Game over

Editoriale  
Game over

Napoli, adesso è game over! Ancelotti tra esonero e dimissioni. Gli ottavi di finale di Champions League sono alle porte e non si può più sbagliare in campionato

Ma è così difficile pronunciare la parola esonero o dimissioni a Napoli? Ancelotti, l'ha sottolineato anche lui in conferenza stampa, sa perfettamente di essere in discussione perché alla fine sono sempre i risultati a decidere il destino di un allenatore (anche se con un curriculum da capogiro). Per il bene di tutti è arrivato il momento di staccare la spina perché di prestazioni scialbe e confuse come ieri, il Napoli ne ha fatte davvero troppe nelle ultime settimane. I numeri impietosi mettono a nudo le responsabilità di allenatore, calciatori e dirigenza. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno. La fotografia dello spogliatoio, e più in generale del momento degli azzurri, sta tutto nelle azioni personali di alcuni calciatori che inspiegabilmente non vedono altri compagni piazzati in modo migliore per calciare in porta. Da questa situazione non si esce con i personalismi. Stamattina si legge di un presunto sfogo di Insigne nello spogliatoio per scuotere la squadra. Se fosse vero, sarebbe un gesto da leader ma  ci chiediamo: può mai essere ascoltato un capitano che per un dolore al gomito (il giorno dopo si è allenato regolarmente) non viaggia con la squadra nella trasferta clou di Liverpool?

Ancelotti

Con tutto il rispetto per Ancelotti, bisogna arrivare ad una soluzione drastica. Gli ottavi di Champions League non devono essere il cosiddetto fumo negli occhi perchè stiamo parlando del minimo sindacale per un allenatore da 9 milioni lordi a stagione con il monte ingaggi più alto della storia del club a disposizione. La sua gestione inizia a ricordare quella di Donadoni ed a Napoli, purtroppo, questa tipologia di approccio non funziona. Ancelotti, forse con colpevole ritardo, ha capito di non avere a disposizione calciatori in grado di gestirsi in campo e fuori. Hai voglia a fare discorsi carismatici o confronti individuali: con gli attributi si nasce. E non importa mica l'età o l'esperienza.

E De Laurentiis? Non ama cambiare guida tecnica tanto che si professa monogamo da questo punto di vista. Adesso è giunto il momento di prendere una decisione forte. Sia lui che Ancelotti hanno sempre sottolineato il grande rapporto umano che c'è fuori dal campo ed allora ne diano dimostrazione pubblica facendo entrambi un passo indietro. Carlo è un galantuomo, pensare che non si dimetta per soldi è un'offesa grave da smentire. Tra discorsi da spogliatoio, promesse di facciata, multe e tanto altro, nessuno delle componenti in causa si sta accorgendo che la nave Napoli sta affondando. Verrebbe da dire, citando la frase del comandante Gregorio De Falco: "Tornate a bordo, ca...!".

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    37

    14
    12
    1
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    36

    14
    11
    3
    0
  • logo LazioLazioCL

    30

    14
    9
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    25

    14
    7
    4
    3
  • logo NapoliNapoli

    20

    14
    5
    5
    4
  • logo ParmaParma

    18

    14
    5
    3
    6
  • logo VeronaVerona

    18

    14
    5
    3
    6
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    14
    5
    2
    7
  • 11º

    logo MilanMilan

    17

    14
    5
    2
    7
  • 12º

    logo BolognaBologna

    16

    14
    4
    4
    6
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    16

    14
    4
    4
    6
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    14

    13
    4
    2
    7
  • 15º

    logo LecceLecce

    14

    14
    3
    5
    6
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    14

    14
    4
    2
    8
  • 17º

    logo SampdoriaSampdoria

    12

    14
    3
    3
    8
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    10

    14
    2
    4
    8
  • 19º

    logo SpalSpalR

    9

    14
    2
    3
    9
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    13
    2
    1
    10
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare