Turris-Bari, tutta Torre del Greco crede ad una vittoria contro De Laurentiis che varrebbe solo il prestigio

Rassegna Stampa  
Turris-Bari, tutta Torre del Greco crede ad una vittoria contro De Laurentiis che varrebbe solo il prestigio

Hai la squadra giusta ma ti accorgi che c'è chi ha la squadra più giusta della tua. Come riporta l'edizione odierna de Il Mattino, è l'amaro e curioso destino della Turris, che domani ospita la corazzata Bari, in un big match che vale più per l'onore che per la classifica. Dodici punti (ma con la Turris che ha una partita in meno) da recuperare sono decisamente tanti, il campionato di serie D ha preso una precisa direzione, e una vittoria varrebbe per la storia e il prestigio. Semmai il vero rammarico è che nell'anno in cui hai finalmente una squadra decisamente forte e competitiva, ti ritrovi nel tuo girone l'avversaria che non ti aspetti. A Torre del Greco ancora ci si domanda il motivo per cui il Bari debba giocare con campane, calabresi e siciliane e non, come sarebbe stato più logico, con le consorelle pugliesi. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, e a Torre del Greco si son dati anche la risposta: hanno voluto fare un piacere ad Aurelio De Laurentiis, che la scorsa estate prese il Bari dal Comune e chiedeva l'iscrizione direttamente alla serie C. Non potendolo accontentare, fu trovata la soluzione del girone I, sottraendo i baresi ai tanti e scomodi derby.
L'ATTESA
Domani si gioca e a Torre del Greco si respira l'aria delle grandi occasioni. Incontrare una nobile decaduta come il Bari, e magari batterla, serve alla storia ma pure al presente. Vincere, dopo aver pareggiato all'andata, significa dimostrare che non si è inferiori al Bari; vincere significa consolidare il secondo posto; vincere significa acquisire la consapevolezza che la serie C può essere raggiunta anche attraverso la tortuosa strada dei playoff e dei ripescaggi. Tre buoni motivi, insomma, per giocarsela fino in fondo. È per questo che il «Liguori» presenterà il suo abito migliore, seppur sgualcito dagli anni. Ci sarà il sold out. I quattromila biglietti messi in vendita sette giorni fa sono andati a ruba. Ai tifosi del Bari sono stati riservati 150 biglietti per la curva Vesuvio. La società, che ha fatto un grande sforzo economico per allestire una squadra competitiva, gongola per l'incasso. «Vada come vada, voglio che Torre del Greco faccia una bella figura sotto tutti i punti di vista. Questa gara rappresenta un'occasione unica», è il messaggio del presidente Antonio Colantonio. La questura ha predisposto un accurato servizio d'ordine per evitare contatti tra le tifoserie. «Al di là di tutto, sarà una grande giornata di sport», dice il sindaco Giovanni Palomba, che sarà in tribuna. Dove, invece, non siederà Luigi De Laurentiis, figlio di Aurelio e presidente del Bari. «Per scaramanzia», ha fatto sapere il rampollo. 
IL MATCH
La squadra vive la vigilia con la giusta tensione. Da quando il torrese Franco Fabiano ha assunto la guida tecnica, la Turris ha scalato la classifica fino a issarsi al secondo posto, distante dal Bari ma con un congruo vantaggio (sei punti e una partita in meno) sulle terze. Un cammino di tutto rispetto, e soprattutto un gioco divertente e spettacolare. La Turris prova sempre a imporre il proprio gioco, è votata all'attacco, non a caso esprime il capocannoniere del campionato, Fabio Longo, 32 anni, e già 16 gol. Peccato che un maledetto infortunio lo terrà fuori dal match dell'anno. Mancherà anche Aliperta, il capitano, e sarà un'assenza pesante. Diffidato, si era fatto ammonire nella gara con la Sancataldese per saltare la trasferta di Rotonda e esserci con il Bari. Senonché la gara di Rotonda è stata rinviata per la neve e quindi Aliperta salterà la sfida con la capolista. Dispiace, ma certi giochetti riescono solo a una squadra: la sua maglia è bianconera. 

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    87

    33
    28
    3
    2
  • logo NapoliNapoliCL

    67

    33
    20
    7
    6
  • logo InterInterCL

    61

    33
    18
    7
    8
  • logo MilanMilanCL

    56

    33
    15
    11
    7
  • logo AtalantaAtalantaEL

    56

    33
    16
    8
    9
  • logo RomaRomaEL

    55

    33
    15
    10
    8
  • logo TorinoTorino

    53

    33
    13
    14
    6
  • logo LazioLazio

    52

    33
    15
    7
    11
  • logo SampdoriaSampdoria

    48

    33
    14
    6
    13
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    33
    8
    16
    9
  • 11º

    logo CagliariCagliari

    40

    33
    10
    10
    13
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    38

    33
    8
    14
    11
  • 13º

    logo SpalSpal

    38

    33
    10
    8
    15
  • 14º

    logo ParmaParma

    36

    33
    9
    9
    15
  • 15º

    logo BolognaBologna

    34

    33
    8
    10
    15
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    34

    33
    8
    10
    15
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    33

    33
    8
    9
    16
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    29

    33
    7
    8
    18
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    23

    33
    5
    8
    20
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    14

    33
    2
    11
    20
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Lo schiaffo di Ancelotti, CorSport: "Nel post-partita ha detto una frase destinata a lasciare il segno ovunque"