Il Roma - I tifosi spingono il Napoli al successo: domenica la resa dei conti Scudetto

Rassegna Stampa fonte : Il Roma

Il campionato non era deciso domenica scorsa con la Juventus a +6 sul  apoli, figurarsi adesso dopo un mercoledì dove il Crotone ha fermato la Signora e gli azzurri hanno battuto l’Udinese con una nuova rimonta. Oggi la classifica, in vista della supersfida di domenica allo Stadium,  dice che la distanza tra la prima e la seconda è di quattro lunghezze. È  tutto in gioco, dunque, per la conquista dello scudetto.

Ad un certo  punto, però, sembrava tutto finito intorno al 75’ con i bianconeri che  erano in vantaggio sui calabresi e con i friulani che vincevano al San Paolo. Poi quando dallo stadio Scida è arrivata la notizia che Simy  aveva pareggiato i conti con un gol alla Cristiano Ronaldo, i 50mila tifosi accorsi a Fuorigrotta hanno cominciato a spingere i propri  beniamini e in pochi minuti è arrivato il pareggio di Albiol e il sorpasso di Milik e Tonelli. A quel punto si pensava solo a cosa succedesse in Calabria dove il portiere Cordaz faceva il fenomeno prima su Matuidi e poi su Higuaìn. Al triplice fischio finale sugli spalti è cominciata la festa e anche in campo gli azzurri hanno esultato per una gioia doppia.

Domenica, dunque, ci sarà la resa dei conti in un match  dove il Napoli deve vincere a tutti i costi se vuole seriamente puntare allo scudetto mentre alla Juventus potrebbe bastare anche un pareggio. Rimanere a +4 sarebbe oro colato visto a cinque giornate dalla fine e con 15 punti ancora a disposizione. Dovesse, invece, la bilancia pendere dalla parte della Signora i giochi si chiuderebbero definitivamente. Sì perché a +7 non ci sarebbero più i presupposti per un recupero. Solo la matematica terrebbe in vita i sogni partenopei ma sarebbe ben poca cosa. Il Napoli, comunque, se ha intenzione di schiantare la capolista non può permettersi il lusso di avere delle distrazioni come ieri sera contro l’Udinese. In difesa si è fatta la fortuna dei friulani che prima con Jankto e poi con Ingelsson hanno fatto venire i brividi a Sarri e company.

Chi, invece, non ha mai mollato sono stati i tifosi. Che così come contro il Chievo hanno deciso di “scendere” in campo dando una svolta al risultato. Proprio non si poteva perdere o anche pareggiare dopo ciò che stava succedendo all’Ezio Scida. Sarebbe stato uno schiaffo non da poco rimanere al palo nonostante lo sforzo del Crotone contro la Juventus. Alla fine, però, la voglia di vincere è venuta fuori e per una buona Udinese non c’è stato scampo. Prima Albiol e poi Milik e Tonelli hanno ribaltato la partita aumentando così le chance scudetto che dopo ciò che era successo domenica scorsa a Milano sembravano ormai pochissime. In tanti non ci credevano più alla possibilità di giocarsi la partita delle partite allo Stadium con uno svantaggio minimo. Ma il calcio non è una scienza esatta e tutto è cambiato nuovamente. Grazie naturalmente al Crotone ma anche per la voglia di non mollare mai del gruppo di Sarri. «L’obiettivo Champions lo abbiamo raggiunto con sei giornate di anticipo, siamo secondi matematicamente e da oggi ci possiamo divertire», ha detto il tecnico al termine dell’incontro. Un messaggio, dunque, importante a pochi giorni da una sfida che potrebbe seriamente fare entrare il toscano ancora di più nella storia del club partenopeo. Sì perché vincere a Torino potrebbe seriamente cambiare la storia degli ultimi anni del calcio italiano. Vedremo.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    95

    38
    30
    5
    3
  • NapoliCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • RomaCL

    77

    38
    23
    8
    7
  • InterCL

    72

    38
    20
    12
    6
  • LazioEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • MilanEL

    64

    38
    18
    10
    10
  • Atalanta

    60

    38
    16
    12
    10
  • Fiorentina

    57

    38
    16
    9
    13
  • Torino

    54

    38
    13
    15
    10
  • 10º

    Sampdoria

    54

    38
    16
    6
    16
  • 11º

    Sassuolo

    43

    37
    11
    10
    16
  • 12º

    Genoa

    41

    38
    11
    8
    19
  • 13º

    Udinese

    40

    38
    12
    4
    22
  • 14º

    Chievo

    40

    38
    10
    10
    18
  • 15º

    Bologna

    39

    38
    11
    6
    21
  • 16º

    Cagliari

    39

    38
    11
    6
    21
  • 17º

    Spal

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    CrotoneR

    35

    38
    9
    8
    21
  • 19º

    VeronaR

    25

    38
    7
    4
    27
  • 20º

    BeneventoR

    21

    38
    6
    3
    29
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Atalanta, Percassi: "Papu Gomez è incedibile! Cristante? Sarebbe un peccato perderlo: è un talento incredibile"