Il Roma su Chiriches: "Sarri non vuole privarsene, per il Napoli è indispensabile: il mister ha una convinzione"

Rassegna Stampa fonte : Il Roma

Resterà nella storia della sua carriera a lungo, anche se è stato realizzato in amichevole, contro i dilettanti del Trento, in una partita inutile, che sarebbe scivolata via presto, sovrastata da altre ben più importanti. Però Vlad Chiriches avrà un motivo in più per ricordarla: un gol stupendo, impensabile, immenso, che difficilmente ripeterà non solo lui ma tutti quelli che ci proveranno. Traiettoria da sessanta metri a scavalcare il portiere, riuscendoci con forza e precisione. L’esultanza coi compagni è da incredulo per un gesto tecnico incredibile, stupenda l’esecuzione ma prim’ancora l’idea, il pensiero di potercela fare ed infine di riuscirci.

CHE GOL. La sua rete è valsa il 3 a 0 al Napoli - sabato sera allo stadio Briamasco - ma ad un certo punto s’è estraniata dal contesto ed è diventata prodezza a parte: ne parleranno a lungo tutti, ne ha parlato a lungo anche lui con Sarri e lo spogliatoio al triplice fischio, ha scherzato su questa rete bellissima che va ad aggiungersi alle quattro totali realizzate da quando veste la maglia del Napoli. Chiriches è in azzurro dal 2015, ha vissuto due stagioni positive pur giocando poco, raccogliendo le briciole dei titolari Albiol e Koulibaly, rispondendo presente tutte le volte che è stato chiamato in causa. Ha contribuito a rafforzare la difesa con la sua fisicità ma anche con la sua tecnica di base, con l’eleganza che è innata nei suoi piedi e che lo ha reso, in passato, centrale preciso e spesso anche coraggioso. A Napoli ha imparato a ridurre le sgroppate palla al piede: si limita al passaggio corto, elementare ma sempre preciso, dunque utile.

BLINDATO. Per il Napoli è indispensabile, lo è soprattutto per Sarri che non vorrebbe privarsene, che lo considera prezioso al pari degli altri. Sono cinque i difensori in organico e tutti hanno caratteristiche differenti, sono complementari e torneranno utili nel corso di una stagione che si preannuncia lunga ed intensa. In ritiro Chiriches si allena al fianco degli altri, lavora sodo per prepararsi al futuro, vuole riscattare l’ultimo periodo contraddistinto da noie muscolari che hanno ridotto ulteriormente il suo spazio. Ha grande voglia di mettersi in mostra, ha accettato la concorrenza ed anzi con gli altri il rapporto è ottimo, c’è grande feeling col resto del reparto e della squadra. Ognuno è parte integrante di un meccanismo che funziona, che s’alimenta di equilibri, stima e fiducia, oltre che rispetto. Ed è per questo che il Napoli ha scelto di preservare questo status: considera tutti indispensabili e non ha urgenze di cedere nessuno, anzi. E Chiriches rientra nella lista.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    32

    12
    10
    2
    0
  • JuventusCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • InterCL

    30

    12
    9
    3
    0
  • LazioCL

    28

    11
    9
    1
    1
  • RomaEL

    27

    11
    9
    0
    2
  • SampdoriaEL

    23

    11
    7
    2
    2
  • Milan

    19

    12
    6
    1
    5
  • Torino

    17

    12
    4
    5
    3
  • Fiorentina

    16

    12
    5
    1
    6
  • 10º

    Atalanta

    16

    12
    4
    4
    4
  • 11º

    Chievo

    16

    12
    4
    4
    4
  • 12º

    Bologna

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    Udinese

    12

    11
    4
    0
    7
  • 14º

    Cagliari

    12

    12
    4
    0
    8
  • 15º

    Crotone

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    Spal

    9

    12
    2
    3
    7
  • 17º

    Sassuolo

    8

    11
    2
    2
    7
  • 18º

    GenoaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 19º

    VeronaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 20º

    BeneventoR

    0

    12
    0
    0
    12
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Quagliarella: "Napoli? Essere accostato è un piacere, ma penso alla Samp. Un gesto dei tifosi fu una liberazione, la questione dello stalker è una presa in giro"