Pagelle Lazio-Napoli, i voti: Mario Rui regala un gol, Lozano l'unico a salvarsi! Fabian lento, Lobotka un mistero

Le Pagelle  
Pagelle Lazio-Napoli, i voti: Mario Rui regala un gol, Lozano l'unico a salvarsi! Fabian lento, Lobotka un mistero

Pagelle Lazio Napoli. Voti Serie A di Lazio-Napoli, la partita chiude la 13esima giornata di Serie A. Su CalcioNapoli24 le pagelle di Lazio Napoli

Pagelle Lazio-Napoli - Termina il match allo stadio Olimpico di Roma per la 13a giornata di Serie A con Lazio-Napoli. Le pagelle Lazio-Napoli su CalcioNapoli24, con i voti e la spiegazione dettagliata per ogni singolo calciatore azzurro. Voti Lazio-Napoli.

Gattuso

Pagelle Lazio-Napoli, i voti

Ospina 5,5 - Vola e non intercetta il colpo di testa di Immobile, imparabile. Quello di Luis Alberto, quasi.

Di Lorenzo 5 - Immobile stoppa, gira e tira alto e può farci poco; meglio quando si pone davanti a Caicedo all’8’, male quando lascia spazio a Marusic per il cross dell’1-0. Riproposto da terzo in fase di costruzione, sbraccia su Immobile e si prende il giallo. Opaco come tanti altri, al 61’ arriva al limite dell’area e si fa recuperare dall’avversario.

Maksimovic 5 - Rispetto a Manolas ha maggiore propensione al gioco con i piedi: Immobile però colpisce di testa quando segna, e gli è drammaticamente lontano. Buona chiusura in avvio di ripresa, blocca un’azione pericolosa. Tenta un colpo di testa a metà secondo tempo.

Koulibaly 5,5 - Sembra durare venticinque minuti prima di avere un problema al quadricipite, resiste con tanto di ammonizione e di ottima chiusura su Lazzari. Rischia il secondo giallo su Milinkovic-Savic al 38’, resiste fino al 55’. (Dal 55’ Manolas 5,5 - Il 2-0 di Luis Alberto? Poca responsabilità, poi il ritmo è quello che è)

Mario Rui 4,5 - Lazzari spinge con convinzione e lo tiene basso in avvio, poi ha di nuovo semaforo verde per avanzare liberamente. Regala il 2-0 alla Lazio con un passaggio sballato. (Dal 64’ Ghoulam 5 - Qualche accelerazione e poco più, torna in ombra)

Fabian 4,5 - Impegna Reina al tiro, poteva angolarlo meglio. Al 21’ prima regala e poi recupera un pallone ad Immobile, migliora col passare dei minuti ma non gestisce il gioco come vorrebbe Gattuso, è nelle sue corde? Lento e poco reattivo, partite del genere fanno male a lui e al Napoli. E sul 2-0 Luis Alberto gli parte davanti di parecchi metri.

Bakayoko 5 - Fabian e Zielinski gli sono troppo distanti quando deve girarsi ad avvio azione, e rischia in più di un’azione quando dovrebbe impostare. Quando Mario Rui sbaglia il passaggio che porta al 2-0, è preso in mezzo e non reagisce. (Dal 65’ Lobotka 4,5 - Fa fatica a farsi trovare dai compagni in mezzo al campo, come se fosse fuori luogo. Un mistero)

Politano 5 - Troppo distante da Marusic sul cross del vantaggio, ma Di Lorenzo lo era ancora di più. In proiezione offensiva si vede poco nel primo tempo, arriva al cross alla mezz’ora e poi niente più. (Dal 55’ Elmas 5 - Può dare maggiore duttilità, ma poco dopo il suo ingresso arriva il 2-0 e ogni idea si affievolisce. Murato in area al 75’)

Zielinski 5 - Chiama Reina al mezzo miracolo al 19’ con un tiro di fino, quando aggira Escalante ha una chance concreta di far male. Deve mettere una pezza anche ai limiti di Fabian, e non ci riesce sempre.

Lozano 6 - Trasloca forzatamente sulla fascia sinistra, l’ammonizione in avvio non gli impedisce di provare a mettersi in mostra, al tiro al 19’ e in dribbling centrale al 25’. L'unico positivo, corre e porta gli avversari all’ammonizione. Con l’ingresso di Elmas torna a destra, poi prende un pestone ed esce. (Dal 75’ Malcuit SV)

Petagna 5,5 - Acerbi non c’è, Hoedt è un’altra cosa: se lo divora in tunnel sulla linea di fondo, poi serve Fabian. Magari è poco servito e coinvolto, ma si rende utile. Spreca un interessante uno-due con Zielinski, servendo Fabian. Bene il movimento con cui fa salire i compagni al 62’, ma è in difficoltà come tutti.

Gattuso 4,5 - Poker di cambi dopo San Siro e look da pirata con la benda nera sull’occhio, ma non impedisce alla Lazio di trovare spazio nello stretto davanti all’area di rigore. La non-marcatura su Marusic sull’1-0 è da brividi quasi quanto l’approccio moscio dei primi 15 minuti: dopo la botta i suoi reagiscono, arrivando per tre volte ad impegnare Reina ma il risultato complessivo è insufficiente. Nella ripresa passa a qualcosa che assomiglia al 4-3-3, ma tempo dieci minuti ed il più opaco Napoli dell’anno prende il raddoppio su altro errore singolo. La mancanza di Insigne e di Mertens si sente maledettamente, la presenza di Petagna non giustifica il 4-2-3-1 che, senza Osimhen, non ha enorme spazio d’azione. L’ingresso di Malcuit per Lozano rende l’idea dell’emergenza nel reparto offensivo ed invoglia ad aspettare con impazienza il fischio finale. Ci sta perdere, fa parte del calcio. Farlo senza un briciolo di entusiasmo e di rabbia agonistica ha ben poco di accettabile. Una prestazione inadeguata al livello del Napoli.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    40

    17
    12
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo RomaRomaCL

    34

    18
    10
    4
    4
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    32

    17
    9
    5
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    21

    18
    6
    3
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo SpeziaSpezia

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    16

    17
    4
    4
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    17
    3
    5
    9
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top