Il patto dell'alibi e il gioco a nascondino...

Primo Piano  
Il patto dell'alibi e il gioco a nascondino...

La manona di Gigio di Castellammare di Stabia rischia di svegliare quasi in maniera definitiva il Napoli dal sogno scudetto. Vero che ci sono ancora 18 punti in palio, ma questa squadra ha nelle corde la forza per reagire ancora? Quello che Maurizio Sarri sta facendo a Napoli da tre anni è sotto gli occhi di tutti e nessuno può metterlo in discussione, ma dopo il pari di San Siro ci sono delle cose che non si possono accettare. Una squadra che sette giorni fa acciuffa una vittoria al 93' rimettendosi in carreggiata per lo scudetto avrebbe dovuto sfruttare questo entusiasmo ed invece, alla scala del calcio, è apparsa timorosa, scarica e senza energie. Sarri non può parlare di calo mentale perchè se gli stimoli non te li dà una gara thrilling come quella contro il Chievo non si capisce davvero cosa debba accadere per darti la scossa.

DA SURPLUS A LIMITE

L'identità tattica di Maurizio Sarri, elogiata da tutti in questo triennio, in alcuni frangenti sembra essere un limite. Questa squadra quando deve gettare il cuore oltre l'ostacolo, nel momento clou di questo rush finale, sembra essere prigioniera di quel fraseggio sarrista che non può essere come i mesi scorsi quando si andava più veloci. Insomma il colpo risolutore del singolo, quello che esce fuori dallo spartito tecnico, non è consentito o previsto. Avere un'identità di gioco è motivo di vanto, ma non deve essere una gabbia d'oro che soffochi l'indivualità quando non si riescono a sbloccare gare calde dove ti giochi tutto.

BASTA GIOCARE A NASCONDINO

Non si riesce davvero a capire perchè Sarri anche con il Napoli ad un tiro di schioppo dalla Juve ogni volta tiri fuori il discorso play off Champions, mercato o fatturato. Sono argomenti fondati, ma non più accettabili quando sei al rush finale. Nel momento cruciale dovrebbe essere la fame di poter fare la storia a spingerti oltre ogni limite, invece a Napoli questo limite viene spesso ricordato e ciò non aiuta. Paradossalmente il Napoli avrebbe dovuto essere più spensierato della Juve perchè non ha obblighi scudetto, ma è finito con l'autodistruggersi ricordandosi di avere fatturato minore e gap tecnico.

IL PATTO DELL'ALIBI

In principio si chiamava patto scudetto. Ora sul più bello vengono fuori alibi, storie di mercato (la più divertente resta quella del veto di Marotta per Politano) e altro per 'giustificare' il secondo posto. Questo famoso accordo siglato a Dimaro da chi non è stato rispettato? Da De Laurentiis? Da Sarri? Da Giuntoli? Dalla squadra? Se inconsciamente si è scelto il campionato alle Coppe vuol dire che lotti per lo scudetto con tutte le pressioni che ci sono. Paradosso dei paradossi è che il Napoli si è piantato proprio quando ha avuto la cosiddetta settimana tipo. Le scuse, il fatturato, le strutture, le parole di Buffon e lo champagne dopo il gol di Cristiano Ronaldo: Napoli resta ancora una volta a sognare in una prigione populista e dell'anti-juventinità. Ma quando penseremo un po' alle vicende di casa nostra? E menomale che sognare non costava nulla...

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    43

    15
    14
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    35

    15
    11
    2
    2
  • logo InterInterCL

    29

    15
    9
    2
    4
  • logo MilanMilanCL

    26

    15
    7
    5
    3
  • logo LazioLazioEL

    25

    15
    7
    4
    4
  • logo TorinoTorinoEL

    22

    15
    5
    7
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    21

    15
    6
    3
    6
  • logo RomaRoma

    21

    15
    5
    6
    4
  • logo SassuoloSassuolo

    21

    15
    5
    6
    4
  • 10º

    logo ParmaParma

    21

    15
    6
    3
    6
  • 11º

    logo SampdoriaSampdoria

    20

    15
    5
    5
    5
  • 12º

    logo FiorentinaFiorentina

    19

    15
    4
    7
    4
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    17

    15
    3
    8
    4
  • 14º

    logo EmpoliEmpoli

    16

    15
    4
    4
    7
  • 15º

    logo GenoaGenoa

    16

    15
    4
    4
    7
  • 16º

    logo SpalSpal

    15

    15
    4
    3
    8
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    13

    15
    3
    4
    8
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    11

    15
    2
    5
    8
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    8

    15
    1
    5
    9
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    3

    15
    0
    6
    9
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top