André Cruz a CN24: "A Napoli i ricordi migliori, rifiutai l'Inter per paura di perdere il Mondiale! Agli azzurri consiglio Geromel, su Boskov e Imbriani..." [VIDEO]

Esclusive fonte : Dal nostro inviato ad Ischia, Simone Guadagno
Simone Guadagno e André CruzSimone Guadagno e André Cruz

Notizie calcio Napoli - André Cruz in esclusiva ai microfoni di CN24. L'ex difensore del Napoli torna in città e parla di presente e passato con i suoi ricordi azzurri

André Cruz, ex difensore del Napoli, dal 1994 al 1997, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni dal Grande Evento Estivo del Club Napoli Isola d’Ischia in collaborazione con il Club Napoli Campobasso. Ecco le sue parole per CalcioNapoli24.it:

Andre Cruz

André, che ricordi hai dell'esperienza napoletana?

"I migliori, davvero i migliori ricordi, soprattutto le reti. Qualche volta abbiamo vinto le partite con i miei gol, i tifosi sono incredibili e lì ci sono sempre tanti amici che mi mancano veramente, come quella bellissima città".

Tante reti, soprattutto su punizione. La migliore?

"Un po' tutte. Ricordo quella con l'Inter al San Siro, quella con il Parma al San Paolo, ancora con l'Inter a Napoli, poi a Genoa e Foggia, il Milan...sono state davvero tante, soprattutto per un difensore".

Il coro dedicato dal San Paolo prima di ogni punizone...

"Ho sempre avuto grandi rapporti con tutte le tifoserie per cui ho giocato. Ho sempre dato il meglio e volevo essere il miglior in campo ogni partita da grande professionista. Con i tifosi resta tutto questo, un bellissimo rapporto".

Sembrava fatta all'Inter, poi cosa accadde?

"Io dovevo andare all'Inter, avevo anche l'accordo. Poi arrivò il Mlan con Capello. C'era un Mondiale davanti e l'Inter voleva farmi giocare da centrocampista, non volevo perdere il Mondiale e scelsi il Milan che mi permetteva di giocare nel ruolo di difensore. Era la mia ultima occasione per andare al Mondiale e ho avuto un po' di paura di scegliere l'Inter e fare il centrocampista. Capello già mi voleva al Real. Poi arrivò l'infortunio alla schiena e l'operazione. Per fortuna ho recuperato e sono riuscito ad andare al Mondiale che è stata una grande esperienza".

A Napoli Boskov e Imbriani, che ricordi hai di loro?

"Belli, molto belli. Boskov era un personaggio che usava parole strane, ma era amato da tutti i giocatori. Carmelo una persona bravissima e un buon giocatore, un grande attaccante. La morte purtroppo fa parte della vita, ho sentito molto la sua scomparsa, ci è dispiaciuto tanto".

Un difensore brasiliano da consigliare al Napoli?

"Geromel del Gremio, ha giocato anche in Bundesliga. Per me è il miglior difensore che abbiamo in Brasile".

Ultimissime Notizie
I più letti
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

James Rodriguez, Don Balon rivela: la fidanzata Shannon spinge per trasferirsi a Napoli e non vuole più restare a Madrid