Allan rinvia l’intrigante esperimento di Ancelotti…

Editoriale  
allanallan

Se vuoi fare un passo avanti, devi perdere l’equilibrio per un attimo. Deve aver pensato questo Ancelotti quando ha voluto rischiare un centrocampo molto tecnico contro il Wolfsburg. E quell’attimo è durato un’amichevole estiva: se non servono a fare esperimenti tattici, a cos’altro dovrebbero servire le partite di pre-campionato? E allora che ben venga un tentativo per dare forma e sostanza nella zona di campo dove far nascere la nuova filosofia di gioco.

L'esperimento di Ancelotti

Diawara, Hamsik, Fabian, Ruiz, Allan, Zielinski, Rog: non male come menù per chi ha in mente l'alternanza di uomini e moduli. Affascina non poco l’idea di tre uomini dediti alla fase costruttiva del gioco, anche solo per fare il verso alle grandi squadre europee. La linea Ruiz-Hamsik-Zielinski alla prima chiamata non ha risposto forse come ci si aspettava. I tempi non sono ancora maturi. Non c’è stato il cosiddetto filtro a centrocampo che desse la giusta protezione alla difesa, mettendo così a nudo le indecisioni del reparto arretrato. Scontato pensare che alla base della scelta di Ancelotti ci sia stata la ricerca di una manovra più qualitativa di gioco, consapevole di dover concedere qualcosa all’avversario ma non così tanto. 

Test rimandato ma non bocciato

Rivedremo più questo trio in campo dal primo minuto? Fioccano le bocciature da parte degli addetti ai lavori. Siamo sicuri? A ben guardare gli azzurri hanno subito il secondo e il terzo gol dal Wolfsburg, nel giro di quattro minuti, quando erano stati tutti sostituiti in favore di Allan, Rog e Diawara. Forse l’esperimento è soltanto rimandato. Perché la verità, come spesso capita, sta nel mezzo e nel girare lontano da posizioni nette, quasi estreme, almeno in questo inizio di stagione. Se non è del tutto da scartare l’affascinante ipotesi di un terzetto di palleggio, è anche vero che qualche correttivo va inevitabilmente preso in considerazione. Anche perché sabato sera c’è Milinkovic-Savic.

L'equilibrio di Allan

Dato per scontato che contro la Lazio in cabina di regia venga riconfermato Hamsik e non Diawara, l’uomo chiave sulla strada dell’equilibrio porta il nome di Allan. Colui che più di tutti gli altri compagni di reparto sintetizza il giusto mix di recupero palloni e inserimenti. Il classico tassello che rimette a posto gli altri. Difficile se non impossibile, non vederlo protagonista anche quest’anno, dopo la notevole passata stagione per quantità ma anche per qualità. Una via di mezzo. Questione di equilibrio.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    53

    19
    17
    2
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    44

    19
    14
    2
    3
  • logo InterInterCL

    39

    19
    12
    3
    4
  • logo LazioLazioCL

    32

    19
    9
    5
    5
  • logo MilanMilanEL

    31

    19
    8
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    30

    19
    8
    6
    5
  • logo SampdoriaSampdoria

    29

    19
    8
    5
    6
  • logo AtalantaAtalanta

    28

    19
    8
    4
    7
  • logo TorinoTorino

    27

    19
    6
    9
    4
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    26

    19
    6
    8
    5
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    25

    19
    6
    7
    6
  • 12º

    logo ParmaParma

    25

    19
    7
    4
    8
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    20

    19
    4
    8
    7
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    20

    19
    5
    5
    9
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    18

    19
    4
    6
    9
  • 16º

    logo SpalSpal

    17

    19
    4
    5
    10
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    16

    19
    4
    4
    11
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    13

    19
    2
    7
    10
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    10

    19
    1
    7
    11
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    8

    19
    1
    8
    10
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top