De Laurentiis all'attacco: due cause dietro la rivoluzione sul mercato

Zoom  
Aurelio De Laurentiis e Carlo AncelottiAurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti

Cosa è cambiato un anno dopo da portare addirittura il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a discutere ufficialmente di una trattativa costosa e complessa di calciomercato come quella che porta a James Rodriguez, senza escludere la pista - non meno dispendiosa - di Hirving Lozano? Ne parla ampiamente la Gazzetta dello Sport, che riporta due possibli ragioni dietro questo cambio di rotta da parte del patron azzurro.

De Laurentiis apre ai big per due motivi

  1. Il lavoro dell'allenatore Carlo Ancelotti: dopo un anno da osservatore in cui non ha chiesto rinforzi accettando anche la partenza di un pezzo portante della squadra come il capitano Marek Hamsik, ora vuole alzare il livello della sfida, chiedendo giocatori di una certa esperienza internazionale.
     
  2. L’effetto Sarri: l’arrivo in bianconero dell'ex tecnico azzurro ha scatenato De Laurentiis più che l’ingaggio di Cristiano Ronaldo. Il perché ha motivazioni psicologiche, di orgoglio, ma anche di strategia. Questa operazione ha stuzzicato la competitività di un presidente convinto che Sarri, almeno in avvio, possa avere problemi alla Juve e dunque aumentare le speranze di scudetto del suo Napoli.
Ultimissime Notizie
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare