Pelillo... nell'uovo - E una Stella Rossa cancellò Giulietta...

Rubriche  
Pelillo... nell'uovo - E una Stella Rossa cancellò Giulietta...

Il Napoli spazza via la deludente prestazione dello scorso turno di campionato e lascia aperta la porta degli ottavi di Champions League. Una grande gara da parte degli azzurri, prevista, voluta e consumata contro i coraggiosi serbi della Stella Rossa, che non si sono arresi neanche dopo il terzo gol dei padroni di casa. Il Napoli del ritmo alto, dei fraseggi, del moto perpetuo, della tecnica dei suoi uomini più importanti, si è saputo imporre sin dai primi minuti. Mertens, mattatore con due gol che valgono il primato nella classifica dei bomber europei in maglia azzurra, tra i migliori con il motorino Allan e l'elegante Fábian.

Stavolta, però, in cima è tornato lui, il capitano; Marek Hamsik ha regalato giocate intelligenti unite ad una buona dose d'interdizione. Lo slovacco migliora sempre di più nel nuovo ruolo. La fase sperimentale è abbondantemente superata da un po' di tempo e quando è in serata, sale in cattedra calandosi nei panni del regista puro e incisivo. L'uomo dei record azzurri ha trovato anche il gol, una "vecchia" abitudine che ha dovuto tralasciare per motivi tattici e che, probabilmente, gli ha dato altra benzina nelle testa e nelle gambe ieri sera. A Liverpool servirà lo stesso Napoli ammirato fin qui nell'affascinante cammino europeo. Sarà uno spareggio, una battaglia finale per entrambe. Ognuna potrà godere di un vantaggio diverso rispetto all'avversario. Il Liverpool avrà il suo stadio, la sua suggestiva casa, il Napoli il doppio risultato e qualcosa oltre...

Gli azzurri possono anche perdere per un gol di scarto, escluso l'1-0. La bilancia è dalla parte degli uomini di Ancelotti. Il tecnico è sembrato già carico e sicuro in vista della sfida dell'Anfield. Non vuole calcoli, anche perché gli azzurri non ne sono capaci. Un concetto già sentito all'ombra del Vesuvio da parte del suo predecessore. Il Napoli sa esprimersi al meglio soltanto quando tiene alto il ritmo, e non c'è tattica o persuasione che tenga. Ancelotti ora conosce a fondo i suoi, sa bene che oltre la Manica serve Il Napoli sfrontato di Parigi. All'Anfield c'è l'opportunità di crescere ancora e dimostrare che al Parco dei Principi non è stato un caso. Ripetere la gara di Parigi sarebbe la molla giusta per spingere il Napoli avanti anche in Europa. Intanto, tra una Stella e l'altra c'è la Dea ad attendere gli azzurri lunedì. Un altro avversario ostico per tradizione, un'altra Giulietta spesso pronta a colpire Gennaro... Vedremo...

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    56

    20
    18
    2
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    47

    20
    15
    2
    3
  • logo InterInterCL

    40

    20
    12
    4
    4
  • logo MilanMilanCL

    34

    20
    9
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    33

    20
    9
    6
    5
  • logo LazioLazioEL

    32

    20
    9
    5
    6
  • logo AtalantaAtalanta

    31

    20
    9
    4
    7
  • logo SampdoriaSampdoria

    30

    20
    8
    6
    6
  • logo ParmaParma

    28

    20
    8
    4
    8
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    27

    20
    6
    9
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    27

    20
    6
    9
    5
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    26

    20
    6
    8
    6
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    21

    20
    4
    9
    7
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    20

    20
    5
    5
    10
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    18

    20
    4
    6
    10
  • 16º

    logo SpalSpal

    18

    20
    4
    6
    10
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    17

    20
    4
    5
    11
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    14

    20
    2
    8
    10
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    10

    20
    1
    7
    12
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    8

    20
    1
    8
    11
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top