Ancelotti: "Valigia sempre pronta, giusto essere in discussione! Ottimista per domani, non voglio che la squadra giochi per me. Ieri ho sentito Ibrahimovic" [VIDEO CN24]

Le Interviste  
Ancelotti: Valigia sempre pronta, giusto essere in discussione! Ottimista per domani, non voglio che la squadra giochi per me. Ieri ho sentito Ibrahimovic [VIDEO CN24]

Napoli-Genk, la conferenza stampa di Carlo Ancelotti ed Alex Meret alla vigilia della partita di Champions League

Ultimissime calcio Napoli - Carlo Ancelotti in conferenza stampa pre Napoli-Genk. Champions League, gli azzurri chiudono il loro girone contro la squadra belga nella location del San Paolo. Alla squadra di Lorenzo Insigne e compagni basterà un punto per accedere agli ottavi di finale della competizione più importante al mondo, in attesa poi di notizie dalla gara tra il Salisburgo ed il Liverpool. Segui la diretta testuale su CalcioNapoli24.

Napoli-Genk conferenza Ancelotti

14.32 - Finisce qui la conferenza stampa di Ancelotti e Meret.

14.30 - Domanda per Meret. Gol preso ad Udine? "Si può sempre far meglio ma non era facile, è stato bravo Lasagna ad anticiparmi con la punta. Dispiace perché è nato tutto da un nostro calcio d'angolo, presa una ripartenza evitabile. Pensiamo solo a domani".

14.29 - Domanda per Ancelotti. Ripartenza di Mario Rui? "Mi sono arrabbiato anch'io ma è cattiva informazione. L'azione parte da un'azione offensiva con una sovrapposizione e sei calciatori in area avversaria. C'è stato un ripiego di 80 metri di otto calciatori, tranne Callejon e Llorente. Hanno rifiatato, è normalissimo".

14.27 - Domanda per Ancelotti. Sensazioni sulla gara di domani? "Positive, penso che faremo una grande gara e che passeremo il turno, speriamo da primi. Dipende tutto da una cosa: che l'allenatore non sbagli la formazione. Sono molto ottimista. Maksimovic non credo che sarà disponibile".

14.26 - Domanda per Meret. Principale artefice di questa classifica in Champions? "Scendo in campo sempre per fare quello che mi tocca, che sia campionato o Champions League. Non mi cambia questa situazione, sicuramente cerco di dare sempre il mio contributo alla squadra".

14.24 - Domanda per Ancelotti. Sensazioni di addio? "Stia sereno, non deve avere queste sensazioni. Il fatto di essere messo in discussione nasce dal fatto che la squadra non ha reso per quelle che erano le aspettative, anche mie. Non c'è niente di nuovo... Spero che domani vada tutto bene, dobbiamo sfruttare l'evento di domani per dare un colpo di spugna, con una prestazione convincente, e ripartire. Se non mi ritenessi la persona giusta per ripartire non sarei qui".

14.24 - Domanda per Ancelotti. Se le cose non dovessero andar bene? "Non vivo con i se".

14.23 - Domanda per Ancelotti. Fabian ed Insigne titolari? "Devo mettere la formazione migliore, abbiamo dubbi su Allan e Milik. Ibra non l'ho sentito oggi, ieri sera, mi ha detto che è a Los Angeles e che sta bene".

14.21 - Domanda per Ancelotti. Qualità in mezzo al campo? "Allan non è certamente uno che ha nella qualità la sua principala caratteristica, la presenza del brasiliano in campo ha alzato il livello tecnico e questo è un paradosso. Con lui la squadra gioca meglio, con calciatori di qualità si gioca meno bene. Riesce a dare quell'equilibrio che diventa fondamentale per giocare bene dal punto di vista tecnico".

14.20 - Domanda per Ancelotti. Differenze tra il Napoli di Champions e quello di campionato? La poca concretezza? "La squadra è preoccupata per quello che non riesce a fare, ci condiziona l'aspetto mentale. Era molto più libera al Liverpool mentalmente quando c'erano meno responsabilità ed ha dato il meglio. Il peso mentale ha condizionato molto, i legni presi non sono una giustificazione. Non abbiamo reso come in Champions in campionato".

14.19 - Domanda per Meret"Lavoriamo come abbiamo sempre fatto. L'assenza di risultati ci fa pensare e ci spinge a lavorare di più, a partire dagli allenamenti fino ad arrivare al campo. Questa credo sia la soluzione"

14.18 - Domanda per Ancelotti. Cosa non rifarebbe? "Una sola cosa che non dirò. Il girone non è facile ma abbiamo fatto grandi cose".

14.17 - Domanda per Meret. Responsabilità? "Quelli che vanno in campo siamo noi giocatori, siamo i primi responsabili. Dobbiamo dare qualcosa in più che ci è mancato nell'ultimo mese, dobbiamo dare il massimo altrimenti non veniamo fuori da questo momento. Non ci soffermiamo su queste voci, pensiamo solo al campo".

14.15 - Domanda per Ancelotti. Quando è iniziato il momento negativo? "Non mi interessa stabilirlo, mi interessa risolverlo. Milik sta bene, lo valuteremo ancora oggi ma credo possa essere disponibile al pari di Allan, ha un po' di fastidio alla costola, speriamo possa esserci per domani. Devo concentrarmi su quel che posso controllare, cioè sulla squadra e la preparazione della gara. Potrebbe essere la partita di domani la scintilla. Quello che è stato rimane, se tutto va bene serviranno altre verifiche, una partita non può bastare. C'è una responsabilità ancora maggiore da parte dei calciatori".

14.14 - Domanda per Meret. Partita per Ancelotti? "E' una partita importante che può darci motivazioni anche per il campionato. Una vittoria sarà importante per tutti".

14.13 - Domanda per Ancelotti. Cosa fare per venire fuori? "Continuo a fare il mio, non mi piace valutarmi per quello che ho fatto ma per quello che sto facendo. Non sto dando il meglio e devo concentrarmi sui calciatori, sono loro lo strumento per dimostrare le mie qualità. Non vorrei mai vedere i giocatori giocare per me".

14.11 - Domanda per Ancelotti. Valigia pronta? "Sempre per un allenatore. Credo che essere messi in discussione in questa situazione è assolutamente normale. Non mi spaventa la cosa. Se non si verificano le giuste condizioni, è giusto chiudere da entrambe le parti. Onestamente non ci sto pensando, sono preoccupato per la squadra perché mi sento molto coinvolto in questo periodo. Non posso far finta di niente, non stiamo esprimendo quel che possiamo fare in virtù delle partite di Champions League dove l'andazzo è stato differente rispetto alla Serie A. In questa competizione abbiamo fatto cose di grandissimo livello, dobbiamo uscire da questo periodo che finirà, sono certo ma non possiamo tirarla troppo per le lunghe".

14.10 - Domanda per Meret. Cosa è mancato? "Non riusciamo a tenere ritmi alti, è più un fatto mentale perché fisicamente stiamo bene e lo abbiamo dimostrato in Champions League. E' una questione mentale".

14.09 - Domanda per Ancelotti. Uno psicologo nello staff? "Ho lavorato tantissimi anni al Milan con uno psicologo, è di grande aiuto. Dipende molto dalle valutazioni che i calciatori fanno di questa figura. Se lo si intende come valorizzatore di risorse umano è positivo, se lo si vede come uno psichiatra è assolutamente negativo".

14.08 - Domanda per Meret. Come trovare la tranquillità? "Estraniandosi dall'esterno, comportandoci da spogliatoio unito e pensando solo alla partita. Il resto non deve condizionarci".

14.07 - Domanda per Ancelotti. Qualificazione un modo per cancellare tutto? "No, si deve valutare anche quello che è stato fatto di poco buono in campionato. Una qualificazione in Champions non può cancellare quanto fatto di negativo ma può darci lo stimolo per risolvere i problemi evidenziati dalle partite di campionato".

14.06 - Domanda per Meret. Sensazioni? "Sappiamo che è un momento difficile, vogliamo ritrovare la vittoria. Domani è una gara fondamentale, dipenderà tutto da noi e siamo tutti concentrati e con la mentalità di non pensare alle cose negative ma solo alla partita. Vogliamo fare una grande partita davanti ai nostri tifosi".

14.04 - Domanda per Ancelotti. Come sta vivendo la vigilia? Ha risentito De Laurentiis nelle ultime ore? "Ho parlato con il presidente quotidianamente, siamo tutti concentrati su questa gara. Abbiamo fatto una valutazione sulla gara di Udine dopo sabato. Vivo la partita di domani come un'opportunità per raggiungere un obiettivo importante: la qualificazione. Devo prendere delle decisioni in queste ore: scegliere la squadra migliore affidandomi a uomini che possano vincere e tornare a fare quanto fatto tante volte, soprattutto in Champions. Sono le uniche decisioni che devo prendere in queste ore. Dopo la gara dovrò riflettere sulla gara come sempre. Spero in riflessioni positive".

14.02 - Ancelotti e Meret entrano in sala stampa a Castel Volturno.

13.55 - Tutto pronto per l'inizio della conferenza.

13.44 - Tra circa 15 minuti avrà inizio la conferenza stampa di Ancelotti e Meret. La sala stampa di Castel Volturno inizia ad popolarsi.

13.08 - Alle 14.00 Carlo Ancelotti ed Alex Meret parleranno in conferenza stampa alla vigilia della partita di Champions League contro il Genk.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    48

    19
    15
    3
    1
  • logo InterInterCL

    46

    19
    14
    4
    1
  • logo LazioLazioCL

    45

    19
    14
    3
    2
  • logo AtalantaAtalantaCL

    35

    19
    10
    5
    4
  • logo RomaRomaEL

    35

    19
    10
    5
    4
  • logo CagliariCagliariEL

    29

    19
    8
    5
    6
  • logo ParmaParma

    28

    19
    8
    4
    7
  • logo TorinoTorino

    27

    20
    8
    3
    9
  • logo VeronaVerona

    25

    18
    7
    4
    7
  • 10º

    logo MilanMilan

    25

    19
    7
    4
    8
  • 11º

    logo NapoliNapoli

    24

    19
    6
    6
    7
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    24

    19
    7
    3
    9
  • 13º

    logo BolognaBologna

    23

    19
    6
    5
    8
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    22

    20
    6
    4
    10
  • 15º

    logo FiorentinaFiorentina

    21

    19
    5
    6
    8
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    19

    20
    5
    4
    11
  • 17º

    logo LecceLecce

    15

    19
    3
    6
    10
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    14

    19
    3
    5
    11
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    14

    19
    4
    2
    13
  • 20º

    logo SpalSpalR

    12

    19
    3
    3
    13
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Gattuso: "Dimissioni? Macchè, sono qui per lottare! Sapevo fosse difficile, potevo stare su altre panchine più semplici..."