CDS, Mandarini a CN24: "Kvara poco incisivo e Osimhen nel deserto. C'è un segnale che mi preoccupa"

Le Interviste  
CDS, Mandarini a CN24: Kvara poco incisivo e Osimhen nel deserto. C'è un segnale che mi preoccupa

Fabio Mandarini ai nostri microfoni

Notizie Calcio Napoli - Il collega del Corriere dello Sport, Fabio Mandarini, è intervenuto ai nostri microfoni nel corso della trasmissione CN24Live:

“Già alla prima a Frosinone la squadra aveva già lasciato trasparire qualche difficoltà soprattutto di qualcuno come Lobotka, e da lì è parso chiaro quanto questo Napoli avesse bisogno del talento dei singoli e questa è la cosa che preoccupa di più. La squadra ha perso soluzioni collettive e la certezza dui stritolare gli avversari con gioco, palleggio e imbucate. C’era anche la famosa pallata di Spalletti ma era l’ultima soluzione. Invece ora nelle ultime 4 hai avuto dei lampi dati dal talento dei singoli, il Napoli a Genova non ha perso perché salvato dalle giocate di Raspadori, Politano e Zielinski. Quando una squadra dipende da questi lampi fa la fine del temporale, che inizia e finisce. L’anno scorso dava l’idea di un ciclone, una cosa continua e un gioco costante. Nello scorso campionato la sconfitta con la Lazio è arrivata paradossalmente per via del gioco. Quest’anno ho visto solo tanta confusione.

Mi viene difficile trovare analogie con la squadra della scorsa stagione, parliamo di due impostazioni completamente divere. L’assenza di Kim pesa tantissimo, se giochi con la difesa così alta serve un paracadute e quello era il ruolo del coreano; quest’anno non ha quel paracadute e hai perso il primo punto di equilibrio. Qualche interprete è in calo fisico, Anguissa è stato il peggiore in campo contro il Genoa e tra i peggiori anche contro la Lazio. La nuova posizione e le funzioni di Lobotka fanno si che ci si debba abituare, il nuovo modo di giocare degli esterni fa capire come nessuno abbia ancora assimilato il gioco. La resazione di Kvaratskhelia alla sostituzione ti dà la misura di un disagio, ha avuto una reazione e questi sono segnali. Dal punto di vista tattico viene sempre dentro e ha perso incisività, Osimhen era nel deserto e non gli è arrivato un pallone, quello che chiede l’allenatore non è stato assimilato. L’anno scorso ci sono stati due mezzi passi falsi (pareggi contro Lecce e Fiorentina, ndr.) ma il Napoli comunque giocava, ci provava. Il primo tiro nello specchio al 72’ contro il Genoa mi sembra un segnale preoccupante.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    66

    25
    21
    3
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    57

    26
    17
    6
    3
  • logo MilanMilanCL

    53

    26
    16
    5
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    48

    26
    13
    9
    4
  • logo AtalantaAtalantaEL

    46

    25
    14
    4
    7
  • logo RomaRomaECL

    44

    26
    13
    5
    8
  • logo FiorentinaFiorentina

    41

    26
    12
    5
    9
  • logo LazioLazio

    40

    26
    12
    4
    10
  • logo NapoliNapoli

    37

    25
    10
    7
    8
  • 10º

    logo TorinoTorino

    36

    26
    9
    9
    8
  • 11º

    logo MonzaMonza

    36

    26
    9
    9
    8
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    33

    26
    8
    9
    9
  • 13º

    logo EmpoliEmpoli

    25

    26
    6
    7
    13
  • 14º

    logo LecceLecce

    24

    26
    5
    9
    12
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    23

    26
    3
    14
    9
  • 16º

    logo FrosinoneFrosinone

    23

    26
    6
    5
    15
  • 17º

    logo SassuoloSassuolo

    20

    25
    5
    5
    15
  • 18º

    logo VeronaVeronaR

    20

    26
    4
    8
    14
  • 19º

    logo CagliariCagliariR

    20

    26
    4
    8
    14
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    13

    26
    2
    7
    17
Back To Top