Atalanta, paura per Muriel: è ricoverato dopo un trauma cranico

Notizie  
Atalanta, paura per Muriel: è ricoverato dopo un trauma cranico

Atalanta, Muriel ricoverato: ecco cosa è successo

Notizie Calcio - Grosso spavento per Luis Muriel finito in ospedale nelle scorse ore. Come infatti riporta Sky, l'attaccante colombiano ha rimediato una caduta che gli ha comportato un trauma cranico. L'attaccante è attualmente ricoverato in una clinica di Bergamo e probabilmente non prenderà parte ad Atalanta-Brescia di stasera. Secondo una prima ricostruzione, il tutto sarebbe avvenuto durante un pranzo con i compagni di squadra dove l'atleta sarebbe scivolato in piscina. Le sue condizioni, in ogni caso, non sono gravi. 

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    20

    8
    6
    2
    0
  • logo SassuoloSassuoloCL

    18

    8
    5
    3
    0
  • logo RomaRomaCL

    17

    8
    5
    2
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    16

    8
    4
    4
    0
  • logo InterInterEL

    15

    8
    4
    3
    1
  • logo NapoliNapoliEL

    14

    8
    5
    0
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo LazioLazio

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo VeronaVerona

    12

    8
    3
    3
    2
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    10

    8
    3
    1
    4
  • 11º

    logo CagliariCagliari

    10

    8
    3
    1
    4
  • 12º

    logo BolognaBologna

    9

    8
    3
    0
    5
  • 13º

    logo SpeziaSpezia

    9

    8
    2
    3
    3
  • 14º

    logo BeneventoBenevento

    9

    8
    3
    0
    5
  • 15º

    logo FiorentinaFiorentina

    8

    8
    2
    2
    4
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    7

    8
    2
    1
    5
  • 17º

    logo ParmaParma

    6

    8
    1
    3
    4
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    5

    8
    1
    2
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    8
    1
    2
    5
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    2

    8
    0
    2
    6
Back To Top