Mertens o Insigne, chi farà posto a Milik? Un indizio aiuta a definire le possibili scelte di Sarri

Rassegna Stampa  
Dries Mertens e Lorenzo Insigne, attaccanti del NapoliDries Mertens e Lorenzo Insigne, attaccanti del Napoli

Tutte le perplessità sorte dopo l’infortunio al ginocchio di Arkadisuz Milik sono state cancellate dal suo completo recupero. L’attaccante polacco, come racconta l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, dovrebbe essere preferito a Mertens o Insigne, almeno dall’inizio: "L’attaccante polacco esclude ripercussioni per la lunga assenza dopo l’intervento al ginocchio [...] resta il dubbio che Sarri non ha sciolto: chi tra Mertens e Insigne gli farà posto? L’ipotesi più probabile indica il primo, anche se Insigne, finora, non ha mai saltato una partita e, magari, avrebbe più bisogno di altri di riposare".

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    15

    5
    5
    0
    0
  • JuventusCL

    15

    5
    5
    0
    0
  • InterCL

    13

    5
    4
    1
    0
  • MilanCL

    12

    5
    4
    0
    1
  • TorinoEL

    11

    5
    3
    2
    0
  • LazioEL

    10

    5
    3
    1
    1
  • Roma

    9

    4
    3
    0
    1
  • Sampdoria

    8

    4
    2
    2
    0
  • Atalanta

    7

    5
    2
    1
    2
  • 10º

    Fiorentina

    6

    5
    2
    0
    3
  • 11º

    Cagliari

    6

    5
    2
    0
    3
  • 12º

    Chievo

    5

    5
    1
    2
    2
  • 13º

    Bologna

    5

    5
    1
    2
    2
  • 14º

    Sassuolo

    4

    5
    1
    1
    3
  • 15º

    Spal

    4

    5
    1
    1
    3
  • 16º

    Udinese

    3

    5
    1
    0
    4
  • 17º

    Genoa

    2

    5
    0
    2
    3
  • 18º

    VeronaR

    2

    5
    0
    2
    3
  • 19º

    CrotoneR

    1

    5
    0
    1
    4
  • 20º

    BeneventoR

    0

    5
    0
    0
    5
Back To Top

Ti potrebbe interessare

CLAMOROSO - Dall'Ucraina: "Shakhtar-Napoli, Srna positivo all'antidoping in Champions!", la UEFA non conferma