La juventina Anna Tatangelo: "Higuain? Perfino Gigi mi mandò a quel paese. Domenica pareggiamo, ma in Coppa..."

Sport e Spettacolo  

E' una delle partite più sentite della nostra serie A. Inutile scomodare l’estate del 1972, quando José Altafini lasciò Napoli per trasferirsi a Torino. È Napoli-Juventus, è la rivalità storica, rinvigorita dall’affare Higuaìn, “core’ngrato” 2.0. Difficile immaginare una sintesi fra le due parti, ma c’è chi ha inevitabilmente “il cuore diviso a metà”. Parliamo di Anna Tatangelo, cantante e attrice, che tifa Juventus sin da bambina ma che con Napoli e il Napoli ha un rapporto molto speciale: è la città del suo compagno Gigi D’Alessio, che è anche un grande tifoso della squadra allenata da Sarri. I suoi punti di riferimento artistici sono Mina e Mia Martini. Ma non disdegna Alessandro Del Piero. Alla vigilia del doppio confronto, Anna prova a stemperare il clima di tensione che circonda entrambi gli ambienti: «È pur sempre un gioco». L’arte della diplomazia, è il caso di dirlo.

Come nasce la sua passione per la Juventus? "È qualcosa che va avanti da più generazioni: da mio nonno a mio padre, entrambi supertifosi. Se c’è una partita della Juventus a casa non si può fare nulla. Per la finale di Champions del 2015 fu spostato addirittura il matrimonio di mia sorella".

Alle porte c’è la doppia sfida contro il Napoli: domenica il campionato e mercoledì la coppa Italia. Vedrà le due partite assieme a Gigi? "Purtroppo no. Lui è impegnato con Made in Sud. Vorrà dire che avrò il divano tutto per me e se ci sarà da festeggiare non mi farò troppi problemi".

Di solito cosa accade quando vedete Juve-Napoli? "Nulla di eccessivo, diciamo che la sentiamo di più. Con noi spesso ci sono anche i figli che tifano Napoli e mi guardano come se mi volessero dire “ma non c’ha niente da fa?”(ride). Ma devo dire che è veramente difficile per me dato che ho Napoli nel cuore. È come se il mio cuore fosse diviso a metà".

Mai bisticciato per il calcio dunque? Neanche dopo la cessione di Higuain? "No no, assolutamente. Io scherzando dissi a lui che Higuain stava facendo un salto di qualità e lui, sempre scherzando, mi ha mandato a quel paese. Ma è comprensibilissimo che i tifosi del Napoli siano arrabbiati. Mi metto nei loro panni e penso a cosa avrei pensato io se fosse successa la stessa cosa a parti invertite con Del Piero".

Come pensa che andranno le due partite? "Per il campionato vedo un pareggio, dico 1-1. Per la Coppa possiamo anche perdere ma solo con un gol di differenza, così arriviamo in finale".

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • AtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • BolognaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • CagliariCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • ChievoCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • EmpoliEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • FiorentinaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • Frosinone

    0

    0
    0
    0
    0
  • Genoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • Inter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    Juventus

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    Lazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    Milan

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    Napoli

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    Parma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    Roma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    Sampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    Sassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    SpalR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    TorinoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    UdineseR

    0

    0
    0
    0
    0
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

De Maggio rivela: "Cavani vuole sentire il calore dei napoletani, ci sta facendo un pensierino"