Pelillo... nell'uovo - Uomini fuori ruolo, l'equilibrio che non c'è e un dubbio preoccupante...

Rubriche fonte : Marcello Pelillo
Pelillo... nell'uovo - Uomini fuori ruolo, l'equilibrio che non c'è e un dubbio preoccupante...

Ha ragione Ancelotti a non dare alibi ai suoi. Quel gol nel finale sfortunato, ma non del tutto, non deve cancellare la prima ora di un Napoli in ginocchio, che poteva finire sotto di brutto senza l'aiuto dei legni... Koulibaly ci è andato poco convinto su quella palla, ha sintetizzato la sua prestazione e la sua condizione precaria di questo periodo in un gesto determinante. Ma il miglior difensore del campionato non ha troppe colpe. Si è integrato alla squadra da sole due settimane e il Napoli non ha grandi alternative in panchina. Un allarme mentre gli azzurri cedono Chiriches, buon affare se lo si guarda in maniera slegata, ma fine a se stesso se poi non si ha l'alternativa pronta e si è costretti a rischiare un Kalidou in queste condizioni... Non cerca alibi Carlo e non deve anche per le sue scelte. Due sono i punti che lo riguardano in maniera diretta. Lo schieramento di uomini fuori ruolo dopo le incertezze di Firenze, e l'equilibrio troppo precario per una squadra che allena da un anno. Sì, perché a guardare il Napoli, sembra che Ancelotti sia appena arrivato e che ci siano i meccanismi tattici da incamerare. Troppo è lo squilibrio da poter dare giustificazioni al tecnico che, inoltre, insiste con alcuni equivoci tattici. A Firenze, Fabian aveva già dato indicazioni circa il ruolo sperimentale di raccordo tra attacco e centrocampo. Non è la sua posizione, lo spagnolo è stato apprezzato lo scorso anno per la sua abilità di gioco partendo dietro la palla, e non davanti. In attacco non sa come muoversi, non conosce i movimenti, i tagli di un uomo che deve stare in prima linea, e nemmeno riesce a fare quello che Ancelotti avrebbe avuto e voluto da James Rodriguez... Esperimento che era già fallito lo scorso anno così come a Firenze, dove lo spagnolo, che pure gode di condizione atletica precaria, è andato migliorando quando è stato riportato a centrocampo. La scelta desta dei dubbi ulteriori quando in panchina sono disponibili tre seconde punte di ruolo, oltre a Insigne e Zielinski che sono calcisticamente nati in attacco. Sul polacco, poi, persiste un equivoco che va sciolto. Zielinski non è un centrale di centrocampo, è una mezzala che, al massimo, può giocare da ala sinistra di un centrocampo a quattro. Ancelotti insiste su una posizione che solo a sprazzi lo scorso anno ha dato risposte positive. Ieri l'ennesima evidente prova. Lo spostamento di Zielinski a sinistra, peraltro causato da un infortunio di Insigne e non dall'intuizione del tecnico, ha ribaltato la prestazione del polacco. È bastato mettere gli uomini al posto giusto nel 4-4-2 azzurro per vedere un Napoli diverso. Una punta di ruolo vicino a Mertens, Zielinski ala sinistra, Fabian centrale. Quest'ultimo, in realtà, non si è ripetuto come a Firenze dopo il cambio tattico e, forse, meritava più lui che Allan di lasciare spazio all'ottimo Elmas. Il macedone è probabilmente l'uomo in organico più adatto a giocare in mediana al fianco del brasiliano, o al suo posto, quando Allan sarà impegnato con i suoi voli intercontinentali per la nazionale brasiliana che negli anni scorsi non c'erano... Tanti, troppi errori ed esperimenti per una sfida contro la Juventus e un dubbio che sorge. Lo scarso equilibrio potrebbe dipendere anche dall'assenza di un uomo di regia in campo, sia in difesa che in attacco. Albiol era il regista della difesa e dalla retroguardia sapeva gestire gli spazi tra mediana e linea difensiva, utili per l'equilibrio della fase di non possesso di tutta la squadra. Lo spagnolo riusciva, almeno per la fase passiva, a sopperire all'assenza di un regista di centrocampo che al Napoli manca da tempo. Manolas ha qualità indiscutibili ma non è un uomo di ordine, non è un regista difensivo, mentre a centrocampo non si è intervenuto in tal senso. Agli azzurri manca il faro, la guida e gli equilibri diventano precari se due giganti come Allan e Koulibaly sono in ritardo di condizione... Vedremo...

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    9

    3
    3
    0
    0
  • logo BolognaBolognaCL

    7

    3
    2
    1
    0
  • logo JuventusJuventusCL

    7

    3
    2
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo TorinoTorinoEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo MilanMilan

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo RomaRoma

    5

    3
    1
    2
    0
  • logo LazioLazio

    4

    3
    1
    1
    1
  • 10º

    logo VeronaVerona

    4

    3
    1
    1
    1
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    4

    3
    1
    1
    1
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    3

    3
    1
    0
    2
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    3

    3
    1
    0
    2
  • 14º

    logo BresciaBrescia

    3

    3
    1
    0
    2
  • 15º

    logo ParmaParma

    3

    3
    1
    0
    2
  • 16º

    logo SpalSpal

    3

    3
    1
    0
    2
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    3

    3
    1
    0
    2
  • 18º

    logo LecceLecceR

    3

    3
    1
    0
    2
  • 19º

    logo FiorentinaFiorentinaR

    1

    3
    0
    1
    2
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    0

    3
    0
    0
    3
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Juventus, Sarri: "Se vedere la squadra di Sarri vuol dire vedere il mio Napoli...non la vedrete mai. Giocheremo in modo diverso"