La sperimentazione non valga solo per Traoré: l'Atalanta serve un assist a De Laurentiis

Primo Piano  
La sperimentazione non valga solo per Traoré: l'Atalanta <i>serve</i> un assist a De Laurentiis

De Laurentiis ha parlato di sperimentazione di Hamed Junior Traorè per capire se fosse da riscattare oppure no. In questo finale di campionato si può allargare il discorso ad altri.

Elencare o ricordare tutti gli errori di questa stagione nefasta sarebbe come sparare sulla Croce Rossa. Il passato non è più modificabile, va accettato anche se è doloroso. La sconfitta contro l'Atalanta ha in qualche modo accelerato un processo di rifondazione che adesso deve obbligatoriamente iniziare. Rispetto all'addio improvviso di Spalletti che ha spiazzato De Laurentiis, adesso il presidente ha tutto il tempo per pianificare le scelte senza farsi prendere dalla fretta. Innanzitutto bisogna capire chi di questa rosa andrà riconfermato sia sotto l'aspetto delle motivazioni che delle caratteristiche tecniche. Ogni allenatore ha il suo gioco, le sue idee, i suoi schemi. Naturale dunque che un calciatore possa andare bene oppure no. Fa parte del calcio.

De Laurentiis ha utilizzato il verbo sperimentare lo scorso febbraio riferendosi alla scelta di escludere Piotr Zielinski per lasciare spazio a Hamed Junior Traorè arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Bournemouth. Bene, ora quella parola deve essere estesa anche ad altri calciatori in queste otto partite che restano fino al termine della stagione. Si utilizzi questo finale per capire chi effettivamente merita la riconferma oppure no senza troppi giri di parole. 

La famosa sperimentazione va dunque allargata per portarsi avanti con il lavoro ed iniziare già a programmare. Se Natan, Mazzocchi, Traoré, Cajuste, Ngonge, Lindstrom, potranno essere realmente una risorsa per la prossima stagione devono trovare adesso continuità. Solo giocando potremo avere idee chiare su chi puntare e chi no. Stesso discorso vale anche per la vecchia guardia. Chi si sente saturo e privo di motivazioni, alzi la mano e si faccia da parte. Si è campioni d'Italia (ancora per qualche giornata) anche con questi gesti forti e non solo a parole. Il Napoli che verrà deve nascere da queste ultime 8 gare. La programmazione prima di tutto.

RIPRODUZIONE RISERVATA

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    92

    36
    29
    5
    2
  • logo MilanMilanCL

    74

    37
    22
    8
    7
  • logo BolognaBolognaCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo AtalantaAtalantaEL

    66

    36
    20
    6
    10
  • logo RomaRomaECL

    60

    36
    17
    9
    10
  • logo LazioLazio

    59

    36
    18
    5
    13
  • logo FiorentinaFiorentina

    54

    36
    15
    9
    12
  • logo TorinoTorino

    53

    37
    13
    14
    10
  • 10º

    logo NapoliNapoli

    52

    37
    13
    13
    11
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    46

    36
    11
    13
    12
  • 12º

    logo MonzaMonza

    45

    36
    11
    12
    13
  • 13º

    logo LecceLecce

    37

    37
    8
    13
    16
  • 14º

    logo VeronaVerona

    34

    36
    8
    10
    18
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    33

    36
    5
    18
    13
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    33

    36
    7
    12
    17
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    32

    36
    8
    8
    20
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    32

    36
    7
    11
    18
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    29

    36
    7
    8
    21
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    16

    36
    2
    10
    24
Back To Top