UFFICIALE - Il TAR conferma quanto stabilito in sede cautelare, multa di 3 milioni di euro alla FIGC: importanti novità per DS e Match Analyst

Notizie  
UFFICIALE - Il TAR conferma quanto stabilito in sede cautelare, multa di 3 milioni di euro alla FIGC: importanti novità per DS e Match Analyst

Il TAR conferma la multa di 3 milioni di Euro alla FIGC per limitazione della concorrenza del mercato del lavoro: Importanti novità regolamentari circa le professioni di DS, Osservatore Calcistico e Match Analyst. Questo il testo della sentenza:

"Il TAR del Lazio con sentenza n. 7177 del 04.06.2019, confermando quanto già stabilito in sede cautelare, ha ritenuto perfettamente legittimo il provvedimento dell’Autoritá Garante della Concorrenza e Mercato, con il quale é stata irrogata alla FIGC l’importante sanzione amministrativa di oltre 3 milioni di euro, per aver introdotto  regolamentazioni “in grado di frapporre ostacoli al libero accesso” al mercato dei servizi professionali resi da Direttori Sportivi, dagli Osservatori Calcistici e dai Match Analyst. Tale sentenza ha confermato inoltre la tesi che da sempre ispira l’operato dell’Assoanalisti AIAPC (Associazione Italiana Analisti di Performance Calcio), ovvero l’Associazione dei Match Analyst di Calcio italiani: il Match Analyst non é un allenatore di calcio, ma un esperto di analisi qualitativa e quantitativa, ovvero “un soggetto che non svolge la pratica sportiva ma le cui competenze sono funzionali allo svolgimento di un’attività economica che presenta un carattere sussidiario o ancillare rispetto a quella sportiva, la quale si incentra sulla conduzione tecnica della squadra ovvero sullo svolgimento delle prestazioni sul campo di gioco”. Da oggi dunque ogni Match Analyst sará libero di formarsi ove e come crede (il Corso FIGC é stato parificato in tutto e per tutto ai vari Corsi alternativi, già riconosciuti e indicati da AIAPC sul proprio sito web www.assoanalisti.it ) e di offrire le proprie prestazioni professionali alle società calcistiche nonché di ottenere il tesseramento presso la FIGC come Match Analyst. Il Presidente AIAPC, Mario Savo, commenta con grande soddisfazione tale sentenza parlando di una svolta epocale per la professione e per il Calcio italiano, che offrirà all’intero movimento un’importante  opportunità di evoluzione e miglioramento. Al seguente link il comunicato ufficiale AIAPC e all’interno dello stesso il testo integrale della sentenza del TAR e delle modifiche regolamentari FIGC circa le figure professionali citate".

I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    9

    3
    3
    0
    0
  • logo BolognaBolognaCL

    7

    3
    2
    1
    0
  • logo JuventusJuventusCL

    7

    3
    2
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo TorinoTorinoEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo MilanMilan

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo RomaRoma

    5

    3
    1
    2
    0
  • logo LazioLazio

    4

    3
    1
    1
    1
  • 10º

    logo VeronaVerona

    4

    3
    1
    1
    1
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    4

    3
    1
    1
    1
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    3

    3
    1
    0
    2
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    3

    3
    1
    0
    2
  • 14º

    logo BresciaBrescia

    3

    3
    1
    0
    2
  • 15º

    logo ParmaParma

    3

    3
    1
    0
    2
  • 16º

    logo SpalSpal

    3

    3
    1
    0
    2
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    3

    3
    1
    0
    2
  • 18º

    logo LecceLecceR

    3

    3
    1
    0
    2
  • 19º

    logo FiorentinaFiorentinaR

    1

    3
    0
    1
    2
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    0

    3
    0
    0
    3
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Rinnovo Callejon-Napoli, CorSport: nessuno delle parti vuole il divorzio, ma è tutto ancora in stand-by. Stesso discorso per Mertens