Colomba: "ADL e Gattuso devono fare un passo indietro e continuare insieme. Insigne? Unico ed insostituibile"

Le Interviste  
Colomba: ADL e Gattuso devono fare un passo indietro e continuare insieme. Insigne? Unico ed insostituibile

Colomba sul Napoli

Napoli Calcio - “Gli azzurri hanno bisogno di punti contro il Cagliari, faranno la partita, mentre i sardi proveranno in contropiede- queste le parole di Franco Colomba, ex allenatore, fra le tante, di Napoli e Cagliari, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”:

"Gattuso? Essere messi in discussione a metà stagione capita spesso. Il calcio vive dei risultati del momento, anche a metà stagione o all’inizio può accadere, ma puoi anche ribaltare la situazione. Rino è stato bravo a non perdere la testa, a saper reagire, anche se il rapporto col presidente si è inclinato. Per De Laurentiis è difficile fare un passo indietro, ed il calabrese è molto orgoglioso, ma se analizzassero bene il percorso fatto con la squadra al completo, potrebbero anche pensare di continuare insieme. Bisognerebbe che facessero un passo indietro entrambi e continuare il loro matrimonio: sarebbe la cosa più giusta per la squadra. A Napoli è dura essere discreti, perciò non mi sento di incolpare Adl per la fuga di notizie sui sondaggi. In città trasformano una formica in un elefante, ed è difficile tener nascoste determinate questioni. Chi confermerei dei nuovi? Rrahamani si è proposto bene in qualche partita, Osimhen sta giocando adesso per via di infortuni e Covid. Petagna è stato un buon rincalzo. Lobotka non ha convinto. Chi è il titolare fra Osimhen e Mertens? La città, se potesse, farebbe un monumento a Dries. Ad oggi è lui il titolare, ma l'età avanza e mi aspetto che al nigeriano venga dato sempre più spazio. Victor, però, deve migliorare: non può giocare solo in profondità, deve partecipare di più alla manovra come tutti i centravanti moderni. Potrebbero giocare entrambi, ma questo Zielinski è inamovibile. Lozano? Mi aspettavo la sua esplosione, è un giocatore con caratteristiche importanti. Insigne? È un regista aggiunto, unico per caratteristiche. Nel gestire la palla è il più bravo di tutti lì davanti, ed il Napoli non può farne a meno, è come Totti per la Roma. Politano? Accetta di giocare e di non giocare tranquillamente, è entrato in quest’ottica e si sta ritagliando uno spazio importante. In questo è maturato anche Insigne, non ha più gli scatti di rabbia per le sostituzioni. Io in pensione? Se dovesse arrivare una chiamata, la valuterei”.

Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • logo MilanMilanCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo JuventusJuventusCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo NapoliNapoliEL

    77

    38
    24
    5
    9
  • logo LazioLazioEL

    68

    38
    21
    5
    12
  • logo RomaRoma

    62

    38
    18
    8
    12
  • logo SassuoloSassuolo

    62

    38
    17
    11
    10
  • logo SampdoriaSampdoria

    52

    38
    15
    7
    16
  • 10º

    logo VeronaVerona

    45

    38
    11
    12
    15
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    42

    38
    10
    12
    16
  • 12º

    logo BolognaBologna

    41

    38
    10
    11
    17
  • 13º

    logo UdineseUdinese

    40

    38
    10
    10
    18
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    38
    9
    13
    16
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    39

    38
    9
    12
    17
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    37

    38
    9
    10
    19
  • 17º

    logo TorinoTorino

    37

    38
    7
    16
    15
  • 18º

    logo BeneventoBeneventoR

    33

    38
    7
    12
    19
  • 19º

    logo CrotoneCrotoneR

    23

    38
    6
    5
    27
  • 20º

    logo ParmaParmaR

    20

    38
    3
    11
    24
Back To Top