Napoli, ultima chiamata: Sarri ha scelto il suo tridente, ma c'è un dato preoccupante

Rassegna Stampa  

Il Napoli — stretto fra due fuochi, atteso com’è dall’appuntamento ancora più decisivo in Champions martedì col Benfica a Lisbona, come riporta il Corriere della Sera — è in una preoccupante fase involutiva. Il gioco bello e efficace è scomparso: al suo posto solo manovra a strappi, difesa traballante e incertezze sparse alimentate anche dallo scetticismo palese del presidente De Laurentiis nei confronti di Sarri. Il quale, con Mertens squalificato, riproporrà Gabbiadini centravanti con Callejon e Insigne: i tre insieme hanno segnato un gol meno di Icardi. Dato inquietante, al quale può fare da contrappeso il fondamentale rientro di Albiol in difesa: "Lo spagnolo si incrocerà spesso con Mauro Icardi, l’hombre della partita già prima di giocarla. In estate stava per passare al Napoli. È rimasto invece all’Inter, così forte e produttivo da far dire a Pioli che «sta dimostrando di essere uno dei migliori centravanti al mondo: è giovane, può migliorare, è un grande professionista, un lavoratore, un esempio per i suoi compagni». In attesa di un Messi nerazzurro di cui si parla ma che il tecnico derubrica come «sogno bello ma pericoloso, non pensiamo a cose non aderenti alla nostra realtà», è naturalmente Maurito l’uomo su cui l’Inter si appoggia per sollevare il Napoli, gettarlo nell’abisso, ripartire e assecondare così le ambizioni di Suning che, Pioli dixit, «sono grandi e significano voler riportare il club ai fasti del passato». Lo stesso Icardi è invece l’uomo che il Napoli non vorrà rimpiangere nemmeno un attimo stasera, dimostrando di potere contare sui propri mezzi per spingere giù l’Inter e staccarla forse definitivamente. Come sempre nel calcio, insomma, tutto ruoterà intorno al bomber: sull’ultimo treno, o come vogliamo chiamarlo, deciderà lui stanotte chi sale e chi no".

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    88

    37
    28
    4
    5
  • RomaCL

    84

    37
    27
    3
    7
  • NapoliCL

    83

    37
    25
    8
    4
  • LazioEL

    70

    37
    21
    7
    9
  • AtalantaEL

    69

    37
    20
    9
    8
  • Milan

    63

    37
    18
    9
    10
  • Inter

    59

    37
    18
    5
    14
  • Fiorentina

    59

    37
    16
    11
    10
  • Torino

    50

    37
    12
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    37
    12
    12
    13
  • 11º

    Sassuolo

    46

    37
    13
    7
    17
  • 12º

    Udinese

    45

    37
    12
    9
    16
  • 13º

    Cagliari

    44

    37
    13
    5
    19
  • 14º

    Chievo

    43

    37
    12
    7
    18
  • 15º

    Bologna

    41

    37
    11
    8
    18
  • 16º

    Genoa

    36

    37
    9
    9
    19
  • 17º

    Empoli

    32

    37
    8
    8
    21
  • 18º

    CrotoneR

    31

    37
    8
    7
    22
  • 19º

    PalermoR

    23

    36
    5
    8
    23
  • 20º

    PescaraR

    14

    36
    2
    8
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Benevento, il diesse Di Somma: "Cragno è pronto per la Serie A. Abbiamo rapporti diretti con Giuntoli e De Laurentiis"