Proietti: “Invalida al 77%, l’AIA mi ha espulso perché ho detto la verità”

Le Interviste  
Proietti: “Invalida al 77%, l’AIA mi ha espulso perché ho detto la verità”

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuta Elena Proietti, ex arbitro e assessore dello sport del comune di Terni:

"Ironico che avessi pagato le quote dell’AIA prima che me la togliessero. La tessera mi è stata tolta perché gli associati non possono rilasciare dichiarazioni tecniche sulle gare arbitrate, ma io ho parlato di questioni personali. Il fatto che abbia preso un pugno all’interno di campo sportivo non vedo cosa cambi rispetto se l’avessi preso altrove. Il giocatore che ha fatto ciò che ha fatto in quella partita non è stato radiato. Il Gip ha scritto che ho subito un’aggressione ma manca l’elemento soggettivo, manca il dolo: questo è il punto di vista della giustizia sportiva, che ha accertato che sono uscita dal campo con la faccia gonfia e un’invalidità importante del 77%, certificato dalla ASL. L’AIA invece non riconosce l’accaduto e mi ha tolto la tessera perché dire la verità arreca un grave danno all’associazione, invece di esprimere la propria solidarietà per chi ha subito un danno permanente. La mia versione dei fatti è diversa dalla ricostruzione in giudizio. Il danno che io ho riportato è neurologico: il mio occhio è sano come organo, ma per il cazzotto che ho preso sulla tempia mi ha provocato l’invalidità. L’AIA non mi ha mai mostrato la propria solidarietà, né ho ricevuto una visita in ospedale: Nicchi all’epoca disse che doveva vedere le carte. Il calciatore a fine anno potrà ricominciare a giocare dopo la squalifica di 5 anni, io invece non potrò tornare ad arbitrare. Io ora sono assessore allo sport per il comune di Terni, quando uno sportivo di questa città si infortuna io lo chiamo e gli chiedo come stia"

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    38

    15
    12
    2
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    36

    15
    11
    3
    1
  • logo LazioLazioCL

    33

    15
    10
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    29

    15
    8
    5
    2
  • logo RomaRomaEL

    29

    15
    8
    5
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    28

    15
    8
    4
    3
  • logo ParmaParma

    21

    15
    6
    3
    6
  • logo NapoliNapoli

    21

    15
    5
    6
    4
  • logo TorinoTorino

    20

    15
    6
    2
    7
  • 10º

    logo MilanMilan

    20

    15
    6
    2
    7
  • 11º

    logo VeronaVerona

    18

    15
    5
    3
    7
  • 12º

    logo BolognaBologna

    16

    15
    4
    4
    7
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    16

    15
    4
    4
    7
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    15

    14
    4
    3
    7
  • 15º

    logo LecceLecce

    15

    15
    3
    6
    6
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    15

    15
    4
    3
    8
  • 17º

    logo SampdoriaSampdoria

    12

    15
    3
    3
    9
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    11

    15
    2
    5
    8
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    10

    14
    3
    1
    10
  • 20º

    logo SpalSpalR

    9

    15
    2
    3
    10
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Ecco tutto lo staff di Gattuso: il napoletano Riccio vice allenatore, due preparatori