De Laurentiis: "Incontro Wanda per Icardi? È una stupidaggine, non rientra nelle necessità attuali del Napoli. James? Non vogliamo cedere alle richieste ingiuste del Real Madrid"

Le Interviste  
Aurelio De LaurentiisAurelio De Laurentiis

Notizie calcio Napoli - Aurelio De Laurentiis, presidente della SSC Napoli, parla in una lunga intervista a Kiss Kiss Napoli anche sul mercato Napoli. Ecco quanto riportato da Calcionapoli24

Calciomercato - Aurelio De Laurentiis, presidente della SSC Napoli, è intervenuto in diretta alla radio ufficiale della SSC Napoli, Kiss Kiss Napoli, durante la trasmissione 'Radio Goal', per parlare delle ultime notizie sul Napoli calcio. La rubirica si chiamerà 'Il calcio che vorrei'. De Laurentiis parla dei cambiamenti che potrebbero funzionare nel mondo del calcio e anche delle piccole rivelazioni sul mercato Napoli. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24.

SSC Napoli, intervista Aurelio De Laurentiis

"Menomale che c'è l'entusiasmo intorno a Napoli, ma non è mai mancato né a Dimaro né in città. Il Napoli sta vivendo un ritiro molto tranquillo e sereno, come un classico ritiro. Tutti sono concentrati e pronti a dare il meglio. Sabato il primo incontro con il Benevento, incontreremo un vecchio amico come Maggio, poi Roberto Insigne e Inzaghi che è l'allievo di Carlo Ancelotti.

Bisognerebbe parlare per giorni interi se vogliamo dire come migliorare il calcio. Già da quando facevo solo cinema mi accorgevo che tu parli, ma la gente è distratta o fa finta di non capire. Non a tutti è chiaro il messaggio che cerchi di mandare. 

C'è un grande senso di ignoranza all'interno dell'ECA ma nel senso che ignorano quanto accade e solo perchè in tanti non hanno partecipato a tutte le riunioni. Ora forse ci sarà la possibilità di allargare a tutti i club al mondo. L'ECA tutela i club, grazie a essa ci sono stati dei vantaggi per i club stessi. Io mi occupo di comunicazione e marketing nell'ECA.

Andrea Agnelli non ha intenzione di fare una super Champions per pochi eletti, lui ha addirittrua cercato di allargare il tutto anche a club meno blasonati. Bisogna impostare il tutto in modo diverso. Se parliamo del 2024-2027, sarebbe un periodo così distante e lontano, ad oggi già 6 mesi o 1 anno sono lontanissimi, non possiamo stabilire la cose di triennio in triennio solo perché la gente non sa lavorare. Tutti credono di ottenere maggiori vantaggi lavorando e programmando con tanti anni d'anticipo, io manderei tutta questa gente a casa. Il calcio che vorrei deve essere animato da gente giovane e non da persone che sono rimaste nel passato. Serve gente prota a proiettarsi al futuro e visionari pronti a capire cosa sta per accadere.

Ho detto ad Andrea Agnelli che deve riportare i bambini al calcio, ormai tutti sono impegnati con i videogame e abbandonano il calcio. Solo le grandi partire creano interesse, le altre no. Dobbiamo fare marketing pensando quali saranno i prossimi nostri fruitori. Una delle mie prime di tante idee è quella di mettere nelle scuole elementari italiane la tecnica e la tattica del calcio, due ore a settimana per vedere le partite più importanti della storia. Chi è il trequartista, le differenze sui moduli ecc. Non si risolve il problema lanciando i bambini sul campo di calcio. Il nostro paese è stato influenzato dai Politici che non pensano ai bambini e ci hanno rovinati, bisticciano solo tra loro per scuola pubbliche e private, ho visto e sentito cazzate gigantesche.

Bisogna accontentare bambini e anziani per il futuro e per il presente che devono godersi. Prendendo lo spunto da Tebas, rivoluzionario ad oltranza, bisogna o buttare una bomba o fare la rivoluzione parlando con calma e fino allo sfinimento. Dobbiamo capire cosa i media desirerebbero, vogliamo rovinare il calcio nazionale? Non credo sia giusto, anzi dobbiamo preservarlo e tenere il calcio Nazionale nel fine settimana. E' giusto raggruppare tutte le squadre in una grande unica Champions League, con squadre di Champions ed Europa League. E' chiaro che non tutti avranno le stesse disponibilità economica, bisogna fare una Champions League di chi si può permettere il top player e di chi non può permetterseli, poi alla fine le prime quattro di una e dell'altra competizione si sfideranno.

Allo stadio sembriamo tutti in un grande acquario gigante tra pirmo e secondo tempo. Sarebbe bello interrompere il calcio ogni 10 minuti come accade in altri sport. Possiamo cambiare e ricambare tutti i giocatori che vogliamo, da un punto di vista mediatico è giusto vedere tutti questi giocatori giocare. Come accade nel Basket sarebbe bello poter sostituire i giocatori continuamente. 

A Dimaro c'è grande entusiasmo, i ragazzi sono tutti straordinari. Con il Benevento sarà visibile in chiaro per gli abbonati Sky, in differita alle 21 su Tv 8 e Tv Luna. Il Napoli ha sempre avuto quel tocco internazionale. Da quel genio di Maradona abbiamo avuto Quagliarella, Cavani, Lavezzi, Higuain e tanta di quella gente che ha avviato il percorso di internazionalizzazione. Il Napoli ha vinto poco, solo due scudetti, ma il calcio è diventato diverso dal passato. Il Napoli ha perso tempo nei suoi primi 50 anni, non si può fare oggi una colpa nessuno. Ogni volta vorrei accontentare i tifosi che mi urlano 'Presidé vorrei vincere lo scudetto', mi fanno molto tenerezza e simpatia, l'appartenenza è incredibile. A noi dispiace se uno non è contento, sarebbe facile vincere un titolo e fallire subito dopo, ma non credo che questo sia l'intenzione dei tifosi, della Regione e della grande città di Napoli. Noi andiamo avanti per la nostra strada anche se ci sono insoddisfatti che si sono legati a Inter, Milan, Juve ecc. Noi rispettiamo le regole e l'economia del club, noi non abbiamo nessun debito con le banche italiane".

Cori? Il problema è che il calcio va benissimo così se deve essere per tenere buoni gli italiani. Avete mai visto in Inghilterra un tifoso che inneggia per cori razzisti? Se accade viene prelevato e non risulterà più idoneo per gli stadi. Abbiamo installato 400 telecamere che sono state pagate circa 1 milioni di euro, sono telecamere usate dai servizi segreti americani, saranno usate per individuare quelli che non saranno idonei per lo stadio San Paolo. Ho pagato circa 5 milioni di multe negli ultimi anni. Lo stadio è assente perché forse a Salvini servono quei voti. 

Telefonata dalla Colombia? Magari è James, James è nei nostri cuori, ma forse di più in quello di Carlo che l'ha allenato, per James dobbiamo fare i conti con il Real Madrid. Siamo duri e troviamo ingiuste le richieste del Real. Non abbiamo fretta, la squadra è già molto forte. I colpi si fanno in due, c'è chi compra e chi vende. Vogliamo acquistare ma senza commettere errori. Stupidaggine colossale l'incontro tra me e Wanda Nara, ho incontrato Wanda tre anni fa e mi è sufficiente, non succederà nuovamente. Chiesi in un altro momento storico Icardi, ma ora non rientra nelle necessità attuali del Napoli, anche Ancelotti ha confermato tutto".  

Walter De Maggio prova a dare due formazioni per il prossimo Napoli, entrambe schierate con il 4-2-3-1: Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Fabian, Callejon, James, Insigne, Milik.

Immediata la rispsota di De Laurentiis: "E' una possibilità vedere questa formazione, passiamo alla seconda".

Opsina o Karnezis, Malcuit, Chiriches, Maksimovic, Mario Rui, Rog, Zielinski, Ounas, Younes, Verdi, Mertens.

Ancora la risposta di De Laurentiis: "Beh, prima di tutto Luperto, dobbiamo puntare sui giovani. Poi Elmas dov'è? Non mi fornisci nemmeno l'assist? Se lo prendo non trova spazio neanche nella seconda squadra? (Ride, ndr)...Se Elmas arriva la prossima settimana? Ci dobbiamo stare tre settimane a Dimaro, è ancora molto lunga

L'azzurro è il colore più straordinario che ci riempie la vita. L'azzuro del Napoli e l'azzurro della Nazionale sono protagonisti e fanno onore a tutti".

Ritiro Napoli 2019 De Laurentiis
de laurentiis
Ultimissime Notizie
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare