L'equilibratore...

Editoriale  
L'equilibratore...

Demme l'equilibratore del Napoli

Napoli Calcio - Il Napoli vuole ottenere, con decisione, al di là della sconfitta con la Juventus, un posto in Champions League. Per fare questo, Gattuso ha deciso di optare per la continuità, soprattutto in mediana, con una coppia di centrocampisti in grado di mettere insieme qualità e quantità. Fabian Ruiz-Demme, una coppia che consente ci gestire le gare con tranquillità, proteggendo la difesa ma generando gioco. Perno della rinascita, però, è Diego Demme.

Demme

Sembra un tedesco nei Quartieri Spagnoli, di nome Diego, perché il papà calabrese tifosissimo del Napoli lo ha chiamato così quando nacque nel 1991, con Maradona che aveva appena lasciato Napoli. Ha fatto bene nella sua prima stagione, vincendo anche la coppa Italia, ma l'arrivo di Bakayoko gli aveva un po' chiuso le porte, perdendo la titolarità e pensando, in questa estate pazza, al termine della passata stagione calcistica, di lasciare l'azzurro. E' rimasto, invece, e, nel tempo, si è preso nuovamente la titolarità. La sua intelligenza tattica, l'equilibrio che riesce a dare all'intera squadra in campo, hanno fatto si che si sposasse alla perfezione con le capacità di inserimento di Fabian Ruiz. Agli occhi di molti non un campione, ma un ottimo calciatore in grado di far giocare bene tutti, con buona pace di Gattuso che, di centrocampisti, se ne intende visto il suo trascorso.

Dietro la rivincita di Fabian c'è Demme. Il campionato dello spagnolo sembrava quasi da dimenticare, fatto di prestazioni al di sotto della media, oltre alle critiche che arrivavano con continuità. L’ex Betis Siviglia è uscito dall’equivoco tattico, merito di Demme e in parte di Zielinski che lo aiuta a centrocampo. Con Demme il Napoli ha ritrovato compattezza, le prestazioni sono migliorate e sono arrivati tanti punti nelle ultime partite. Con lui in campo la media punti degli azzurri in campionato è stata decisamente alta: sono 19 le partite giocate in stagione, condite da 2 gol e 3 assist. Diego Demme è un regista difensivo, funzionale e sempre lucido con la palla tra i piedi. Parliamo di un playmaker basso capace di far uscire la propria squadra dal pressing avversario con facilità e, in un periodo in cui si gioca tantissimo, avere questo motorino perpetuo capace in campo di chiudere ogni linea di passaggio in fase di copertura, consente al Napoli di creare, di giocare un buon calcio e di andare in gol con regolarità.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    85

    35
    26
    7
    2
  • logo NapoliNapoliCL

    73

    36
    23
    4
    9
  • logo AtalantaAtalantaCL

    72

    35
    21
    9
    5
  • logo MilanMilanCL

    72

    35
    22
    6
    7
  • logo JuventusJuventusEL

    69

    35
    20
    9
    6
  • logo LazioLazioEL

    64

    34
    20
    4
    10
  • logo RomaRoma

    58

    35
    17
    7
    11
  • logo SassuoloSassuolo

    56

    35
    15
    11
    9
  • logo SampdoriaSampdoria

    45

    35
    13
    6
    16
  • 10º

    logo VeronaVerona

    43

    35
    11
    10
    14
  • 11º

    logo UdineseUdinese

    40

    36
    10
    10
    16
  • 12º

    logo BolognaBologna

    40

    35
    10
    10
    15
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    38

    35
    9
    11
    15
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    36

    35
    8
    12
    15
  • 15º

    logo TorinoTorino

    35

    34
    7
    14
    13
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    35

    35
    9
    8
    18
  • 17º

    logo SpeziaSpezia

    34

    35
    8
    10
    17
  • 18º

    logo BeneventoBeneventoR

    31

    35
    7
    10
    18
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    20

    35
    3
    11
    21
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    18

    35
    5
    3
    27
Back To Top