Pelillo... nell'uovo - La farsa è già finita... tutto sulla coppa...

Rubriche fonte : di Marcello Pelillo
Pelillo... nell'uovo - La farsa è già finita... tutto sulla coppa...

La frenata inattesa ha spento gli animi della piazza in un momento cruciale della stagione agonistica. Il pareggio casalingo contro l'ultima della classe non è alleato migliore a pochi passi dal verdetto Champions, soprattutto per la classifica che si è concretizzata. Finire a otto punti dal primato a novembre, non aiuta l'animo con l'Europa già decisiva alle porte. Il Napoli è già ad un bivio stagionale da qui a dicembre. Intanto bisogna battere la Stella Rossa, in fiducia dopo aver battuto il Liverpool, e sperare che i Reds non  perdano a Parigi. Diversamente, gli azzurri si giocherebbero tutto all'Anfield Road
Il pareggio contro il Chievo ha dato ulteriore peso alla sfida di mercoledì, che gli uomini di Ancelotti dovranno dimostrare di saper reggere. 

Stavolta il grande turnover di Ancelotti non ha pagato per una serie di circostanze. Un centrocampo totalmente nuovo, unito alle condizioni del terreno e di alcuni singoli, ha tolto fluidità alla manovra. Zielinski si è smarrito da tempo e Diawara appare sempre meno motivato rispetto al grintoso "rubapalloni" di Bologna. Ounas conferma di avere la necessità di scoprirsi altrove, in una dimensione diversa da quella napoletana. L'uscita dal campo a passo lento durante la sostituzione, dice tanto sulla sua integrazione generale e sul valore della delusione personale che ha prevalso sull'esigenza della squadra di sbloccare il risultato. Al pomeriggio blando degli azzurri ha contribuito anche un avversario motivato, con un tecnico appena arrivato che ha avuto due settimane per preparare la gara. In certe circostanze serve il colpo del talento, ma il palo ha negato la gioia ad Insigne, confermando che nel calcio esistono gare in cui tutto gira male e dove la classifica non conta. Vincerle tutte è innaturale ma è pur vero che inciampare contro l'ultima è un po' eccessivo, anche a pochi giorni da una gara decisiva per il cammino europeo al quale il Napoli tiene, forse, più del campionato.
La serie A, del resto, rimane un torneo discutibile, in cui le regole non sono chiare e si lascia troppo spazio alla discrezionalità del direttore di gara. Il Var non è regolamentato bene, ma non si intravedono all'orizzonte incontri ufficiali per modificarne i protocolli. Messa in questo modo, la serie A continua ad apparire come una grande farsA, dove la tecnologia trova la resistenza di un movimento che non si impegna a renderla quanto più efficace possibile.  Troppa soggettività equivale a poca trasparenza, che viene a mancare, ad esempio, anche quando agli arbitri non viene concesso di parlare ai microfoni dopo le gare e spiegare perché non si è chiesto l'intervento del Var in un episodio in area di rigore. Trasparenza che viene a mancare perché il processo di carriera degli arbitri dovrebbe essere più palese agli occhi di tutti e coinvolgere più addetti. Il calcio italiano ha diritto di sapere attraverso opportuni strumenti di pubblicità con quali criteri oggettivi un arbitro passa da una categoria, arbitra gare più impegnative, diventa internazionale, partecipa alle competizioni principali del calcio mondiale. Senza questi interventi, e con il precedente di Calciopoli lontano solo dodici anni, il calcio italiano resta poco credibile e l'Europa rimane una scialuppa di salvataggio per gli appassionati veri, quelli che non riescono a fingere di non vedere... Vedremo...

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    46

    16
    15
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    38

    16
    12
    2
    2
  • logo InterInterCL

    32

    16
    10
    2
    4
  • logo MilanMilanCL

    27

    16
    7
    6
    3
  • logo LazioLazioEL

    25

    16
    7
    4
    5
  • logo AtalantaAtalantaEL

    24

    16
    7
    3
    6
  • logo RomaRoma

    24

    16
    6
    6
    4
  • logo SassuoloSassuolo

    24

    16
    6
    6
    4
  • logo SampdoriaSampdoria

    23

    16
    6
    5
    5
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    22

    16
    5
    7
    4
  • 11º

    logo TorinoTorino

    22

    16
    5
    7
    4
  • 12º

    logo ParmaParma

    21

    16
    6
    3
    7
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    17

    16
    3
    8
    5
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    16

    16
    4
    4
    8
  • 15º

    logo EmpoliEmpoli

    16

    16
    4
    4
    8
  • 16º

    logo SpalSpal

    16

    16
    4
    4
    8
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    13

    16
    3
    4
    9
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    12

    16
    2
    6
    8
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    8

    16
    1
    5
    10
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    4

    16
    0
    7
    9
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top