Cannavaro, l'ex agente: "Paolo e Fabio a Napoli? Il club è contro chi ha fatto la storia in azzurro, De Laurentiis non vuole passare in secondo piano! Non prenderei Sarri, su Grava e Osimhen..." [ESCLUSIVA]

Esclusive  
Cannavaro, l'ex agente: Paolo e Fabio a Napoli? Il club è contro chi ha fatto la storia in azzurro, De Laurentiis non vuole passare in secondo piano! Non prenderei Sarri, su Grava e Osimhen... [ESCLUSIVA]

Cannavaro, parla l'ex agente

L’agente dell’attaccante del Sassuolo Francesco Caputo Gaetano Fedele, ex agente dei difensori del Napoli Fabio e Paolo Cannavaro, è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Sarri a Napoli? Sarei contro questa ipotesi, sono contro i ritorni perchè non sono mai come i primi amori: quando terminano con dei tradimenti, è meglio finirla lì. Ricordo quello di Lippi dopo il Mondiale, e abbiamo visto come è finita in Sudafrica.

L’allenatore da prendere per il Napoli? Juric del Verona, rifonderei con lui e con dei giocatori ai suoi ordini. Saprebbe affrontare una piazza come Napoli, ha dimostrato il suo lavoro con squadre di minor livello.

Alternative? Direi De Zerbi del Sassuolo, non andrei oltre lui e Juric.

Fabio e Paolo Cannavaro a Napoli sarebbe un’idea assurda? Come ipotesi sarebbe bello, ma la vedo molto lontana rispetto a Juric o De Zerbi. Sarebbe una ipotesi bella, ma il campionato cinese sta per ricominciare. In un futuro tutto può accadere, parliamo di situazioni che possono essere più fattibili come Juric o De Zerbi.

Credo che il Napoli sia contro le figure che hanno fatto la storia del club in città: l’ipotesi sarebbe passionale, ma ti imbatti in un’altra realtà. Il presidente non ha mai avvalorato figure professionali napoletane, non l’ha mai fatto. Mi sono chiesto il perchè: nella vita ci sono persone che vogliono essere attori principali, e lui non ammette l’idea di essere secondario. La situazione Gattuso è l’ideale, gli fa da parafulmine.

Io sono tifoso del Napoli, le valutazioni andavano fatte ad inizio anno oppure l’anno scorso: poi batti la Juventus, magari pareggi con Granada e Atalanta e ora parli di buona stagione.

Servirebbero critiche costruttive, ma da dove si parte? Partiamo dal centro Paradiso: perchè De Laurentiis non se l’è preso? Perchè si buttano fuori i napoletani? La realtà, alla fine, è che contano solo i risultati e di certe cose non se ne parla mai.

Settore giovanile? Grava fa miracoli e va elogiato, è l’unico che ha fatto la storia del Napoli e ci lavora: la Primavera è retrocessa ma ci sono giocatori che escono come i funghi, è una pessima figura per il club.

Programmazione buco nell’acqua da Ancelotti a Gattuso? Certamente, se parliamo di migliori giocatori arrivati negli ultimi anni parliamo sempre di Koulibaly e Mertens quando poi sono stati pagati tanto Lozano oppure Osimhen. L’allenatore allena i giocatori messi a disposizione dalla società secondo alcune caratteristiche definite con il mister: se ci sono 14 giocatori che giocano il 4-3-3 bisogna andare avanti con allenatori che mantengono questo schema, mentre Ancelotti e Gattuso hanno fatto tanti altri moduli e s’è fatta confusione. Nel momento in cui la squadra non viene costruita secondo un metodo, succedono queste cose: ma come si fa calcio così? Poi magari arriva un altro allenatore e dice che Lozano ed Osimhen non servono: si buttano 120 milioni?

La verità è che nel Napoli ci sono problematiche anche di lunghezza delle trattative: il discorso parte dal centro Paradiso e finisce a Osimhen, uno potrebbe parlare dei 120 milioni per lui e Lozano. Li ha strapagati? Sì, ma li ha spesi. Sono cose che vanno condivise, ma oggi nessuno si prende le responsabilità e siamo alla ricerca del colpevole: lo sono tutti, e perciò bisognerebbe rifondare”

Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    59

    25
    18
    5
    2
  • logo MilanMilanCL

    56

    26
    17
    5
    4
  • logo JuventusJuventusCL

    52

    25
    15
    7
    3
  • logo RomaRomaCL

    50

    26
    15
    5
    6
  • logo AtalantaAtalantaEL

    49

    25
    14
    7
    4
  • logo NapoliNapoliEL

    47

    25
    15
    2
    8
  • logo LazioLazio

    43

    25
    13
    4
    8
  • logo VeronaVerona

    38

    26
    10
    8
    8
  • logo SassuoloSassuolo

    36

    25
    9
    9
    7
  • 10º

    logo UdineseUdinese

    32

    26
    8
    8
    10
  • 11º

    logo SampdoriaSampdoria

    32

    26
    9
    5
    12
  • 12º

    logo BolognaBologna

    28

    26
    7
    7
    12
  • 13º

    logo GenoaGenoa

    27

    26
    6
    9
    11
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    26

    26
    6
    8
    12
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    26

    26
    6
    8
    12
  • 16º

    logo BeneventoBenevento

    26

    26
    6
    8
    12
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    22

    26
    5
    7
    14
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    20

    24
    3
    11
    10
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    16

    26
    2
    10
    14
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    15

    26
    4
    3
    19
Back To Top