Solo abbonamenti e niente biglietti: idea ADL non applicabile, cozza col protocollo FIGC

Esclusive  
Stadio San Paolo, esternoStadio San Paolo, esterno

Aurelio De Laurentiis vuole a Napoli per lo stadio San Paolo solo abbonamenti e niente biglietti. Ma il protocollo FIGC non prevede questa soluzione

Aurelio De Laurentiis avrebbe intenzione per il prossimo anno di rivoluzionare completamente il sistema stadio a Napoli. In primis avvicinando le tribune al campo, rimuovendo la pista d’atletica. Ed in secundis stravolgendo il sistema di ingresso al San Paolo in occasione delle partite del Napoli

La prima opzione è stata già fortemente arginata dal Comune. Per ciò che concerne la volontà del patron di togliere la possibilità di acquistare biglietti singoli riducendo tutto ai soli abbonamenti (con agevolazioni per le famiglie) bisogna risalire ai regolamenti FIGC

Biglietti e abbonamenti Serie A: cosa dice il regolamento

In data 4 maggio 2017 è stato stilato l’ultimo protocollo, tutt’ora vigente, con una nuova policy di inclusione da parte della FIGC per i tifosi. 

Il protocollo si basa su tre assi fondamentali: 

  1. l'adeguamento degli impianti, con l’uniformazione degli stadi dove si svolgono campionati professionistici agli standard di classificazione UEFA;
  2. l'organizzazione, che punterà su formazione e qualità professionale dei Supporter Liaison Officer (Slo), i delegati delle società ai rapporti con le tifoserie, e degli steward, che avranno un ruolo centrale e orientato più all'accoglienza che al controllo;
  3. la fruibilità degli stadi, con la reintroduzione della vendita libera di biglietti - salvo le partite a rischio e settori riservati - e abbonamenti, che saranno svincolati dalla fidelity card.

Appare dunque assai difficile pensare che la SSC Napoli possa arbitrariamente sopprimere la vendita dei singoli biglietti a favore degli abbonamenti. Sebbene questa politica andrebbe a favore del ritorno delle famiglie allo stadio, come sottolineato anche dall’emittente radiofonica ufficiale, andrebbe in contrasto con le regole del protocollo. Queste vengono stabilite in di comune accordo con la Federazione, pertanto i club non possono intraprendere iniziative personali a riguardo. A meno che, in uno specifico caso, la società in questione non si riservi la facoltà di accettare o meno uno o più tifosi (mediante autotutela) se questi non hanno rispettato le normative vigenti o lo stesso codice etico sancito dal club.

In occasione di quel venerdì 4 agosto, quando fu varato il nuovo protocollo tutt’ora vigente, il ministro dell’Interno, Marco Minniti, dichiarò: 

“Gli obiettivi sono chiari: riportare al centro dell’evento calcistico la passione, il divertimento e la partecipazione attraverso il ritorno delle famiglie allo stadio, il contenimento dei costi sociali e il miglioramento dell’accessibilità e fruibilità degli stadi. Tutto ciò si svilupperà con la facilitazione delle procedure di acquisto dei biglietti e la valorizzazione degli steward e degli SLO (supporter liaison officer)”.

A tal proposito risulta estremamente difficile pensare che se la linea federale è volta a facilitare l’acquisto dei biglietti una società possa decidere arbitrariamente di sopprimerli. Il Calcio Napoli, come tutte le squadre, fa parte di un sistema con regole vigenti. E a queste deve sottostare. 

La FIGC, inoltre, come si evince dallo stesso protocollo, si impegna ad emanare le necessarie indicazioni affinché le società allineino le rispettive ticketing policies alle nuove regole.

In sostanza, o questa idea di Aurelio De Laurentiis viene modificata fortemente o, stando alle regole, non è applicabile. Va trovata una sintesi tra la volontà del Napoli di aiutare le famiglie senza obbligare queste all'acquisto dell'abbonamento e senza l’abolizione del singolo biglietto. Anche perché in questo modo si farebbe un torto alle fasce deboli che non rientrano nella categoria di "famiglia" e che non hanno la possibilità economica di acquistare un abbonamento annuale. Il fine, a primo impatto, risulta positivo, ma si percorre una strada sbagliata.

Twitter: @LeonardoVivard

©Riproduzione riservata

Ultimissime Notizie
I più letti
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Elmas, l'agente: "Operazione storica in Turchia, trattativa estenuante! Fondamentale la presenza di Ancelotti"