Pelillo...nell'uovo - Un grande Napoli con un grande peccato...

Rubriche fonte : di Marcello Pelillo
Pelillo...nell'uovo - Un grande Napoli con un grande peccato...

Ventisei tiri in porta e un gol, al minuto '89. "Non conta il gioco, conta vincere", avrebbero esclamato pochi e irriducibili detrattori del Napoli di Sarri. I fatti, però, confermano che il Napoli, oggi come ieri, è grande e forte, ma non ha un centravanti all'altezza del resto della squadra. Il problema non era il gioco ieri e non lo è oggi. La squadra è in grado di mettere nell'angolo qualunque avversario producendo azioni, calcio... A Parigi il gruppo ha dato l'ennesima prova, poi confermata ieri contro una Roma presa a pallonate. Questa è una squadra pronta a qualsiasi traguardo, ma le manca un numero nove grande quanto la potenza di Koulibaly, l'irruenza di Allan, la classe di Hamsik e Fabian Ruiz. Ancelotti, come Sarri, ha studiato soluzioni interne per incrementare il numero dei gol. E così Mertens prima, e Insigne poi, sono diventati attaccanti, ma non sono dei centravanti. Nel calcio, poi, accade di dover affrontare avversari che hanno fisicità e centimetri, che non regalano spazi ai folletti e ti costringono al cross. Nel calcio accade semplicemente la partita in cui giri e fai, giochi e palleggi ma non la butti dentro. Sono quelle gare che spesso si decidono con il guizzo felino del centravanti di razza, che graffia quando serve, senza fronzoli. È in queste occasioni che viene fuori un pareggio strappato nel finale, nonostante un dominio netto sull'avversario. Il Napoli sta rischiando di non capitalizzare la grande qualità negli altri reparti. Rischia di trovarsi con il migliore difensore, il mediano più incisivo, il miglior allenatore, il centrocampo meglio assortito e un pugno di mosche in mano. Ancelotti sta studiando l'organico e solo adesso sta iniziando a marcare le inevitabili scelte che ogni allenatore fa. Perché si è scritto e detto già troppo sul turnover di Carletto. Il mister ha visto un po' tutti, ma prima o poi sceglierà quei cinque o sei che giocheranno il settanta per cento delle gare, quegli uomini dei quali non farà a meno contro avversari di prima fascia. Prima o poi occorrerà preferire uno tra Milik e Mertens al fianco di Insigne, perché la prima linea non è come gli altri reparti. L'attaccante vive per il gol e la rotazione costante, la scarsa continuità, è deleteria sotto il profilo mentale. Non a caso, ieri Mertens ha bussato non solo alla porta avversaria e Ancelotti, con grande esperienza, ha saputo smorzare le insinuazioni della stampa nazionale. Una stampa che si preoccupa sempre poco dei soliti errori a favore degli stessi, di un Var con troppe ombre, di un campionato in pieno stile commedia all'italiana, dall'esito grottesco quanto scontato... Vedremo.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    34

    12
    11
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    28

    12
    9
    1
    2
  • logo InterInterCL

    25

    12
    8
    1
    3
  • logo LazioLazioCL

    22

    12
    7
    1
    4
  • logo MilanMilanEL

    21

    12
    6
    3
    3
  • logo RomaRomaEL

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    18

    12
    5
    3
    4
  • logo FiorentinaFiorentina

    17

    12
    4
    5
    3
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    12
    4
    5
    3
  • 11º

    logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • 12º

    logo SampdoriaSampdoria

    15

    12
    4
    3
    5
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    14

    12
    3
    5
    4
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    14

    12
    4
    2
    6
  • 15º

    logo SpalSpal

    13

    12
    4
    1
    7
  • 16º

    logo BolognaBologna

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    7

    12
    1
    4
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    0

    12
    0
    3
    9
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top