    16
    3
    1
  • JuventusCL

    50

    20
    16
    2
    2
  • InterCL

    42

    20
    12
    6
    2
  • LazioCL

    40

    19
    12
    4
    3
  • RomaEL

    39

    19
    12
    3
    4
  • SampdoriaEL

    30

    19
    9
    3
    7
  • Atalanta

    30

    20
    8
    6
    6
  • Fiorentina

    28

    20
    7
    7
    6
  • Udinese

    28

    19
    9
    1
    9
  • 10º

    Torino

    28

    20
    6
    10
    4
  • 11º

    Milan

    28

    20
    8
    4
    8
  • 12º

    Bologna

    24

    20
    7
    3
    10
  • 13º

    Chievo

    22

    20
    5
    7
    8
  • 14º

    Genoa

    21

    20
    5
    6
    9
  • 15º

    Sassuolo

    21

    20
    6
    3
    11
  • 16º

    Cagliari

    20

    20
    6
    2
    12
  • 17º

    Spal

    15

    20
    3
    6
    11
  • 18º

    CrotoneR

    15

    20
    4
    3
    13
  • 19º

    VeronaR

    13

    20
    3
    4
    13
  • 20º

    BeneventoR

    7

    20
    2
    1
    17
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Il discorso di Verdi a Giuntoli: "Napoli destinazione gradita, ma non me la sento di lasciare Bologna: riparliamone a giugno". Ecco il vero problema che lo blocca ad accettare