Pagelle Bologna-Napoli: Luperto e Verdi che limiti! Milik amorfo, Insigne fumoso! Con Mertens e Callejon è tutta n'ata storia

Le Pagelle  
Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del NapoliLorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli

Pagelle Bologna-Napoli 3-2, i voti di CN24 alle prestazioni degli azzurri. Bene Ghoulam, almeno 5 insufficienze nell'undici di Ancelotti.

Le pagelle di Bologna-Napoli 3-2. I voti di CalcioNapoli24.it a firma Claudio Russo alle prestazioni degli azzurri

Pagelle Bologna-Napoli 3-2, i voti di CalcioNapoli24 alle prestazioni degli azzurri

Karnezis 5,5 - Confermato dopo la bella prova contro l’Inter, il greco sostanzialmente è inoperoso per mezz’ora: doppio intervento sugli sviluppi di una punizione, doppia incertezza. Poi vola su Lyanco, Santander e Dzemaili lo bucano inesorabilmente e non ha enormi colpe. Impreparato sulla doppietta del Ropero, ma forse non se l’aspettava nemmeno lui.

Malcuit 4,5 - Rimane giù dopo un contatto fortuito con Dijks, che al 25’ lo lascia sul posto con uno scatto notevole. Per quanto corre, meriterebbe migliore rendimento: invece gioca male, e non è l’unico.

Albiol 5,5 - Il suo alter-ego più giovane si fa notare di più, nel bene e nel male. Lui fa il suo, nel finale Santander colpisce il pallone del 3-2 in mezzo a Raul e al suo alter-ego (più doppelgänger, forse).

Luperto 4,5 - Quarta da titolare nelle ultime sei, un fine campionato che sembrava in crescendo: mette il corpo in opposizione ad un tiro di Santander, ma si perde il Ropero in occasione del gol e sul raddoppio non esce incontro a Dzemaili. Sul 3-2 è in posizione privilegiata per ammirare il movimento dello sgraziato Santander.

Ghoulam 6 - Inizia molto alto in campo, ma la spinta non è del tutto costante, anzi. Nel finale di primo tempo Orsolini salta da solo alle sue spalle, ma era in inferiorità numerica. Nella ripresa va in gol e ringrazia il Var dopo una bella sgroppata. Fisicamente chiude benissimo la stagione.

Verdi 4,5 - Torna a casa ed Ancelotti gli regala una delle rare chance dal primo minuto: prova ad entrare in ritmo con una conclusione da fuori area ed una punizione ribattuta dalla barriera. Evita un giallo sacrosanto. Difensivamente nel 4-4-2 conferma i suoi limiti e lascia un’amara sensazione - stagionale - di incompiuto. (Dal 64’ Callejon 6,5 - Ci voleva poco per fare meglio di Verdi, anche senza il lancio che porta al pareggio di Mertens)

Fabián 6 - Luperto lo lancia centralmente, quasi a sua insaputa, e lui riesce a servire Insigne. È l’unica occasione in cui si nota nei primi 45’: è assente anche nella fase difensiva che porta al 2-0. Lancia Ghoulam in porta per il 2-1, nella ripresa regala qualche spunto.

Zielinski 6 - Altra prova da regista con libertà di inserimento. Difensivamente è assente: sul 2-0 lui e Fabián vanno per campi. Però nella ripresa ci mette voglia, è uno de pochi a voler recuperare un match: colpisce anche il palo nel finale.

Insigne 4,5 - Si dedica molto ai suggerimenti nei primi dieci minuti, non tutti precisi a dir la verità. Poi sfiora la traversa al 13’, Skorupski al 19’ lo blocca facilmente, sul 2-0 perde palla e quantomeno ha un minimo di voglia nel cercare di accorciare su Dzemaili. Offensivamente fumoso come tanti. (Dal 63’ Mertens 6,5 - Segna il gol del pari e conferma la sua importanza per il futuro. Ah, terzo posto solitario nei goleador all-time della storia del Napoli)

Younes 5,5 - Ancelotti nell’ultimo terzo di campionato s’è fidato molto di Amin, schierandolo per sei volte nelle ultime dodici dal primo minuto: al 18’ maluccio il suo destro a giro. Nel secondo tempo migliora con l’assist a Mertens. (Dall’84’ Gaetano SV)

Milik 4,5 - Contro l’Inter aveva deluso, al Dall’Ara gioca molto di sponda con i compagni e Lyanco al 33’ lo anticipa. Impegna Skorupski in avvio di ripresa e sfiora il palo al 54’ ma è troppo poco: appare un elemento amorfo.

Ancelotti 5 - Schieramento ultra-offensivo, sulla carta, per chiudere il campionato e per mantenere continuità con i 37 gol segnati nelle ultime undici contro il Bologna: le scelte non pagano, altroché! Il primo tempo fila via abbastanza liscio, la squadra gioca con il 4-2-3-1 e prova a creare qualcosina con entrambe lentezza: le assenze dell’asse centrale formato da Koulibaly, Allan, Callejon e Mertens privano la squadra di vivacità. Il risultato è un insieme di ragazzi molli che, complice anche la mancanza di obiettivi e motivazioni, cede di schianto nel giro di due minuti. Il 4-2-3-1 acquista un po’ di brio con l’inserimento di Callejon e Mertens, in mezzo a tanti elementi al limite dell’estraneo, e raggiunge anche il pareggio: poi capitola sotto l’asse Svanberg-Santander con un episodio che mette la parola fine alla stagione.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    90

    38
    28
    6
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo InterInterCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo MilanMilanEL

    68

    38
    19
    11
    8
  • logo RomaRomaEL

    66

    38
    18
    12
    8
  • logo TorinoTorino

    63

    38
    16
    15
    7
  • logo LazioLazio

    59

    38
    17
    8
    13
  • logo SampdoriaSampdoria

    53

    38
    15
    8
    15
  • 10º

    logo BolognaBologna

    44

    38
    11
    11
    16
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    38
    9
    16
    13
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    43

    38
    11
    10
    17
  • 13º

    logo SpalSpal

    42

    38
    11
    9
    18
  • 14º

    logo ParmaParma

    41

    38
    10
    11
    17
  • 15º

    logo CagliariCagliari

    41

    38
    10
    11
    17
  • 16º

    logo FiorentinaFiorentina

    41

    38
    8
    17
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    38

    38
    10
    8
    20
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    25

    38
    5
    10
    23
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    17

    38
    2
    14
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Vinicius-Napoli, cessione in vista? CorSport: Wolverhampton pronto ad offrire 20mln, dietro l'affare c'è Mendes