Il Roma - Ancelotti non gioca a nascondino sullo scudetto come qualche allenatore del passato

Rassegna Stampa fonte : di Salvatore Caiazza per Il Roma
Il Roma - Ancelotti non gioca a nascondino sullo scudetto come qualche allenatore del passato

Il Roma su Ancelotti

Notizie Calcio -Una serata che nessuno vuole dimenticare troppo in fretta. Si è esaltata Napoli per lo splendido successo del Napoli in Champions contro il Liverpool. Emozioni del genere mancavano da un po’ in casa azzurra. Forse da quando ingiustamente si venne eliminati per lo scarto di un solo gol nella scorsa fase a gironi della competizione europea. Da quel momento il gruppo non ebbe più molti stimoli e permise alla Juventus di prendere il largo già all’inizio del girone di ritorno. Quest’anno la qualificazione agli ottavi non dovrebbe mancare. Anche perché si è partiti a razzo contro i campioni in carica e soprattutto perché il resto del gruppo non è proprio impossibile da battere. Salisburgo e Genk sono alla portata ma per il passaggio del turno bisogna rimanere sempre concentrati. Altrimenti si rischia la brutta sorpresa. Certo è che se il Napoli gioca sempre come contro i Reds allora lo scudetto non è assolutamente una chimera. La Juventus è sicuramente la più forte e la favorita ma gli azzurri sono cresciuti molto ritrovando velocemente quell’equilibrio che era mancato proprio nelle prime due partite. A Firenze e Torino si ballava troppo e si sono subiti sette gol. Martedì sera al San Paolo c’era di fronte l’attacco più forte d’Europa e si è rimasti illibati. Ancelotti nel giro di poco tempo è riuscito a trovare il problema iniziale e a blindare un reparto che aveva bisogno di fiducia e di conferme. Salah, Firmino e Manè sono dei marziani ma così come l’anno scorso non hanno avuto la forza di sfondare il muro partenopeo e prendere a pallonate Meret. Sono rimasti quasi sempre fuori dall’area e l’unico pericolo c’è stato su un errore involontario di Manolas. Non è assolutamente una macchia per il greco che è stato bravissimo nel limitare qualsiasi attaccante avesse di fronte.

LA CORSA AL TITOLO. È troppo presto per capire cosa accadrà a maggio prossimo ma se il Napoli avrà sempre la costante vista all’opera con il Liverpool allora la Juventus dovrà stare molto attenta. Ancelotti non si è mai tirato indietro quando si è trattato di parlare di obiettivi. E mai lo farà. Era stato chiaro alla vigilia dell’esordio Champions contro il Liverpool: «Il nostro obiettivo è la qualificazione agli ottavi». Anche per la questione scudetto non ha giocato a nascondino come qualche collega del passato. «Siamo prepararti per vincere il campionato», ha ripetuto a più riprese. Martedì sera, a prescindere di come è andato poi il mercato, si è reso conto di avere una squadra molto forte che sa bene che cosa vuole. D’altronde se Koulibaly non avesse regalato il successo alla Juventus a quest’ora si starebbe parlando di un Napoli imbattuto. Ma che qualcosa stava cambiando se ne sono tutti accorti nel secondo tempo della sfida di Torino. Perdere 3-0 allo Stadium contro i bianconeri e recuperare nel giro di mezzora non è da tutti. Il Napoli c’era riuscito e quindi qualcosa di buono già stava uscendo. L’apoteosi c’è stata contro il Liverpool. Squadra accorta, volenterosa, coraggiosa e soprattutto tecnicamente preparata. Ancelotti ha chiesto ed ottenuto la compattezza in difesa. Impossibile non sbagliare qualcosa contro i Reds ma alla fine il risultato ha premiato un Napoli che ci ha creduto di più. Speriamo che possa succedere anche in campionato.

Ultimissime Notizie
I più letti
  • #1

  • #2

  • #3

  • #4

  • #5

Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    19

    7
    6
    1
    0
  • logo InterInterCL

    18

    7
    6
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaCL

    16

    7
    5
    1
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    13

    7
    4
    1
    2
  • logo RomaRomaEL

    12

    7
    3
    3
    1
  • logo LazioLazioEL

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo CagliariCagliari

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo TorinoTorino

    10

    7
    3
    1
    3
  • 10º

    logo VeronaVerona

    9

    7
    2
    3
    2
  • 11º

    logo BolognaBologna

    9

    7
    2
    3
    2
  • 12º

    logo ParmaParma

    9

    7
    3
    0
    4
  • 13º

    logo MilanMilan

    9

    7
    3
    0
    4
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    7

    7
    2
    1
    4
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    6

    6
    2
    0
    4
  • 16º

    logo BresciaBrescia

    6

    6
    2
    0
    4
  • 17º

    logo SpalSpal

    6

    7
    2
    0
    5
  • 18º

    logo LecceLecceR

    6

    7
    2
    0
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    7
    1
    2
    4
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    3

    7
    1
    0
    6
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare