Pagelle Napoli-Lazio: Demme dominante! Insigne splendido, Manolas come lotta! Mario Rui giganteggia, Hysaj osceno

Le Pagelle  
Pagelle Napoli-Lazio: Demme dominante! Insigne splendido, Manolas come lotta! Mario Rui giganteggia, Hysaj osceno

Ospina 6,5 - Risponde con i pugni al destro di Milinkovic-Savic, Immobile l’aveva spiazzato sul rigore ma scivola e calcia alto. Si distende su Caicedo al 16’ e su Immobile in avvio di ripresa. Vola sul destro di Ciruzzo che finisce, offside, in rete. Molto meglio

Hysaj 4 - Evitabile il fallo con cui stende Caicedo al 7’, non si accorge della sua presenza nel tentativo di spazzarla. Inutile contrastare Immobile sulla linea laterale, essere espulsi per doppia ammonizione dopo nemmeno venti minuti è osceno.

Manolas 7 - Ennesimo derby personale con Immobile - col quale perde il duello aereo in occasione del rigore -, ma è con Caicedo che va faccia e faccia. Prende un colpo involontario da Immobile dopo una scivolata prorompente, nella ripresa Correa gli svaria davanti e lo tira fuori posizione: Kostas lo svernicia in velocità rientrando verso Ospina. Va a lottare su tutti i palloni, come i guerrieri dell’Antica Grecia.

Di Lorenzo 6,5 - Deve fare gli straordinari da centrale difensivo, con la Lazio già in campionato non convinse totalmente: Caicedo fisicamente lo mette alla prova, poi col rosso a Hysaj torna sulla fascia dove dimostra una gamba sempre di livello.

Mario Rui 7 - Il gioco non lo vede particolarmente coinvolto nella prima mezz’ora, si fa vedere con un paio di anticipi di testa. Rivedibile un corner al 52’ che va direttamente sul fondo, qualche minuto più tardi salta a vuoto e lascia Immobile da solo alle sue spalle. Contributo difensivo nonostante paghi centimetri e chili contro tanti avversari, fosse entrato quel destro a giro che si schianta sul palo…sarebbe caduto il San Paolo.

Lobotka SV - Debutto parzialmente a sorpresa, ci si poteva aspettare anche Elmas: sin dai primi minuti mette in mostra un discreto dinamismo, Gattuso lo tira fuori dopo il rosso a Hysaj perchè è quello che conosce meno gli schemi? Da rivedere, ovvio. (Dal 22’ Luperto 5,5 - Usa i gomiti quando è il caso, non regala sensazioni positive in ogni occasione: nella ripresa ciabatta più di un pallone, ci mette la testa nel finale)

Demme 7 - Prima dal 1’ in azzurro, al centro per dare equilibrio ma è da una sua palla persa che parte l’azione del rigore in avvio. Ordinato, spesso preciso e posizionato nel modo corretto. Poco appariscente come il Jorginho dei bei tempi, dominante: di qualità e quantità.

Zielinski 6,5 - Entra nell’azione del vantaggio, ammira Insigne inventare un gran gol dopo averlo servito. Acerbi tenta di azzopparlo, bello vederlo ‘strappare’ al 24’ in ripartenza. Sostiene l’azione da centrale, quando cambiano anche i compiti da eseguire. Nel finale agisce da esterno sinistro.

Callejon 6 - Contro la Fiorentina una delle peggiori prove in azzurro, stasera Gattuso gli chiede maggiore copertura soprattutto dopo l’espulsione di Hysaj: si accentra quando ce n’è la necessità, si allarga in avvio di ripresa quando Di Lorenzo lo lancia in profondità. Radu al 56’ prova a privarlo della caviglia destra, niente fallo (?). (Dal 68’ Elmas 6 - Un paio di minuti e si dimostra giocherellone con la palla tra i piedi: troppo di fino, anche quando servirebbe la sciabola. Utile, però)

Milik 5,5 - Fino all’espulsione di Hysaj non ha chance, dopo resta da solo in attacco e può solo aiutare la squadra a salire, anche rientrando dietro la linea di metà campo. Gli capita la grande occasione al 70’, la angola bene ma Strakosha ed il palo miracoleggiano. Poco dopo si impappina in area e vanifica una delle poche giocate di un match che lo vede solitario per tutti i novanta minuti, fin quando non si fa notare per un recupero davanti ad Ospina

Insigne 6,5 - Si inventa un gol spettacolare dopo cento secondi, il primo al San Paolo dopo tempo immemore. Luiz Felipe lo sta ancora cercando. Spreca una buonissima opportunità nel finale di primo tempo, non si accorge di Callejon libero a destra. Ha tanta voglia di fare, ok, ma tocca la palla sempre una volta in più. Si sacrifica tantissimo in fase difensiva, rientrando fino all’area di rigore azzurra. (Dal 77’ Fabian SV - Il primo pallone è sballato per Milik, trotterella)

Gattuso 6,5 - Sceglie di lanciare Lobotka dal primo minuto, ritrova la spinta dei tifosi ed un gol in avvio che determina anche il primo vantaggio della sua gestione. Voleva una squadra in grado di lottare, di avere quel veleno di cui parla sempre: anche un pizzico di fortuna, ad esempio Immobile che scivola sul rigore. Il rosso a Hysaj lo costringe al cambio modulo (ma non si capisce la ragione della sostituzione, poteva essere arretrato Callejon, quello a Lucas Leiva rende la partita un vero e proprio circo con repentini cambi di possesso e gioco. Si ha la sensazione di vedere una squadra più viva, non quel mortorio visto con la Fiorentina: certo, un tiro un gol e poi tutti dietro, ma bisogna fare di necessità virtù. Anche perchè nella ripresa la Lazio alza il baricentro, schiaccia dietro i suoi dal minuto 46’: l’occasione giusta arriva a metà ripresa, ma non c’è fortuna nonostante la testata di Milik fosse al limite del giusto. Nell’ultimo quarto d’ora rinuncia a due esterni offensivi per rinfoltire la metà campo, ma la Lazio ha tante seconde palle che non sfrutta: poi ci si mette di metto la fortuna, per una volta, con il gol di Acerbi che viene annullato dopo una marcatura su calcio d’angolo totalmente assente. Non diciamo che la stagione del Napoli cambia stasera, ma sicuramente vincere così può smuovere un po’ la mente dei calciatori.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    63

    26
    20
    3
    3
  • logo LazioLazioCL

    62

    26
    19
    5
    2
  • logo InterInterCL

    54

    25
    16
    6
    3
  • logo AtalantaAtalantaCL

    48

    25
    14
    6
    5
  • logo RomaRomaEL

    45

    26
    13
    6
    7
  • logo NapoliNapoliEL

    39

    26
    11
    6
    9
  • logo MilanMilan

    36

    26
    10
    6
    10
  • logo VeronaVerona

    35

    25
    9
    8
    8
  • logo ParmaParma

    35

    25
    10
    5
    10
  • 10º

    logo BolognaBologna

    34

    26
    9
    7
    10
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    32

    25
    9
    5
    11
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    32

    25
    8
    8
    9
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    30

    26
    7
    9
    10
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    28

    26
    7
    7
    12
  • 15º

    logo TorinoTorino

    27

    25
    8
    3
    14
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    26

    25
    7
    5
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    25

    26
    6
    7
    13
  • 18º

    logo LecceLecceR

    25

    26
    6
    7
    13
  • 19º

    logo SpalSpalR

    18

    26
    5
    3
    18
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    16

    26
    4
    4
    18
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top